Respect

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Respect (disambigua).
Respect
Artista Otis Redding
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1965
Durata 2 min : 08 s
Album di provenienza Otis Blue: Otis Redding Sings Soul
Genere Soul
Etichetta Volt records
« R-E-S-P-E-C-T
Find out what it means to me... »

Respect (in inglese "rispetto") è una canzone incisa nel 1965 dal cantante statunitense Otis Redding, che verrà ripresa nel 1967 da Aretha Franklin diventando uno dei suoi più grandi successi.

Nel testo originale di Otis Redding il punto di vista è quello di un uomo che chiede alla propria compagna di essere rispettato e considerato; nella versione di Aretha Franklin i generi vengono scambiati. Nel 1967 negli Stati Uniti i movimenti femministi e per l'abolizione delle ancora presenti forme di apartheid a danno della minoranza afroamericana sono in piena affermazione; la versione della Franklin diventa un inno di questi movimenti, la richiesta di "rispetto" contenuta nella canzone viene allargata all'intera società statunitense.

La canzone è oggi considerata tra le migliori dell'era del rock and roll e la versione di Aretha è alla quinta posizione nella classifica della rivista Rolling Stone delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi[1]. Con questo risultato, la regina del Soul è la prima donna a comparire nella lista.

Le origini[modifica | modifica sorgente]

Otis Redding scrisse e incise Respect come pezzo blues mentre concludeva la preparazione del suo terzo album Otis Blue: Otis Redding Sings Soul. L'album, pubblicato nell'estate del 1965, ebbe un buon successo di vendite raggiungendo il quinto posto nella classifica di vendita di Billboard dedicata alla musica nera; riuscì anche ad acquisire una buona popolarità anche oltre la cerchia degli estimatori del R&B e del blues.

Il successo[modifica | modifica sorgente]

Respect
Artista Aretha Franklin
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1967
Durata 2 min : 26 s
Album di provenienza I Never Loved a Man the Way I Love You
Genere Soul
Etichetta Atlantic
Certificazioni
Dischi d'oro 1
Aretha Franklin - cronologia
Singolo successivo
(1967)

Fu il produttore Jerry Wexler a intuire il potenziale successo della canzone oltre la cerchia del pubblico R&B e a proporla a Aretha Franklin. Il giorno di San Valentino del 1967 Aretha Franklin incise la sua versione, accompagnata ai cori dalle sorelle Carolyn e Erma.

Nella versione della Franklin, vennero aggiunti all'originale una nuova parte e l'intervento del sax tenore di King Curtis. Il brano venne incluso nell'album di debutto di Aretha Franklin I Never Loved a Man the Way I Love You.

Il successo della versione della Franklin fu persino maggiore dell'originale - due settimane in testa alla classifica generale australiana ed americana di vendita Billboard Hot 100 e otto settimane in testa alla classifica di vendita di Billboard dedicata alla musica nera. Ebbe inoltre successo in Canada con la seconda posizione e nel Regno Unito, raggiungendo la decima posizione e facendo guadagnare alla Franklin una visibilità internazionale. In Italia raggiunse il settimo posto nella classifica di vendita dei 45 giri. La settima posizione la raggiunse anche in Olanda. Il singolo vinse il Grammy Award for Best R&B Performance ed il Grammy Award for Best Female R&B Vocal Performance 1968 e venne premiato con il Grammy Hall of Fame Award 1998.

Anche Redding fu impressionato dal successo, durante la sua performance al Monterey Pop Festival dell'estate del 1967 presentò Respect come "una canzone che mi è stata rubata da una ragazza".

Crediti[modifica | modifica sorgente]

versione di Otis Redding[modifica | modifica sorgente]

versione di Aretha Franklin[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The RS 500 Greatest Songs of All Time, RollingStone.com. URL consultato il 2 giugno 2007.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica