Luigi di Borbone,conte di Soissons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Luigi di Borbone-Soissons)
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi con questo nome, vedi Luigi di Borbone.
Stampa rappresentante il Gran Maestro di Francia Luigi di Borbone-Soissons.

Luigi di Borbone (Parigi, 11 maggio 1604Sedan, 6 luglio 1641) fu conte di Soissons, conte di Clermont e di Dreux, gran maestro di Francia.

Appartenente ad un ramo cadetto dei Principe di Condé, era figlio di Carlo di Borbone, conte di Soissons (15661612) e di Anna di Montafià, signora di Lucé (15771644).[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Alla morte del padre (1612) divenne governatore del Delfinato e successivamente (1631) della Champagne. Nel 1636 organizzò con il cugino Gastone d'Orléans, fratello minore del re Luigi XIII, e con il conte di Montrésor, un complotto per eliminare il cardinale Richelieu ma la congiura fallì.

Si rifugiò quindi a Sedan presso Federico Maurizio de La Tour d'Auvergne, duca di Bouillon e principe di Sedan, ove, con il sostegno militare della Spagna, rinnovò i tentativi di eliminazione del Richelieu. Contro i ribelli fu inviata un'armata francese al comando del duca di Châtillon, che fu sconfitta sulla piana della Marfée (Sedan). Nella battaglia tuttavia il conte di Soissons trovò la morte.[2] Luigi morì senza lasciare eredi diretti ed il titolo comitale passò alla sorella Maria di Borbone-Soissons.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Luigi di Borbone-Soissons era anche cugino in secondo grado di Luigi XIII
  2. ^ Si trattò di morte accidentale: il conte aveva l'abitudine di sollevare la visiera del proprio elmo con la canna della sua pistola e, ripetendo il gesto abituale, un colpo partì dall'arma ferendolo mortalmente, quando già la battaglia stava volgendo in favore delle sue truppe.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Gran maestro di Francia Successore Pavillon royal de la France.png
Carlo di Borbone-Soissons 1612 - 1641 Enrico II di Borbone-Condé

Controllo di autorità VIAF: 26800253 LCCN: no2005073413

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie