Biblioteca comunale Ariostea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°49′58.15″N 11°37′17.54″E / 44.832819°N 11.621539°E44.832819; 11.621539

Biblioteca comunale Ariostea
Biblioteca comunale Ariostea
Palazzo Paradiso
Stato Italia
Regione Emilia-Romagna
Città Ferrara
Indirizzo Via delle Scienze, 17 - 44121
Tipo Pubblica
Stile Rinascimentale
Costruzione 1391
Sito Sito ufficiale

La Biblioteca comunale Ariostea si trova nel palazzo Paradiso di Ferrara in via delle Scienze 17.

È nota soprattutto perché all'interno vi è situata la tomba di Ludovico Ariosto e perché vi vide laurearsi Paracelso.

Palazzo Paradiso[modifica | modifica sorgente]

Il palazzo Paradiso fu costruito nel 1391 come palazzo di delizia estense e venne decorato con affreschi della vita di corte. Nel 1567 il palazzo venne dato in affitto dal cardinale Ippolito II d'Este al Magistrato dei Savi, affinché vi trasferisse tutte le facoltà universitarie; qui si laureò Paracelso. Nel Seicento a seguito di un intervento di Giovan Battista Aleotti venne costruita la torre dell'orologio e il portale marmoreo e il palazzo assunse il suo aspetto attuale.

Nel 1753 il palazzo divenne sede della Biblioteca Civica, poi intitolata a Ludovico Ariosto. Nel 1801 venne spostata al suo interno la tomba monumentale di Ludovico Ariosto (dell'Aleotti, 1612), proveniente dalla chiesa di San Benedetto nell'Addizione Erculea. L'Università di Ferrara fu spostata nel 1963, mentre la biblioteca vi è tutt'oggi collocata.

All'interno è presente inoltre un teatro anatomico del Settecento e un interessante scalone d'onore dello stesso periodo.

La biblioteca[modifica | modifica sorgente]

La biblioteca contiene diversi volumi e manoscritti antichi, incunaboli, codici miniati, cimeli dell'Ariosto e di altri scrittori. Contiene circa 650 edizioni diverse delle opere di Ariosto tra le quali alcune dell'epoca.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alessandra Chiappini (a cura di), Palazzo Paradiso e la Biblioteca Ariostea, Roma, 1993, ISBN 887060294X