Sarah Jessica Parker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sarah Jessica Parker al Tribeca Film Festival 2009

Sarah Jessica Parker (Nelsonville, Ohio, 25 marzo 1965) è un'attrice statunitense, che deve la sua popolarità soprattutto alla serie tv Sex and the City, per cui ha vinto 4 Golden Globe, 3 Screen Actors Guild Awards e 2 Emmy Awards.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Terza di quattro fratelli, Sarah Jessica Parker nasce il 25 marzo 1965 a Nelsonville in Ohio, da Barbara Keck, un'insegnante di origine tedesca ed inglese, e da Stephen Parker, un imprenditore e giornalista ebreo di Brooklyn originario dell'Est Europa (il cognome originale era Bar-Kahn). Sarah inizia a recitare a soli otto anni; a Broadway interpreta The Innocents, la cui rappresentazione costringe la sua famiglia a traslocare nel New Jersey. Ha anche due sorellastre e due fratellastri. I genitori la iscrivono all'American Ballet School e alla Professional Children's School, ottime basi per poter affrontare, sempre a Broadway, il musical Annie. Parallelamente alla carriera d'attrice, Sarah porta avanti gli studi scolastici alla Dwight Morrow High School.[1].

I primi ruoli[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto in televisione è del 1982 con il film tv My Body, My Child; sempre nello stesso anno è fra le protagoniste del serial Zero in condotta nel ruolo di Patty Green.[2]

Interpreta piccoli ruoli al cinema (Footloose, 1984)[3] e in televisione (Dadah is Dead e La pensione, 1987). Sarà solo nel 1991 che riuscirà a farsi notare nella commedia brillante di Mick Jackson Pazzi a Beverly Hills accanto a Steve Martin.

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha ruoli secondari in pellicole come Mi gioco la moglie a... Las Vegas di Andrew Bergman, film nel quale Sarah recita la parte della moglie di Nicholas Cage; è una strega (insieme a Bette Midler) nel disneyano Hocus Pocus di Kenny Ortega[4]; recita due volte per Tim Burton (nel 1994 è la moglie di Ed Wood nell'omonimo film; nel 1996 è una giornalista rapita dagli alieni in Mars attacks![5]), due per Hugh Wilson (Il club delle prime mogli, 1996 e Dudley Do-Right, 1999[6]), una al fianco di Woody Allen ne I ragazzi irresistibili di John Erman nel 1995.

Nonostante altri flop al cinema (Appuntamento col ponte, Soluzioni estreme), riesce ad ottenere soddisfazioni a teatro: recita in Once upon a time a Mastress[7] e si dedica a spettacoli off-Broadway come Sylvia e How to Succed in Business Without Really Trying.

Il successo internazionale[modifica | modifica wikitesto]

La svolta arriva nel 1998 quando il network americano HBO le affida la parte di Carrie Bradshaw nel serial Sex and the City, ruolo che interpreterà per sei stagioni e che le farà vincere svariati premi ricevere diverse candidature[8]. Nel 2000 viene chiamata da MTV per presentare l'MTV Movie Awards e interpreta la commedia Hollywood, Vermont di David Mamet, accolto positivamente da critica e pubblico[9]. Conclusasi la serie televisiva nel 2004, della quale nel frattempo era divenuta anche produttrice, firma un contratto con i magazzini Gap e continua a recitare al cinema con La neve nel cuore (The Family Stone) di Thomas Bezuca nel 2005 e A casa con i suoi (Failure to Launch). Il primo film porta all'attrice una candidatura al Premio Golden Globe mentre il secondo è accolto da critiche negative. Entrambe le pellicole ottengono ottimi incassi al botteghino[10][11][12][13].

Lavori recenti[modifica | modifica wikitesto]

Recita nel primo e secondo film tratti dalla serie televisiva Sex and the City e nelle commedie Che fine hanno fatto i Morgan?, Ma come fa a far tutto? e Capodanno a New York, accolte negativamente dalla critica riescono ad ottenere buoni incassi e a coprire il budget di produzione[14].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sarah Jessica Parker con il marito Matthew Broderick al Tribeca Film Festival 2009

Sarah è membro della Hollywood's Women's Political Committee ed è ambasciatrice dell'UNICEF[15].

Dal 1984 al 1991 ha avuto una relazione con l'attore Robert Downey Jr., finita a causa dei suoi problemi di droga. Il 19 maggio 1997 sposa Matthew Broderick. La coppia ha avuto un figlio naturale nel 2002, James Wilkie, e successivamente due gemelle, Marion Loretta Elwell e Tabitha Hodge, nate nel 2009 tramite madre surrogata.[16][17]

Moda[modifica | modifica wikitesto]

Ha lanciato una collezione di abiti low cost: nella linea Bitten[18] è difficile trovare capi ad un prezzo superiore ai 20 $. Il marchio di abbigliamento Gap, di cui Sarah è testimonial, ha deciso di sostituirla alla vigilia del quarantesimo compleanno, con la cantante britannica Joss Stone di appena 17 anni. Ma Gap non ha licenziato in tronco l'attrice come i media avevano sostenuto in un primo momento, ma ha riadattato la sua immagine per rappresentare il marchio presso le fasce di pubblico più agé e conservatrici. Dal febbraio 2014 è creatrice di una linea di scarpe in collaborazione con Mr. George Malkemus, ovvero il Presidente di Manolo Blahnik America. La linea interamente prodotta in Italia è chiaramente ispirata ai capolavori dello stilista, ma dai prezzi decisamente più contenuti. Il nome della linea di scarpe è SJP Line, in vendita esclusiva sul sito americano Nordstrom dal 28 febbraio.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sarah Jessica Parker nel 2003

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Barbara De Bortoli in Voglia di ballare, Sex and the City, La neve nel cuore, A casa con i suoi, Sex and the City, Pazzi a Beverly Hills (ridoppiaggio), Che fine hanno fatto i Morgan?, Sex and the City 2, Ma come fa a far tutto?, Capodanno a New York, Glee
  • Cristina Boraschi in E giustizia per tutti, Impatto imminente, Appuntamento col ponte, Promesse e compromessi, Mi gioco la moglie a Las Vegas, Life without Dick
  • Chiara Colizzi in Mars Attacks!
  • Ilaria Stagni in Pazzi a Beverly Hills
  • Laura Lenghi in Il club delle prime mogli, Extreme Measures - Soluzioni estreme
  • Claudia Razzi in Viaggio senza ritorno
  • Cristina Noci in Ed Wood
  • Chiara Salerno in Hocus Pocus
  • Roberta Greganti in Dudley Do-Right

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 14970308 LCCN: n78061205