Scuola ferrarese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La scuola ferrarese fu una scuola pittorica che nacque presso la corte estense a Ferrara nel Rinascimento ferrarese. Lo stile della scuola mutò nel tempo, esportando e subendo influenze di artisti delle città e delle regioni vicine: Mantova, Venezia, la Lombardia, Firenze e Bologna. La corte estense ospitò alcuni dei più importanti artisti della prima metà del Quattrocento, quali il Pisanello, Jacopo Bellini, Leon Battista Alberti, Andrea Mantegna, Piero della Francesca e Rogier van der Weyden che gettarono le basi iniziali per la scuola ferrarese. Il vero fondatore della scuola ferrarese è considerato Cosmè Tura, mentre l'ultimo suo rappresentante è considerato Carlo Bononi.

Molte delle opere degli artisti della scuola furono disperse con la fine della signoria estense a Ferrara (1598).

Lista di pittori della Scuola ferrarese[modifica | modifica wikitesto]

XV secolo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Rinascimento ferrarese#Pittura.

XVI secolo[modifica | modifica wikitesto]

XVII-XVIII secolo[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sydney J. Freedberg, in Pelican History of Art: Painting in Italy, 1500-1600, Penguin Books, 1993.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura