Adriano Franceschini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adriano Franceschini (Ferrara, 17 aprile 1920Ferrara, 22 dicembre 2005) è stato uno storico italiano, maestro di scuola elementare, ricercatore, epigrafista e saggista.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Personalità poco incline alla pubblicità ha dedicato tutta la vita al suo lavoro di maestro elementare ed alla passione della ricerca storica, attraverso lo studio delle epigrafi e dei testi antichi, molti dei quali conservati nella Biblioteca Comunale Ariostea o nell’archivio del Duomo di Ferrara, oppure nelle biblioteche di Verona, Modena e Mantova. Si è interessato particolarmente alla storia locale di Ferrara e delle zone limitrofe (con ricerche durate oltre 40 anni), pubblicando saggi sul ghetto ebraico, sui commerci e sulla vita medievale e rinascimentale. Attento e minuzioso, ha frequentato assiduamente i luoghi dove sono conservati i testi antichi, ha realizzato la trascrizione dei testi consultati in centinaia di quaderni contenenti anche appunti personali, ed ha ricontrollato le fonti pure a distanza di decenni. A lui è stata intitolata la Scuola Elementare di Porotto, dove ha insegnato per moltissimi anni, e la sala di studio dell'Archivio di Stato di Ferrara.

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

Viene citato da vari studiosi che si sono interessati ai temi da lui approfonditi. Tra questi Di Dana E. Katz fa riferimento ai lavori di Franceschini nel suo The Jew in the Art of the Italian Renaissance.

Opere e bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1982, Inventari inediti di biblioteche ferraresi del sec. XV B La biblioteca del capitolo dei Canonici della Cattedrale - Deputazione provinciale ferrarese di storia patria (Ferrara)
  • 1993, Artisti a Ferrara in età umanistica e rinascimentale : Parte I dal 1341 al 1471;
  • 1995, Artisti a Ferrara in età umanistica e rinascimentale : Parte II, Tomo I: dal 1472 al 1492;
  • 1997, Artisti a Ferrara in età umanistica e rinascimentale : Parte II, Tomo II: dal 1493 al 1516;
  • 2006, Porotto nella storia (con M. Marighelli, E. Bovi, M. Peron, L. Scardino);
  • 2007, Presenza ebraica a Ferrara. Testimonianze archivistiche fino al 1492
  • 2009, Passeggiando per Ferrara - Francesco Scafuri – Cartografica Artigiana

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • [1] - Bibliothèque de l’Institut de recherche et d’histoire des textes
  • [2] - Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara
  • [3] - The Jew in the art of the Italian Renaissance, Dana E. Katz
  • [4] - Passeggiando per Ferrara - Comune di Ferrara
  • [5] - Link alla pagina che cita la Scuola Primaria a lui intitolata, a Porotto.