Marco Ponti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David di Donatello David di Donatello per il miglior regista esordiente 2002

Marco Ponti (Avigliana, 25 luglio 1967) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il nipote del produttore Carlo Ponti. Fra i suoi studi si include un master alla scuola Holden di Torino, luogo in cui tiene attualmente un corso di narrazione cinematografica. Dopo aver scritto e diretto alcuni cortometraggi, nel 2001 realizza il suo lungometraggio di debutto, Santa Maradona, che è stato uno dei grandi successi italiani dell'anno. Interpretato tra gli altri da Stefano Accorsi, Libero De Rienzo, Anita Caprioli e Mandala Tayde, ha vinto due David di Donatello nel 2002, il Ciak d'Oro 2002 e, sempre nello stesso anno, i premi come Miglior Attore e FIPRESCI al Festival Internazionale di Mar del Plata (Argentina). Il film è stato prodotto da Harold, Rai Cinema e Mikado, e distribuito da Mikado. La popolarità del film ha superato ampiamente i confini nazionali, con una partecipazione a rassegne e festival in tutto il mondo e una diffusione televisiva molto ampia: dall'Argentina a Cuba, dalla Germania (dove il film è stato doppiato e curiosamente ribattezzato Rote karte fur die liebe, ovvero Cartellino rosso per l'amore) alla Francia.

Nel 2004 il regista dirige un nuovo film (di cui ha scritto anche la sceneggiatura, pubblicata da Marsilio Editori), A/R Andata + Ritorno, interpretato da Libero De Rienzo, Vanessa Incontrada, Kabir Bedi ed il cantante torinese Mao.

Accanto all'attività di regista, Marco Ponti ha collaborato alla stesura di alcune sceneggiature. Dopo il credito di "collaborazione ai dialoghi" per il film Se fossi in te di Giulio Manfredonia (2001), Ponti co-scrive assieme a Lucia Moisio il film L'uomo perfetto (2005), interpretato da Riccardo Scamarcio e Francesca Inaudi, per il quale riceve una candidatura ai Nastri d'argento 2006.

Scrive poi Cardiofitness con Fabio Tagliavia, scritta nuovamente assieme a Lucia Moisio (e da Barbara Frandino), interpretata da Nicoletta Romanoff, Sarah Felberbaum e Giulia Bevilacqua, prodotta da Rai Cinema e Palomar. Il film è uscito nel giugno 2007.

Per il teatro, Ponti ha collaborato per alcuni anni con Il Gruppo della Rocca/Teatro Stabile di Torino, curando la scrittura di una serie di spettacoli intitolati Tentativo di Esaurire un Luogo Non Parigino, ispirati a Georges Perec e interpretati da Michele di Mauro e Andrea Zalone (1997-1999).

Assieme a Pietro Deandrea traduce e adatta alcuni testi teatrali: nel 2005 il Romeo e Giulietta shakespeariano per la regia di Gabriele Vacis, nel 2012 lo spettacolo inglese Ho battuto Berlusconi! (Beating Berlusconi) di John Graham Davies, pubblicato da 66thand2nd e nel 2013 i tre atti unici che compongono Almost an Evening di Ethan Coen, celeberrimo sceneggiatore e regista americano, in corso di pubblicazione presso Einaudi.

Per la televisione Ponti ha curato la regia in diretta dello spettacolo Novecento, scritto da Alessandro Baricco e interpretato da Arnoldo Foà (Tele+, 2003). Ha inoltre collaborato con il regista Lucio Pellegrini nello sviluppo della serie televisiva La strana coppia, remake della serie americana degli anni sessanta ispirata alla commedia di Neil Simon. Interpretata dalla celebre coppia Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, la serie è andata in onda su Italia 1 nel 2007.

Un nuovo impegno come regista è il film-documentario La Luna di Giorno - Un ritratto in Movimento, girato a Los Angeles nell'estate 2007 e dedicato al cantante Lorenzo Cherubini (meglio noto come Jovanotti). Il film, trasmesso in anteprima su La7 l'11 gennaio 2008, e successivamente su MTV Italia, è stato distribuito assieme all'edizione speciale del nuovo disco di Jovanotti, Safari, dal 18 gennaio seguente.

Nel febbraio 2008, Marco Ponti dirige il suo primo videoclip musicale: infatti si tratta del video della canzone Il mondo che vorrei di Vasco Rossi, primo singolo dell'omonimo album del celebre rocker di Zocca. La produzione è curata dalla Wonderland Entertainment. La collaborazione con Jovanotti prosegue nella primavera-estate 2008 con il film Nessuna ombra intorno, dedicato alla tournée del cantante in giro per l'Italia con lo spettacolo Safari.

A fine 2008 viene annunciata dalla casa di produzione americana The Film Department l'intenzione di produrre il remake del film L'uomo perfetto, basato sulla sceneggiatura di Ponti e di Lucia Moisio, ma allo stato attuale il progetto sembra ancora in fase di sviluppo.

Nel 2012 co-scrive e dirige il suo terzo lungometraggio, Passione sinistra, con Alessandro Preziosi, Eva Riccobono, Vinicio Marchioni e Valentina Lodovini. Il film è uscito nelle sale il 18 aprile 2013 - per questo film Eva Riccobono ha vinto il Ciak D'Oro ed è stata candidata ai Nastri D'Argento come Migliore Attrice non Protagonista.

Ad aprile 2014 viene pubblicato il fumetto Un appartamento a Torino, sceneggiato dallo stesso Ponti e disegnato da Cristiano Spadavecchia, disegnatore per Sergio Bonelli Editore nonché autore di stoyboard per il cinema, compresi gli ultimi film di Ponti. Il fumetto raccoglie e riprende i personaggi della serie a fumetti 25 mq - 1 appartamento a Torino che i due avevano già pubblicato a puntate sul magazine Extratorino e successivamente sul loro profilo Facebook. Nello stesso anno inizia a scrivere la sceneggiatura per Io che amo solo te, adattamento cinematografico del romanzo omonimo di Luca Bianchini pubblicato nel 2013 per Mondadori.

A giugno 2014 esce per Canale 5 il film Ti amo troppo per dirtelo, scritto e diretto da Ponti e interpretato da Jasmine Trinca, Francesco Scianna e Carolina Crescentini, con la partecipazione, tra gli altri, di Enrico Bertolino, Fabio Troiano, Gianni Carretta Pontone e il cameo dii Sergio Chiamparino.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2201704 SBN: IT\ICCU\TO0V\590253