Savoia-Carignano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corona real abierta.svg
Principe di Carignano
Armoiries Savoie-Carignan 1630.svg
Stemma dei Savoia-Carignano
Data di creazione 1620
Creato da Carlo Emanuele I di Savoia
Primo detentore Tommaso Francesco di Savoia
Ultimo detentore Carlo Alberto di Savoia
Trasmissione al primogenito maschio
Predicato d'onore Sua/Vostra Altezza Reale

Savoia-Carignano è il ramo di Casa Savoia iniziato con Tommaso Francesco di Savoia, figlio quintogenito di Carlo Emanuele I di Savoia, che nel 1620 gli conferì il titolo di principe di Carignano. Alla morte del re di Sardegna Carlo Felice di Savoia, privo di eredi, si estinse la linea diretta dei Savoia e si dovette risalire al ramo dei Savoia-Carignano per designare l'erede al trono del Regno di Sardegna, che fu Carlo Alberto di Savoia (17981849). Tutti i re d'Italia discendono quindi dal ramo Savoia-Carignano. Ecco come si sviluppa la successione:

Dal ramo dei Savoia Carignano si diparte il ramo cadetto dei Savoia-Carignano Soissons, il cui capostipite fu Eugenio Maurizio di Savoia Carignano, figlio di Tommaso Francesco di Savoia Carignano e di Maria di Borbone, contessa di Soissons. La madre ricevette in eredità il titolo dal fratello Luigi, deceduto senza figli, e lo volle trasmettere solamente al figlio prediletto Eugenio Maurizio (16351673). Questi ebbe cinque figli e tre figlie dalla moglie Olimpia Mancini. Tra i figli divenne famoso Eugenio di Savoia Carignano Soissons, condottiero e diplomatico al servizio degli Asburgo di Vienna. Il ramo Carignano-Soissons ebbe come ultimi rappresentanti Eugenio Giovanni Francesco, duca di Troppau, deceduto nel 1734, e lo stesso Eugenio di Savoia Carignano Soissons.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franz Herre, Eugenio di Savoia, collezione storica Garzanti, Garzanti, Milano 2001, ISBN 88-11-69311-X
  • Enrica Roddolo, I Savoia, Edizioni Piemme Spa, Asti 1998