Pierdomenico Baccalario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pierdomenico Baccalario

Pierdomenico Baccalario (Acqui Terme, 6 marzo 1974[1]) è uno scrittore italiano, autore di romanzi d'avventura per ragazzi, in particolare quelli scritti con lo pseudonimo di Ulysses Moore. Ha usato anche lo pseudonimo di Jeremy Belpois.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Vincitore del Premio Il Battello a vapore nel 1998 con il romanzo La strada del guerriero (casa editrice Piemme), Pierdomenico Baccalario ha pubblicato numerosi libri, romanzi fantasy per ragazzi, tradotti in più di diciotto lingue[3]. Giornalista e sceneggiatore, collabora inoltre con la Scuola Normale Superiore di Pisa[4].

Ha fatto per molti anni parte della giuria del Best of Show, il premio ludico assegnato ogni anno da Lucca Games di cui è stato dal 2005 al 2008 presidente della giuria.

Nel maggio 2011 vince la XII edizione del premio letterario "Terre del Magnifico" con il libro Cyboria. Il risveglio di Galeno, scelto da una giuria di ragazzi della fascia di 12-14 anni dell'Istituto comprensivo di Cortemaggiore (PC).

Opere[modifica | modifica sorgente]

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Romanzi singoli[modifica | modifica sorgente]

Serie di Cyboria[modifica | modifica sorgente]

La Clessidra[modifica | modifica sorgente]

Candy Circle[modifica | modifica sorgente]

Serie di romanzi per ragazzi in collaborazione con Alessandro Gatti, edita da Arnoldo Mondadori Editore.[5]

Serie di Ulysses Moore[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ulysses Moore.

Century[modifica | modifica sorgente]

Will Moogley Agenzia Fantasmi[modifica | modifica sorgente]

Pubblicata da Il battello a vapore; composta da sette romanzi.

I gialli di vicolo Voltaire[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi I gialli di vicolo Voltaire.

Serie di romanzi per ragazzi in collaborazione con Alessandro Gatti.

La Bottega Battibaleno[modifica | modifica sorgente]

I Classicini[modifica | modifica sorgente]

Romanzi classici rivisitati da autori moderni. Pubblicati dalla casa Edizioni EL.

Antologie[modifica | modifica sorgente]

  • Sanctuary, 2009, Asengard Editore
  • Ti Racconto una Storia, 2012, Piemme
  • Parole fuori, 2013, Il Castoro editore

Divulgazione[modifica | modifica sorgente]

  • Passaggio a Nord-Est, La vita avventurosa di Giacomo Bove (con Andrea Canobbio)
  • Focus, Le più incredibili curiosità sugli animali (Mondadori)
  • Focus, Le più incredibili curiosità della natura selvaggia (Mondadori)
  • Focus Junior. Tutti i più incredibili misteri dell'universo (Mondadori)
  • Focus Junior. Le più incredibili curiosità su cani, gatti & co. (Mondadori)
  • Focus Junior. Le più incredibili curiosità sugli sport (Mondadori)
  • Focus, Invenzioni e scienziati pazzi (Mondadori)
  • Focus, Mostri e creature orripilanti (Mondadori)
  • Focus, Tesori perduti (Mondadori)

Le sciagurate imprese di Riccardo Cuor di Cardo[modifica | modifica sorgente]

  • L'eroe di Rocca Fangosa 2013, Edizioni EL
  • Il brigante Mascalzucco 2013, Edizioni EL
  • Al torneo di Montebavoso 2013, Edizioni EL
  • Il crociato raffreddato 2013, Edizioni EL
  • L'assedio di Rocca Fangosa 2014, Edizioni EL
  • Alla ricerca della Spada Zamberlana Dicembre 2014, Edizioni EL

Ciccio Frittata (Con Alessandro Gatti)[modifica | modifica sorgente]

  • Ciccio Frittata 2012, Edizioni EL
  • Ciccio Frittata e l'Emergenza Fetonte 2013, Edizioni EL
  • Ciccio Frittata e il Diluvio Condominiale 2014, Edizioni EL

Sceneggiature[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ PIERDOMENICO BACCALARIO (Il Tirreno, 8 giugno 2011, pagina 3)
  2. ^ Bibliografia italiana di Pierdomenico Baccalario in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.
  3. ^ La Porta del Tempo, di Luca Azzolini, Fantasy Magazine, 15 gennaio 2009
  4. ^ Tante Storie Web
  5. ^ Pronti... partenza... crash!, di Luca Azzolini, Fantasy Magazine, 21 settembre 2009

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34747362 LCCN: n00022081