Necrofilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti qui riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.

La necrofilia è una rara perversione sessuale (parafilia) nella quale viene raggiunto l'orgasmo mediante atti, eterosessuali od omosessuali, compiuti su un cadavere. La parola deriva dal greco antico: νεκρός (nekròs; "cadavere" o "morto") e φιλία (philìa; "amore").

Casi di cronaca celebri

Il caso di Carl Tanzler

Un famoso caso di necrofilia fu quello di Carl Tanzler, radiologo statunitense di origini tedesche di Key West in Florida, che nel 1931 curò invano una paziente ventunenne (Elena Milagro Hoyos) malata di tubercolosi.

La donna morì e il medico pagò ai genitori un mausoleo in cui tenere il corpo, per evitare la decomposizione. Due anni dopo rubò il corpo e lo collocò nel proprio letto, tenendo un guardaroba apposito per vestirlo.

Ted Bundy

Ted Bundy, serial killer americano attivo tra il 1974 e il 1978, adescava le sue giovani vittime perlopiù presso residence universitari, con la solita scusa del braccio ingessato, per poi ucciderle e infierire sul loro corpo.

Jeffrey Dahmer, il Mostro di Milwaukee

Uno dei più noti casi è quello di Jeffrey Dahmer che uccise 17 giovani maschi fra il 1978 e il 1991, abusando sessualmente dei loro cadaveri.

Henry Lee Lucas

Il serial killer Henry Lee Lucas oltre a seviziare le persone vive compiva anche atti di necrofilia dopo gli omicidi.

Altri progetti

erotismo Portale Erotismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di erotismo