Rublo sovietico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rublo sovietico
Nome locale советский рубль
Rouble-1961-Paper-1-Obverse.jpg
1 rublo del 1961 (fronte)
Rouble-1961-Paper-1-Reverse.jpg
1 rublo del 1961 (retro)
Codice ISO 4217 SUR
Stati URSS URSS
Simbolo руб (rublo), к (copechi)
Frazioni 100 copechi (копейка)
Monete 1, 2, 3, 5, 10, 15, 20, 50 copechi; 1, 5, 10 rubli
Banconote 1, 3, 5, 10, 25, 50, 100, 200, 500, 1000 rubli
Entità emittente Banca Nazionale dell'Unione Sovietica
Periodo di circolazione 1917 - 1992
Sostituita da Rublo dal (e altre valute locali) dal 1992 al 1995
Tasso di cambio diverso da stato a stato (vedi tabella sotto) (1992)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Il rublo (in russo: рубль) è stata la valuta dell'Unione Sovietica. Un rublo era diviso in 100 kopeki, kopecki, o copechi (in russo: копе́йка, plurale копе́йки).

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi rublo.

La parola "rublo" deriva dal verbo slavo рубить, (rubit'), che significa tagliare. Storicamente, il rublo era un pezzo tagliato da un lingotto di argento (grivna), da qui il nome.

Rublo nell'Unione Sovietica[modifica | modifica sorgente]

La valuta sovietica aveva un nome diverso in ogni lingua dell'Unione Sovietica, talvolta anche abbastanza differente dal nome russo. Tutte le banconote recavano il nome e il valore nominale in ogni lingua delle repubbliche dell'Unione Sovietica. Il nome attuale di diverse valute dell'Asia centrale è semplicemente il nome locale del rublo.

Il nome della moneta nelle lingue ufficiali delle 15 repubbliche, in ordine in cui apparivano nelle banconote:

Lingua In lingua locale Traslitterazione
rublo kopek rublo kopek
Russo рубль копейка rubl’ kopejka
Ucraino карбованець копійка karbovanec' kopijka
Bielorusso рубель капейка rubjel’ kapejka
Uzbeko сўм тийин so'm' tijin
Kazako сом тиын som tiyn
Georgiano მანეთი manati
Azero манат гəпик manat qəpik
Lituano rublis kapeika
Moldavo рублэ копейкэ rublă copeică
Lettone rublis kapeika
Kirghizo сом тыйн som tyin
Tagiko сўм sum
Armeno ռուբլի կոպեկ roubli kopek
Turkmeno манат manat
Estone rubla kopikas
1981, moneta tra 3 copechi.

È da notare che la scrittura in lingua uzbeka, azera, moldava e turkmena è passata dal cirillico all'alfabeto latino nel periodo del collasso dell'Unione Sovietica.

Sostituzione delle valute nell'ex Unione Sovietica[modifica | modifica sorgente]

Poco dopo il collasso dell'Unione Sovietica nel 1992 furono introdotte valute locali nei nuovi stati indipendenti. Gran parte delle nuove economie erano deboli, pertanto molte delle nuove valute subirono cambiamenti e riforme, tra cui modifiche di nome e tassi di conversione.

Stato Nuova
valuta
Tasso di conversione
dal rublo
Data
di introduzione
Ulteriore
modifica del nome
Adesione
all'UE
Armenia Dram 200 22 novembre 1993 NO NO
Azerbaijan Manat 10 15 agosto 1992 NO
Bielorussia Rublo 10 Maggio 1992 NO
Estonia Corona 10 20 giugno 1992 NO
Georgia Lari 1 5 aprile 1993 NO
Kazakhstan Tenge 500 15 novembre 1993 NO NO
Kyrgyzstan Som 200 10 maggio 1993 NO NO
Lettonia Rublis 1 7 maggio 1992
Lituania Talona 1 Agosto 1991
Moldova, esclusa Transnistria 1 Cupon 1 1992 NO
Transnistria Rublo 1 1994 NO
Tajikistan Rublo 100 10 maggio 1995 NO
Turkmenistan Manat 500 1º novembre 1993 NO NO
Ucraina Karbovanec' 1 10 gennaio 1992 NO
Uzbekistan Som 1 15 novembre 1993 NO

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]