Maresciallo di campo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il maresciallo di campo (a volte feldmaresciallo,[1] da non confondere con il feldmaresciallo generale) è un grado militare della categoria degli ufficiali generali dell'esercito. Le sue origini risalgono all'alto medioevo, quando, all'epoca dei primi re franchi, il termine maresciallo indicava il custode dei cavalli del sovrano.[2][3]

La denominazione ha valore diverso nelle tradizioni militari delle varie nazioni. Storicamente il maresciallo di campo è stato in alcuni paesi (Spagna, Messico) l'ufficiale di comando della divisione, in altri (Francia, Portogallo, Brasile) della brigata. Laddove oggi il grado è ancora usato (ad esempio nel Regno Unito), esso è il più alto rango militare e si situa al di sopra del generale o del colonnello generale. Alcune nazioni usano però il grado di maresciallo, mentre altre hanno avuto il feldmaresciallo generale. In aviazione esistono i ranghi di maresciallo delle forze aeree (Marshal of the Air Force) e di maresciallo dell'aria; gli equivalenti nella marina sono invece i gradi di ammiraglio di flotta (Admiral of the Fleet) e grande ammiraglio.

Al momento della promozione ai feldmarescialli veniva tradizionalmente assegnato, in segno del loro rango, un bastone decorativo spesso adornato di gioielli e intarsiato di metalli preziosi.

Gradi di feldmaresciallo nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Il grado di Field Marshal è usato in Australia, Filippine, India, Nuova Zelanda, Regno Unito, Sudafrica, Uganda. Corrisponde ai ranghi (alcune volte effettivi, altre onorari) di Mushir in Egitto, Sotamarsalkka in Finlandia, Maréchal de France in Francia, Generalfeldmarschall in Germania, Bozorg Arteshtaran in Iran, Yang di-Pertuan Agong in Malesia, Gran Mariscal del Perú in Perù, Marszałek Polski in Polonia, Mareşal României in Romania, General-fel'dmaršal in Russia, Chom Phon in Thailandia, Mareşal o Müşir in Turchia. Ranghi equivalenti esistono anche in Albania, Bangladesh, Pakistan. In Unione Sovietica era previsto il grado di Maršal Sovetskogo Sojuza.

Cina[modifica | modifica wikitesto]

Nella Cina imperiale i generali vittoriosi ricevevano il titolo di feldmaresciallo (元帥 yuan shuai) o grande feldmaresciallo (大元帥 da yuan shuai). Uno dei più famosi fu Yue Fei della dinastia Song.

Francia[modifica | modifica wikitesto]

Il grado di maréchal de camp fu istituito in Francia nel XV secolo. Il maresciallo di campo aveva il compito di ripartire gli alloggiamenti di truppe e di disporli sul campo di battaglia. Nel 1610 la carica di maresciallo generale dei campi e delle armate divenne un ufficio della Corona.

All'epoca della Rivoluzione francese (1789) si contavano 768 marescialli di campo, e nel 1792 ne furono creati ex novo altri 12. Il grado di maréchal de camp corrispondeva al generale di brigata, dal quale fu sostituito nel 1793 allorché scomparve dalla gerarchia militare. Sottostava al luogotenente generale che a sua volta divenne generale di divisione. Il distintivo aveva due stelle, una in più del colonnello maggiore. Il rango fu ripristinato con la Restaurazione e la Monarchia di Luglio.[4]

Il massimo grado militare dell'Ancien régime era invece il Maresciallo di Francia, sopravvissuto fino all'età contemporanea, anche se solo come distinzione o dignità.

Giappone[modifica | modifica wikitesto]

Fino al termine della seconda guerra mondiale anche il Giappone conferiva il titolo onorario di feldmaresciallo (元帥 gensui) a generali e ammiragli vittoriosi. Essi, comunque, mantenevano il loro grado.

Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il grado equivalente (Maresciallo d'Italia), massimo rango degli ufficiali generali, fu utilizzato solo nel ventennio fascista ed ebbe valore onorifico. Creato da Mussolini nel 1924 per Cadorna e Diaz, fu attribuito a tredici ufficiali fino al 1938. In questa data, fu istituito anche il grado superiore di Primo maresciallo dell'Impero, riservato solo al Re e al Duce.

Paesi di lingua tedesca[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene l'espressione maresciallo di campo equivalga letteralmente al tedesco Feldmarschall, in Austria e Germania quest'ultimo termine ha portata più ampia rispetto al corrispondente francese maréchal de camp. Il grado che più vi si avvicina è il Feldmarschallleutnant,[senza fonte] ma ne esistevano di superiori.

Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Elenco dei Marescialli di Campo britannici.

Nel Regno Unito il Field Marshal è il più alto grado militare, direttamente superiore al generale. Arthur Wellesley, I duca di Wellington, fu feldmaresciallo di dodici eserciti. I suoi bastoni da maresciallo sono tutti in esposizione al Wellington Museum di Londra.

Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Il grado di mariscal de campo fu utilizzato nell'esercito spagnolo all'epoca della colonizzazione delle Americhe.

Stati Uniti[modifica | modifica wikitesto]

L'esercito degli Stati Uniti non ha mai posseduto il grado di feldmaresciallo. Al suo posto usa due gradi di generale: il General of the Army (oggi a cinque stelle) e il General of the Armies (a sei).

Attualmente nessuno ricopre quest'ultimo rango. Esso fu ideato nel 1919 per il generale John Pershing, in riconoscimento dei suoi meriti da comandante del corpo di spedizione statunitense. Il generale MacArthur fu invece feldmaresciallo dell'esercito delle Filippine, ricoprendo gradi diversi in quello degli Stati Uniti.

Nel dicembre 1944 il rango di General of the Army, temporaneamente cessato nel 1888, fu reintrodotto nella sua versione moderna, e il giorno 16 il generale Marshall divenne il primo militare dell'esercito statunitense di terra a ricevere la quinta stella (seguiva però l'ammiraglio della marina William Leahy, promosso il giorno prima). Poiché Leahy aveva caldeggiato la promozione di tutti i membri degli Stati Maggiori Riuniti, mentre Marshall l'aveva avversata, un opinionista insinuò scherzosamente che quest'ultimo non gradisse l'idea di diventare feldmaresciallo: non stava bene chiamare il Capo di Stato Maggiore "Marshall Marshall" ("maresciallo Maresciallo").[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oxford Paravia online: il termine "feldmaresciallo" come traduzione dell'inglese Field Marshal ("maresciallo di campo").
  2. ^ Dall'antico alto tedesco marahscal, donde anche l'italiano maniscalco.
  3. ^ La voce maresciallo nel Vocabolario etimologico della lingua italiana di Pianigiani.
  4. ^ (FR) Ministero della difesa francese, Les grades dans l'armée française. URL consultato il 20 febbraio 2009.
  5. ^ The story behind Ike's fifth star. URL consultato il 21 febbraio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean Tulard; Jean-François Fayard; Alfred Fierro, Dizionario storico della Rivoluzione francese, Firenze, Ponte alle grazie, 1989.
guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra