Like a Rolling Stone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Like a Rolling Stone
Artista Bob Dylan
Tipo album Singolo
Pubblicazione 20 luglio 1965
Durata 6 min : 09 s
Album di provenienza Highway 61 Revisited
Dischi 1
Tracce 2
Genere Rock and roll
Folk rock
Blues rock
Etichetta Columbia
Produttore Tom Wilson
Registrazione 10 giugno 1965
Formati 7"
Note n. 2 Stati Uniti
n. 4 Gran Bretagna
Bob Dylan - cronologia
Singolo precedente
(1965)
Singolo successivo
(1965)

Like a Rolling Stone è una canzone di Bob Dylan (Robert Allen Zimmerman) del 1965 dall'album Highway 61 Revisited.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Origine e storia[modifica | modifica sorgente]

Fu registrata il 15 e 16 giugno dello stesso anno negli studi di Tom Wilson e fu pubblicata su un 45 giri il 20 luglio con la collaborazione della sua band, formata da Mike Bloomfield (chitarra), Al Kooper (organo), Paul Griffin (piano), Russ Savakus (basso) e Bobby Gregg. Sebbene il brano fosse molto lungo fu il più grande successo di Bob Dylan, visto che rimase per ben tre mesi nelle classifiche americane, battuto in seguito solo da Help! dei Beatles.

Il brano, ben presto divenuto una pietra miliare nella musica, rappresenta per Dylan il punto di svolta della sua vita oltre che della sua carriera: il musicista americano coniuga infatti in quest'opera sonorità folk e rock, suscitando reazioni distinte fra il pubblico. Il connubio fra questi due generi musicali è la strada che Dylan sceglie per esprimersi in una nuova forma, abbandonando quella maschera di profeta costruitagli dal pubblico e nella quale non riesce più a riconoscersi; Dylan si sente prigioniero di qualcosa che non è, ricerca una via alternativa ed il risultato è un componimento di quasi venti pagine, da cui poi elaborerà quei sei minuti di Like a Rolling Stone che lasceranno un indelebile segno nella storia della musica.

Significato[modifica | modifica sorgente]

Like a Rolling Stone è un intenso e continuo susseguirsi di sensazioni ed invettive, una provocazione verso quella "miss solitudine" protagonista della canzone e caduta in disgrazia dopo aver vissuto nel benessere e nella ricchezza, una "miss solitudine" di cui la pietra che rotola è un chiaro emblema, un'immagine tra l'altro già utilizzata in passato sulla scena del blues e del folk; di più, è la liberazione del poeta Dylan, che abbandona il suo stato di idolo della folla e compie il tradimento, lasciando da parte quell'immagine di profeta in cui si era ritrovato rinchiuso senza volerlo, per sentirsi invece libero di seguire la propria strada, per poter essere del tutto sincero con se stesso. Ciò che in definitiva emerge dall'opera sono le capacità di comunicazione di Dylan, che rende il pubblico capace di immedesimarsi totalmente nel cantante americano e di sentire la passione, la rabbia con la quale egli stesso ha scritto il testo.

Cover[modifica | modifica sorgente]

Molti artisti conosciuti, tra cui i Green Day, Bob Marley, i Bon Jovi, i Rolling Stones e Jimi Hendrix, hanno fatto una cover di Like a Rolling Stone. Come spesso accade per i pezzi storici, Like a Rolling Stone è stata coverizzata da moltissimi artisti.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004, la rivista statunitense Rolling Stone la dichiarò come la più bella canzone di tutti i tempi.

Tracce singolo[modifica | modifica sorgente]

Lato A
  1. Like a Rolling Stone
Lato B
  1. Gates of Eden

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il gruppo Italiano Articolo 31 ha inserito una cover del brano, intitolata Come una pietra scalciata, nell'album Nessuno, con pezzi del ritornello tratti dal brano originale.
  • Raf cita questo brano nella sua canzone Un grande salto, in cui dice: «rotolerò "like a rolling stone"».
  • Nell'album dei Beatles Let It Be è presente la traccia Dig It nella quale John Lennon cita la canzone di Dylan.
  • Franco Battiato cita questo brano nella sua canzone Cuccurucucù.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock