Salvatore Borgese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salvatore Borgese (al centro) nel film Lo chiamavano Tresette... giocava sempre col morto (1973)

Salvatore Borgese (Roma, 5 marzo 1937) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Roma da genitori calabresi, Borgese ha partecipato come stuntman[1] e attore in oltre 80 film di vario genere, dalle commedie, ai western, ai film d'avventura. In seguito divenne anche maestro d'armi.

Ha lavorato anche con Bud Spencer e Terence Hill[1] nei seguenti film: Il corsaro nero (1971), Si può fare... amigo (1972), ...E poi lo chiamarono il Magnifico (1972), Pari e dispari (1978), Poliziotto superpiù (1980) e Chi trova un amico, trova un tesoro (1981). Ha inoltre partecipato in due puntate della famosa fiction Don Matteo: "La strategia dello scorpione" (prima serie, 2000) e "Falsa partenza" (quinta serie, 2006).

Altri film in cui ha lavorato sono, ad esempio: La battaglia di El Alamein (1969), Lo chiamavano Tresette... giocava sempre col morto (1973), Il corsaro nero (1976), La tigre è ancora viva: Sandokan alla riscossa! (1977) (interpretando il ruolo di Kammamuri), La banda del gobbo (1978), Ciao nemico (1982), I picari (1988), Natura contro (1988), Il padrino - Parte III (1990), Le comiche (1990) e Johnny Stecchino (1991).

Nei titoli di testa dei suoi film viene accreditato come:

  • Sal Borgese
  • Salvatore Borgese
  • Salvatore Borghese
  • Michael Franz
  • Dick Gordon

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Salvatore Borgese in Pari e dispari (1978)
Salvatore Borgese (il secondo da sinistra) in una scena del film Chi trova un amico, trova un tesoro (1981).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Caratteristi - Sal Borgese (Stracult)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]