Gap (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gap, Inc.
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo Public company
Borse valori (NYSE: GPS)
Fondazione 1969 a San Francisco
Sede principale San Francisco
Persone chiave Fondata da Donald Fisher e Doris F. Fisher
Robert J. Fisher, Presidente
Glenn K. Murphy, AD
Marka Hansen, Presidente, Gap
Tom Wyatt, Presidente, Old Navy
Jack Calhoun, Presidente,[1] Banana Republic
Art Peck, Presidente, Outlet
Settore Distribuzione
Prodotti Vendita al dettaglio e commercio di abbigliamento, calzature ed accessori
Fatturato Green Arrow Up.svgUSD833 milioni (2007)
Dipendenti 152.000 (complessivamente su tutti i marchi e le catene) (2005)
Sito web www.gapinc.com

The Gap, Incorporated (NYSE: GPS) è un'azienda che produce e vende al dettaglio abbigliamento ed accessori, basata a San Francisco, USA e fondata nel 1969 dai coniugi Donald e Doris Fisher. I prodotti dell'azienda sono suddivisi su cinque marchi principali: l'eponimo Gap, Banana Republic, Old Navy, Piperlime e Athleta, venduti principalmente in negozi controllati direttamente dall'azienda stessa. Alla data del settembre 2008, The Gap, Inc. impiega circa 150.000 dipendenti ed opera più di 3.100 negozi nel mondo e presente anche in Italia a Milano, Roma, Torino ed altri punti di presenza soprattutto presso centri commerciali. È la principale azienda di abbigliamento degli Stati Uniti; nel mondo è stata recentemente sorpassata dalla spagnola Inditex, proprietaria ad esempio del marchio Zara[2]. Gap ha avuto particolare successo in Italia, utilizzando come immagine rappresentativa Mathieu Zannoni ( che ad oggi lavora presso Pull&Bear, marchio sempre di proprietà della famiglia Fisher ) La Gap è quotata alla borsa di New York con il simbolo GPS; la famiglia Fisher ha sinora mantenuto una quota significativa del capitale e la direzione dell'azienda. Donald Fisher è stato Presidente del Consiglio di Amministrazione fino al 2004; il suo successore è stato il figlio Robert. Sia Donald che Doris Fisher fanno ancora parte del Consiglio di amministrazione[3].

Glenn K. Murphy è l'Amministratore Delegato attuale. Suoi predecessori sono stati Millard Drexler e Paul Pressler.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1969 da Donald e Doris Fisher, il nome della Gap nasce da "the generation gap," (il "distacco generazionale"), una frase assai diffusa dalla fine degli anni '60 per descrivere la distanza psicologica tra i giovani della generazione che negli Stati Uniti viene definita dei "baby boomers" (i nati tra il 1950 ed il 1960) ed i loro genitori.

1969-1980[modifica | modifica wikitesto]

Il primo negozio Gap fu aperto da Donald Fisher su Ocean Avenue a San Francisco nel 1969. I prodotti in vendita erano blue jeans della Levi's, dischi e nastri musicali; i prodotti audio furono in vendita tuttavia per soli tre mesi.

Nell'anno successivo (1970) le vendite raggiunsero i due milioni di dollari e un secondo negozio fu aperto a San Jose (sempre nella zona della Baia di San Francisco), insieme ai primi uffici aziendali (dove lavoravano soltanto quattro persone) a Burlingame, California. Gap continuò a crescere rapidamente e nel 1972-1973 aveva superato i 25 negozi espandendosi al di fuori della California fino ad aprire il primo negozio sulla costa atlantica a Voorhees, New Jersey.

Nel 1974 Gap iniziò a vendere capi con il proprio marchio.

Il 1975 vide la creazione di una catenza di negozi specializzati in abbigliamento scontato, e l'acquisizione del marchio di abbigliamento casual "You & You" precedentemente basato nel New England.

Il 1976 fu l'anno dell'ingresso in Borsa, con la quotazione sia a New York sia alla Pacific Stock Exchange, con un'offerta iniziale di 1.200.000 azioni.

Nel 1977 Gap introdusse le etichette "Fashion Pioneers", "Eaton Hill", and "Foxtails", e lanciò due sottomarche, "Logo," basata in California e Missouri, e "Brands", con base a New York e nel New Jersey. Sempre nello stesso anno, Gap spostò la propria sede da Burlingame a San Bruno, California.

Il 1980 vide la fusione delle catene "Brands" e "Pants %ff" nella nuova "Tagg's".

1980-oggi[modifica | modifica wikitesto]

Banana Republic, precedentemente un'azienda minore specializzata in abbigliamento stile "safari", fu acquistata nel 1983, per poi essere riposizionata sulla fascia alta del mercato alla fine degli anni '80.

Il marchio Old Navy fu lanciato nel 1994, per la clientela attenta al prezzo ma con una connotazione di qualità.

La quarta catena "tradizionale", Forth & Towne, fu aperta nel 2005 per rivolgersi alla clientela femminile dai 35 anni in avanti[4]; all'inizio del 2007, tutti i 19 negozi furono chiusi ed il marchio abbandonato[5].

Oggi tutti i marchi secondari di abbigliamento sono stati chiusi, per mantenere soltanto le linee "Gap" (con le sfaccettature "Baby Gap" per il neonato, "Gap Kids" per il bimbo, ecc.), "Banana Republic" e "Old Navy", oltre che la recente acquisizione "Athleta".

La più recente iniziativa è quella di Piperlime, negozio online di calzature, creato nel 2006[6].

Strategia di marketing[modifica | modifica wikitesto]

I negozi a marchio Gap sono di tipo generalista; più specializzati quelli a marchio Banana Republic, che cercano di dare un'immagine più sofisticata, e quelli Old Navy, indirizzati per le famiglie ed i giovani. La Gap, così come altre grandi catene di abbigliamento, è stata criticata per l'uniformità dei suoi negozi, anche se l'azienda afferma di utilizzare diversi formati di negozio e diversi disegni degli articoli per i vari mercati locali[7].

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Quando Gap fu fondata nel 1969, era unica e nuova. Il suo target di clientela erano i giovani. Il prodotto di punta all'epoca era il look "basic", che consisteva nei suoi blu-jeans caratteristici e le t-shirt di cotone bianco. I fondatori di Gap si resero conto che i jeans stavano crescendo di popolarità tra i clienti più giovani; ciononostante, non c'era sufficiente assortimento di questi capi nei negozi di abbigliamento. Sfruttando questo deficit furono in grado di espandersi: i Fisher erano sicuri che i jeans potessero essere venduti tramite una catena di piccoli negozi dedicati soltanto ad essi[8].

Questa idea imprenditoriale ha consentito nel tempo all'azienda di crescere fino ai livelli attuali e di espandere la propria linea d'offerta fino ad ottenere oggi un vasto assortimento di abiti per uomo, donna e bambino, ma anche accessori, cosmetici e calzature — queste ultime nel negozio online Piperlime. Il posizionamento è quello di un marchio casual ma con stile, ad un prezzo ragionevole.

Tramite i marchi Banana Republic e Old Navy la Gap affronta il mercato con linee posizionate a diversi livelli di valore. Tuttavia, questi sforzi di marketing, per riuscire a proporsi anche come fornitore per i consumatori del lusso, sono stati presi di mira per alcuni recenti problemi nei risultati economici dell'azienda[9].

La Gap pubblicizza i propri prodotti attraverso numerose campagne sulla stampa ed in televisione, utilizzando spesso come testimonial volti famosi dello spettacolo; ma anche attraverso cataloghi postali o tessere regalo prepagate. Anche questa strategia è stata criticata per la mancanza di un messaggio chiaro, e per aver perso contatto con i clienti primari, che l'azienda sta quindi cercando di recuperare[10].

Marchi[modifica | modifica wikitesto]

  • Gap
  • Gap Outlet
  • GapKids
  • babyGap
  • GapBody
  • GapMaternity
  • Love (Gap Accessories)
  • Athleta (acquisizione recente)
  • Old Navy
  • Banana Republic
  • Banana Republic Factory Store
  • Forth & Towne (chiuso)
  • Piperlime
  • Gap Warehouse (chiuso)
  • Brands (chiuso)
  • Hemisphere (chiuso)
  • Pants %ff (chiuso)
  • Pottery Barn (venduto a Williams-Sonoma)
  • SuperGap (chiuso)
  • Tagg's (chiuso)
  • You & You (chiuso)

Negozi tradizionali[modifica | modifica wikitesto]

Il canale principale della Gap sono i negozi tradizionali. Gap gestisce direttamente i negozi negli Stati Uniti ed in Canada, Regno Unito, Italia, Francia, Irlanda, Corea del Sud e Giappone. Tramite accordi di franchising è presente a Singapore, Malesia, Emirati Arabi Uniti, Corea del Sud, Kuwait, Qatar, Bahrain, Oman, Arabia Saudita, Cambogia e Indonesia. Nel 2007 The Gap, Inc. disponeva di 3.131 negozi in varie parti del mondo[11], così suddivisi:

Gap
Banana Republic
Old Navy

Online[modifica | modifica wikitesto]

Il negozio online www.gap.com nel 2008 è stato visitato almeno da 18 milioni di persone, secondo i dati di Compete.com.

Gap è l'unica azienda di distribuzione degli USA a spendere online più del 2% del proprio budget di marketing[14], con positivi effetti sul sito che viene sovente additato come modello di stile ed efficienza.

Contenziosi sul marchio[modifica | modifica wikitesto]

Il nome dell'azienda, "Gap", è un marchio depositato, ma è anche una parola assai comune in inglese e dotata per di più di vari significati (distanza, spazio, varco, passaggio, ecc.), situazione che ha reso possibili vari contenziosi con altre aziende.

Uno dei casi è avvenuto con la Bootleg Gap, azienda di gestione di un campo da golf a Kimberley, British Columbia, così chiamata da un passo di montagna che si trova nelle vicine Bootleg Mountains. Dopo tre anni di negoziazioni, e non disponendo delle risorse per difendersi in tribunale, il circolo sportivo accettò di rimuovere la parola "Gap" dal nome del ristorante e del percorso di golf, e di chiamare la propria linea di capi d'abbigliamento "Bootleg Golf". I costi legali sostenuti costrinsero inoltre il circolo a rimandare degli investimenti previsti sul campo da gioco[15].

Governance aziendale[modifica | modifica wikitesto]

I vertici aziendali della Gap, Inc. sono i seguenti[16].

Consiglio di amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Howard P. Behar
  • Adrian D. P. Bellamy (1995)
  • Domenico De Sole
  • Donald Fisher (1969)
  • Doris F. Fisher (1969)
  • Robert J. Fisher (1990), Presidente (2004)
  • Penelope L. Hughes
  • Bob L. Martin
  • Jorge P. Montoya
  • James M. Schneider
  • Mayo A. Shattuck III
  • Ken Pickart

Management operativo[modifica | modifica wikitesto]

  • Chief Executive Officer (Amministratore Delegato): Glenn K. Murphy[17]
  • Presidente, marchio Banana Republic Brand: Jack Calhoun
  • Presidente, Giappone: John Ermatinger
  • Presidente, Marchio Gap: Marka Hansen
  • Presidente, Gap, Inc. Direct: Toby Lenk
  • Presidente, Marchio Old Navy: Tom Wyatt
  • Presidente, Europa: Stephen Sunnucks
  • Presidente, Gap, Inc. Outlet Art Peck
  • Executive Vice Presidente, Corporate Strategy and Business Development: Art Peck
  • Executive Vice Presidente e Capo Chief Financial Officer: Sabrina Simmons
  • Executive Vice President and Chief Information Officer Michael B. Tasooji
  • Executive Vice President, Human Resources and Corporate Communications: Eva Sage-Gavin
  • Senior Vice President, Gap International Sourcing: Stan Raggio
  • Senior Vice President & General Counsel: Michelle Banks

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gap Inc. Names Jack Calhoun President of Banana Republic - SmartBrief
  2. ^ Gap And Zara Battle For Top Spot - News Markets - Portfolio.com
  3. ^ Gap Explores Alternatives, Including Possible Sale: CNBC's Faber, CNBC.com, 8 gennaio 2007.
  4. ^ More Information
  5. ^ Gap Inc. Announces it will close Forth & Towne Store concept (press release), Gap Inc., 26 febbraio 2007.
  6. ^ Gap hires Egon Zehnder to find new CEO (reprint), Associated Press, 5 marzo 2007.
  7. ^ 1960s: Commerce: Gap | 100 Years of Pop Culture
  8. ^ Gap: Information and Much More from Answers.com
  9. ^ [1]
  10. ^ brandchannel.com | The Gap | Retail Clothing| brands | brand | branding news
  11. ^ Gap Inc (GPS) Full Description | Stocks | Reuters.com
  12. ^ Fiba Grubu
  13. ^ Fiba Grubu
  14. ^ iMedia Connection: Revisiting Retail: National Chains Online
  15. ^ The Gap Boots Bootleg!
  16. ^ About Gap Inc.
  17. ^ Gap Inc. - About Gap Inc. - Executive Leadership Team Biographies

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]