Melanie Chisholm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Melanie Chisholm
Melanie Chisholm (Mel C)
Melanie Chisholm (Mel C)
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Dance pop[1]
Britpop[1]
Alternative rock[1]
Urban[1]
Adult contemporary music[1]
Pop rock[1]
Periodo di attività 1994 – in attività
Strumento chitarra acustica
Etichetta Virgin, Red Girl
Gruppo attuale EMGS
Gruppi precedenti Spice Girls
Album pubblicati 7
Studio 6
Sito web

Melanie Jayne Chisholm, conosciuta come Melanie C o Mel C (Whiston (Merseyside), 12 gennaio 1974), è una cantautrice britannica.

Si è fatta conoscere in tutto il mondo nel 1996, facendo parte del gruppo musicale Spice Girls, che ha venduto milioni di dischi fino al 2001, anno dello scioglimento del gruppo.

Ha debuttato come solista già nel 1998, prima delle sue compagne Geri Halliwell, Emma Bunton, Victoria Adams e Melanie B con le quali formava il gruppo, interpretando il brano When You're Gone insieme a Bryan Adams, pubblicato con successo come singolo, cui seguirà l'anno successivo il suo album di debutto, Northern Star, di buon successo commerciale.

Successivamente ha pubblicato altri album e diversi singoli, fondando nel 2005 l'etichetta discografica Red Girl con la quale ha pubblicato tutta la sua discografia a partire da quell'anno, ed è stata nominata ai BRIT Awards e agli Echo Award.[2] Melanie C nella sua carriera da solista ha venduto 12 milioni di dischi che sommati agli 80 milioni delle Spice Girls (maggior gruppo femminile di successo di tutti i tempi per numero di vendite) di cui lei faceva parte, fanno in totale 92 milioni di dischi.

Melanie C è il nome con cui ha firmato tutta la sua produzione discografica da solista, alla quale ha partecipato attivamente anche per la scrittura dei testi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi con le Spice Girls[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Spice Girls.

Melanie Chisholm, insieme a Melanie Brown, Geri Halliwell, Emma Bunton, e Victoria Beckham, diventò popolare nel 1996, anno in cui venne distribuito il singolo delle Spice Girls Wannabe. Il gruppo dominò le classifiche degli ultimi anni di quel decennio, vendendo oltre cinquanta milioni di copie delle loro pubblicazioni.[3] Nel gruppo le venne assegnato il nomignolo Sporty Spice, per la sua immagine sportiva. La cantante godeva della maggiore potenza vocale del gruppo, e fu la prima a debuttare con una carriera da solista.

Northern Star, il primo album[modifica | modifica wikitesto]

Melanie C durante un'esibizione

Il primo passo al di fuori del gruppo fatto dalla cantante è stato un duetto con il cantante canadese Bryan Adams nel 1998. Il brano in questione, When You're Gone ebbe un grande successo di vendite, pur non avendo mai raggiunto il primo posto nelle classifiche britanniche.[4] Al duetto seguì la pubblicazione dell'album solista Northern Star nel 1999. Per distanziare la cantante dall'immagine pop assunta nel gruppo Spice Girls, come primo singolo venne scelto Goin' Down, dalle sonorità rock. Anche il video presenta la cantante con un'immagine decisamente più aggressiva, ma il brano non ebbe un forte impatto sulle classifiche.[5] Seguì l'uscita del secondo singolo estratto, la title track Northern Star: questo brano ottenne un buon successo di vendite.

Seguì il terzo singolo, un versione remix del brano registrato con la partecipazione di Lisa Lopes Never Be the Same Again: fu il primo singolo della carriera solista della cantante a raggiungere l'apice della classifica britannica.[6] Grazie a questo brano anche l'album ritrovò slancio nelle vendite.[7] Il singolo successivo fu un remix dance del brano I Turn to You, un successo commerciale anche negli Stati Uniti, dove raggiunse la prima posizione nella classifica "Billboard" statunitense. Ultimo singolo estratto fu If That Were Me, che tuttavia fu scarsamente promosso e non ebbe un grande successo. La cantante, infatti, in quel periodo era impegnata nella promozione dell'ultimo progetto che l'avrebbe legata alle Spice Girls per lungo tempo, il disco Forever. In Italia il successo del disco, pubblicato per l'etichetta discografica Virgin, fu più che discreto, anche se la promozione riguardava un numero inferiore di singoli.

Per promuovere il disco, che tra i produttori annoverava William Orbit e Rick Rubin, la cantante ha eseguito diversi tour per diverse zone del mondo, tra il 1999 e il 2001. Alla realizzazione del disco ha partecipato anche il chitarrista Steve Jones, ex componente dei Sex Pistols.[2]

Reason, il secondo album[modifica | modifica wikitesto]

Dopo quasi tre anni di assenza dalle scene, causati da problemi depressivi[8] e disordini alimentari[9] della cantante, fu pubblicato l'album Reason, nel febbraio del 2003. L'album non ebbe lo stesso successo di critica del precedente, accusata di essere una riedizione in chiave soft dell'immagine aggressiva costruita con Northern Star. Nonostante la buona promozione, il primo singolo estratto Here It Comes Again non ebbe successo. Molto presto l'album uscì dalle classifiche,[10] mentre veniva distribuito il secondo singolo On the Horizon, un ennesimo insuccesso, a parte in Italia, dove la cantante partecipò al Festivalbar 2003. Seguì Yeh Yeh Yeh, un singolo che non fu sufficientemente promosso, a causa di problemi al ginocchio della cantante causati da un incontro di Jūdō. La data di distribuzione del singolo fu rinviata, per passare poi alla ridistribuzione di un doppio lato A, contenente il brano Melt, solo in Regno Unito. In Giappone l'album Reason fu promosso da Let's Love. Il brano era stato scelto anche per la promozione di un'auto in Giappone, ma ebbe comunque scarso successo. Tutti gli insuccessi legati a questo disco delusero la cantante, che si separò consensualmente dalla sua etichetta, Virgin Records.[11]

L'album è stato prodotto, tra gli altri, da Peter-John Vettese, Marius De Vries e Guy Chambers, ed è stato promosso da un tour tra l'aprile e il maggio del 2003 in Regno Unito e Irlanda.[12]

Nel corso della sua carriera hanno fatto parlare di lei anche le sue relazioni sentimentali con il calciatore Jason McAteer e con il cantante Robbie Williams, pur senza suscitare particolari scandali.[13]

Beautiful Intentions, il terzo album[modifica | modifica wikitesto]

Mel C in Germania.

La cantante trascorse il 2004 lavorando al materiale per un nuovo disco e creando la sua etichetta indipendente, la Red Girl. Il nuovo album, Beautiful Intentions, venne distribuito nel mese di aprile del 2005 da Edel[14]. L'album, dal quale venne subito estratto il primo singolo Next Best Superstar, venne giudicato positivamente dalla critica. Questo trascinante singolo fu poi pubblicato anche nel resto d'Europa ottenendo un ottimo

riscontro radiofonico, soprattutto in Germania dove restò per un lungo periodo alla prima posizione nelle classifiche, permettendole così di vincere il "German Radio Awards", nella categoria di miglior artista femminile internazionale. Beautiful Intentions è stato certificato disco d'oro in Germania, Svizzera, Austria e disco di platino in Portogallo, dove è rimasto ben 9 settimane in classifica alla numero uno.[15]. Il secondo singolo, Better Alone, venne distribuito solo in formato digitale su iTunes e sul sito della cantante. Il video è stato proposto in due versioni differenti: una per Germania/Austria/Svizzera ed una per il resto dell'Europa. Più tardi, nell'agosto 2005, venne distribuito il terzo singolo First Day of My Life (scritto da Guy Chambers ed Enrique Iglesias). Il brano non era contenuto in Beautiful Intentions, ma ne fu inserito in una riedizione dell'album per Germania, Svizzera, e Austria, dove il brano costituiva la sigla della soap opera Julia - La strada per la felicità[16]. Il brano ha ottenuto uno straordinario successo nei paesi dove è stato pubblicato, raggiungendo la prima posizione in classifica in Germania, Svizzera, Austria, Svezia e Portogallo. Le vendite in questi Paesi hanno raggiunto le 500,000 copie, rendendolo uno dei singoli più venduti in Europa nel 2005.[17] Trainato da questo successo, First Day of My Life venne pubblicato anche in Italia, in Francia e Russia (dove è stato fra i brani più passati dalle radio).[16]. L'album, che ha visto alla produzione Greg Havers e Richard Flack, è stato promosso anche da un tour in Europa e un altro specifico in Germania con un programma di 10 concerti live che hanno interessato le più importanti città tedesche tra le quali Berlino, Colonia, Monaco di Baviera, Amburgo e Hannover.[18] Nel novembre del 2006 Melanie pubblica il suo primo DVD dal vivo dal titolo Live Hits, registrato l'agosto del 2006 al "Bridge" di Londra. Il DVD raccoglie i suoi brani più famosi, interviste e immagini rubate dal backstage. Il DVD è entrato direttamente alla decima posizione dei DVD musicali più venduti nel Regno Unito.

This Time, il quarto album[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2007 ha annunciato, attraverso il suo sito ufficiale, l'uscita di un album prevista per la fine di marzo 2007. Il quarto album, dal titolo This Time, è stato lanciato da due singoli: una

cover della famosa hit dei The Strangeloves I Want Candy in Italia e Regno Unito, dove sarà anche brano portante della colonna sonora di un omonimo film britannico e, per Germania, Austria, Svizzera, Scandinavia, Spagna e Portogallo, la ballata The Moment You Believe (numero uno in Spagna).[19] In Italia, in controtendenza rispetto agli altri paesi europei, è stato pubblicato I Want Candy come singolo apripista. Nella sua prima settimana in classifica This Time ha debuttato al numero cinquantasette in Regno Unito,[20] numero otto in Svizzera[21] e numero quindici in Germania. Anche il singolo The Moment You Believe, ha ricevuto più consensi in classifica rispetto ad I Want Candy. Il secondo estratto dall'album, Carolyna, pubblicato l'11 giugno, ha raggiunto la posizione numero 18 in Italia[22] ma ha riscosso consenso soprattutto in Germania, Austria e Svizzera, mentre il terzo estratto, nell'ottobre del 2007, è stata la title track This Time, pubblicata solo in pochi paesi come Germania Austria e Svizzera in una versione riarrangiata rispetto a quella presente nell'album. Tuttavia quest'ultimo singolo ha riscosso uno scarsissimo successo.

L'album è stato pubblicato in seguito, nell'aprile 2008, in Canada, trainato come singolo di lancio da Carolyna, seguito da Understand.

Alla produzione di This Time hanno collaborato, tra gli altri, Stephen Hague e Peter-John Vettese, mentre numerose tracce hanno visto la partecipazione di Adam Argyle per la scrittura dei testi, tutti scritti anche dalla cantante ad eccezione di alcune.

The Sea, il quinto album[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 settembre 2011, esce in Europa il suo quinto album intitolato The Sea. L'album è stato lanciato da due singoli Rock Me solo per Germania, Svizzera e Austria e Think About It per tutta l'Europa. Nella settimana d'esordio l'album ha debuttato alla numero 45 nel Regno Unito e alla posizione numero 16 in Germania e alla 13 in Svizzera [23]. Lo stesso singolo Think About It ha avuto un buon riscontro soprattutto in Svizzera dove è stato uno dei brani più passati in radio. I singoli successivi sono Weak e Let There Be Love. Quest'ultimo è la cover inglese di un famoso brano tedesco, e Melanie, durante il suo ultimo tour, è solita esibirsi con il brano in entrambe le lingue.

Il ritorno con le Spice Girls[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2007 si è riunita con le Spice Girls, per la pubblicazione di un greatest hits e un nuovo singolo, oltre ad aver partecipato alla registrazione dell'inedito Voodoo ed il singolo "Headlines (Friendship Never Ends)". Alla pubblicazione dell'album è seguito un tour mondiale di grande successo durato 3 mesi.

Teatro: Blood Brothers and Jesus Christ Superstar[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver partorito la sua prima bambina, Scarlet, avuta dal compagno Thomas Starr il 22 febbraio 2009,[24] ha debuttato nell'autunno del 2010 come attrice teatrale nel musical Blood Brothers (durato 6 mesi), dove ha interpretato la protagonista dello spettacolo.[25]. Per la sua magnifica interpretazione guadagna una nomination agli Laurence Olivier Award come Miglior Attrice in un Musical. A grande richiesta torna ad interpretare il ruolo di protagonista per altre due settimane in uno dei più famosi teatri di Liverpool.

Nel maggio 2012 viene annunciato che la cantante parteciperà alla prima produzione del musical Jesus Christ Superstar destinata alle grandi arene dove interpreterà il ruolo di Maria Maddalena. Il musical partirà il 21 settembre all'O2 Arena di Londra per proseguire in tour in tutto il Regno Unito per 11 date complessive.

L'EP The Night[modifica | modifica wikitesto]

A maggio 2012 Melanie C pubblica un EP dance prodotto dalla nota dj e promoter Jodie Harsh, contenente tre tracce: Set Your Free, Sunrise e Walk Away disponibile solo in formato digitale su iTunes.

Stages, il sesto album[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto da Peter-John Vettese (ex Jethro Tull) e pubblicato il 9 settembre 2012 è un album in cui Melanie C dà fondo alla sua recente esperienza nei musical reinterpretando alcuni pezzi classici del genere scelti tra quelli che hanno ispirato le varie fasi della sua formazione artistica. Tra i pezzi contenuti nell'album è presente il duetto con Emma Bunton "I Know Him So Well" che sarà estratto come primo e unico singolo dell'album.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Melanie C.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Ep[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 - The Night (Digital EP)
  • 2013 - Melanie C Live at Sheperd's Bush Empire (Digital EP)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) Biografia di Melanie C su allmusic.com. URL consultato il 20 ottobre 2010.
  2. ^ a b List of music awards nominations for Melanie Chisholm, IMDb, 17 dicembre 2007.
  3. ^ Spice Girls su italy.real.com. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  4. ^ When You're Gone su chartstats.com. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  5. ^ Goin' Down su chartstats.com. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  6. ^ Never Be the Same Again su chartstats.com. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  7. ^ Northers Star su chartstats.com. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  8. ^ La depressione dell'ex Spice Mel C: "Ero priva di forza, terrorizzata" in Corriere della Sera, 2 febbraio 2003, p. 35. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  9. ^ Sporty Spice battles with eating disorders and depression, contactmusic.com, 18 dicembre 2007.
  10. ^ Reason su chartstats.com. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  11. ^ Mel C goes alone after being axed, BBC, 17 dicembre 2007.
  12. ^ portalmelaniec.com
  13. ^ Melanie Chisholm Blames Williams For Failed Relationship, femalefirst.co.uk, 18 dicembre 2007.
  14. ^ «Planet Records firma con Mel C» in TRADE Home Entertaiment (Milano), maggio 2005, p. 36.
  15. ^ MelanieC.net.
  16. ^ a b First Day of My Life su hitparade.ch. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  17. ^ MelanieC.net.
  18. ^ German Tour 2005 Melanie C.|
  19. ^ The Moment You Believe su hitparade.ch. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  20. ^ This Time su chartstats.com. URL consultato il 28 dicembre 2009.
  21. ^ This Time su hitparade.ch. URL consultato il 2009-28-21.
  22. ^ Carolyna su acharts.us. URL consultato il 19 febbraio 2010.
  23. ^ Melanie C - The Sea - hitparade.ch
  24. ^ BBC: Spice Girl Mel C has a baby girl
  25. ^ Mel C, madre coraggio a teatro, "TGCom", 22 ottobre 2009. URL consultato il 22-10-2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85580134 LCCN: no98118842