Paolo Kessisoglu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paolo Kessisoglu (seduto con la chitarra) e Luca Bizzarri al Festival teatro canzone Giorgio Gaber 2008

Paolo Kessisoglu (Genova, 25 luglio 1969) è un attore, comico e conduttore televisivo italiano.

È noto principalmente per il duo Luca e Paolo formato con l'amico Luca Bizzarri.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce da una famiglia genovese di origini armene.[1] Nel giugno del 2003 sposa la conduttrice e giornalista Sabrina Donadel, e insieme hanno la loro prima figlia, Lunita Maria. Kessisoglu, come la moglie, è vegetariano.[2][3] È tifoso del Genoa; suo padre, Pietro Kessisoglu, è stato per molti anni il presidente del coordinamento club genoani.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Kessisoglu suona la chitarra e si esibiva già a 13 anni in varie formazioni jazz nei club della sua città. Nel 1991, durante alcuni provini, conosce il genovese Luca Bizzarri, con cui forma da quel momento un'affiatata coppia comica. Insieme all'amico partecipa alla fondazione del gruppo cabarettistico I cavalli marci, che si metteranno in evidenza nella stagione 1997-1998 nella trasmissione televisiva Ciro, il figlio di Target, condotta da Enrico Bertolino. Il sodalizio con il gruppo dura fino al 1998. Nel 1998 Kessisoglu esce dal gruppo assieme all'amico Bizzarri, con cui dà vita al duo comico Luca e Paolo. Nello stesso anno esordiscono in coppia al cinema in E allora mambo!, per la regia di Lucio Pellegrini. Nel 1999 prendono parte ad una nuova edizione del varietà televisivo Ciro, il figlio di Target, e sull'onda del successo del personaggio di Mimmo Amerelli, un disc jockey malavitoso, incidono con la collaborazione di Molella il singolo dance Alla consolle.

Nel 2000 l'intera squadra di E allora mambo! ritorna al cinema con Tandem. Sempre nel 2000 Luca e Paolo approdano su MTV con un nuovo programma, chiamato MTV Trip, in cui girano l'Italia a bordo di una Fiat 130 targata Bologna in allestimento carro funebre, chiacchierando e creando parodie, sketch e filmati divertenti del paese in cui alloggiavano: lo show ottiene un discreto successo ed arriva fino alla quarta edizione, girata anche in Spagna. L'anno seguente doppiano il film Disney Le follie dell'imperatore e diventano conduttori, sempre accanto ad una presenza femminile che cambierà negli anni, del programma Le Iene di Italia 1. Nel 2001 i due partecipano nelle vesti dei "municipali" (due vigili della polizia) al video della canzone Supereroi dei Meganoidi, estratta dall'album Into the Darkness, Into the Moda: il brano diventa la sigla del programma Le Iene. Sempre nello stesso anno sono anche nel cast di Mai dire Gol. Tra il 2002 ed il 2003 prestano le loro voci al cartone animato Sitting Ducks ed al film d'animazione spagnolo La foresta magica.

Sempre nel 2003 partecipano all'adattamento italiano del format internazionale di successo Camera Café (dove Paolo Kessisoglu interpreta il personaggio di Paolo Bitta, questo, inoltre, è il nome con cui è chiamato spesso nella community del web). Nell'autunno 2004 i due comici presentano lo show televisivo comico Superciro, remake del programma che li ha resi celebri, mentre nell'ottobre 2005 ricevono entrambi il premio per la migliore interpretazione maschile al Festival del film italiano di Annecy per il film ...e se domani. Nel 2007 partecipano alla sitcom ispirata alla commedia omonima di Neil Simon, La strana coppia e l'anno dopo interpretano una piccola parte nel film Asterix alle Olimpiadi. Nello stesso anno, dopo quasi 8 anni come presentatori de Le Iene, Luca e Paolo ne lasciano temporaneamente la conduzione; al loro posto subentra il comico Fabio De Luigi.

Nel gennaio 2009 tornano alla conduzione della trasmissione, a fianco di Ilary Blasi. Sempre nel 2008 Kessisoglu collabora con il mensile GQ, per conto del quale racconta i più importanti concerti tenuti in Italia durante l'estate. Il 31 maggio 2008 partecipa al concerto dei Negramaro allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, esibendosi con la chitarra durante un loro brano; l'11 giugno 2008 prende parte ad un concerto del chitarrista Joe Satriani tenutosi a Trezzo sull'Adda, suonando un piccolo pezzo alla chitarra;[5] il 16 luglio 2008 partecipa al concerto della storica band inglese Deep Purple al Teatro Smeraldo di Milano, suonando sul palco la chitarra ritmica durante l'esecuzione di Smoke on the Water. Nel febbraio 2011, insieme all'amico Luca Bizzarri e a Gianni Morandi, Belén Rodríguez ed Elisabetta Canalis, conduce il Festival di Sanremo 2011. L'anno successivo conduce, assieme all'amico Bizzarri, la nuova edizione di Scherzi a parte, mentre nel 2014 la coppia è alla guida del nuovo varietà comico Giass.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Programmi TV[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'originario cognome era Keshishian (in armeno: Կեշիշիան) ma il nonno paterno, per eludere il forte clima persecutorio nei confronti della minoranza armena diffusosi in tutta l'Anatolia d'inizio Novecento, gli aggiunse la desinenza patronimica -oğlu (che significa figlio di-), piuttosto diffusa tra i cognomi turchi in modo da rendere il cognome meno riconducibile a una origine armena e più simile ai cognomi turchi.
  2. ^ Maria Teresa Veneziani, Paolo Kessisoglu: "Sono diventato vegetariano, ho perso cinque chili. E accarezzo i miei ricci" in Corriere della Sera, 30 gennaio 2010, p. 34.
  3. ^ Andrea Greco, Paolo Kessisoglu e Sabrina Donadel: Vita ascetica di una iena in coppia in leiweb.it, 2 aprile 2010.
  4. ^ Corrado Sannucci, Nell'inferno del Genoa in la Repubblica, 29 giugno 1988, p. 26.
  5. ^ Joe Satriani - Trezzo d'Adda - Live Club in delrock.it, 12 giugno 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]