Love and Theft

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
"Love and Theft"
Artista Bob Dylan
Tipo album Studio
Pubblicazione 11 settembre 2001
Durata 57 min : 25 s
Dischi 1
Tracce 12
Genere Folk rock
Blues
Etichetta Columbia Records
Produttore Jack Frost
Registrazione Maggio 2001
Note #5 Stati Uniti
#3 Gran Bretagna
Certificazioni
Dischi d'oro 1
Bob Dylan - cronologia
Album precedente
(2000)
Album successivo
(2002)

"Love and Theft" è il trentunesimo album in studio del cantautore Bob Dylan, venne pubblicato dalla Columbia Records l'11 settembre del 2001.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

L'album continua il periodo di rinascita artistica di Dylan iniziato nel 1997 con il disco Time Out of Mind, e ricevette recensioni ancora più entusiaste da parte di quasi tutta la critica musicale. È il primo lavoro prodotto dallo stesso Bob Dylan utilizzando lo pseudonimo "Jack Frost" che in seguito utilizzerà anche per i dischi seguenti. Il disco è stato certificato disco d'oro e ha raggiunto la posizione numero 5 in classifica negli Stati Uniti e la posizione numero 3 nel Regno Unito. Dylan vinse anche un premio Grammy nel 2002 per Love and Theft, giudicato miglior album di musica Folk tradizionale dell'anno.

Il titolo dell'album è apparentemente ispirato al libro dello storico Eric Lott, Love & Theft: Blackface Minstrelsy and the American Working Class, pubblicato nel 1993. Nel 2003, il disco si è classificato alla posizione numero 467 nella classifica dei 500 migliori album di tutti i tempi e all'undicesimo posto nella classifica dei 100 migliori album degli anni 2000[1] secondo la rivista Rolling Stone, mentre Newsweek lo ha definito il secondo miglior disco del decennio.[2]

Nel 2009, Glide Magazine [1] ha classificato l'album come miglior disco del decennio. [2]

Alcuni critici e fan, hanno voluto cogliere, nel testo di alcune canzoni del disco, come ad esempio Mississippi e Lonesome Day Blues, dei commenti premonitori dell'attacco terroristico al World Trade Center dell'undici settembre 2001, curiosamente anche giorno di pubblicazione dello stesso album di Dylan.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani sono opera di Bob Dylan.

  1. Tweedle Dee & Tweedle Dum– 4:46
  2. Mississippi– 5:21
  3. Summer Days– 4:52
  4. Bye and Bye– 3:16
  5. Lonesome Day Blues– 6:05
  6. Floater (Too Much to Ask)– 4:59
  7. High Water (For Charley Patton)– 4:04
  8. Moonlight– 3:23
  9. Honest with Me– 5:49
  10. Po' Boy– 3:05
  11. Cry a While– 5:05
  12. Sugar Baby– 6:40

Alcune copie in CD furono pubblicate in edizione speciale con allegato un bonus disc contenente due brani precedentemente inediti:

  1. I Was Young When I Left Home (Tradizionale, arrangiato da Bob Dylan) [Registrato nel dicembre 1961]
  2. The Times They Are A-Changin' (Bob Dylan) [Versione alternativa, registrata nell'ottobre 1963]

Formazione[modifica | modifica sorgente]

  • Bob Dylan – voce, chitarra, pianoforte
  • Larry Campbell – chitarra, banjo, mandolino, violino
  • Charlie Sexton – chitarra
  • Tony Garnier – basso
  • Augie Meyers – organo Hammond B3, organo Vox
  • David Kemper – batteria
  • Clay Meyers – bonghi
  • Chris Shaw - Ingegnere del suono

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 100 best albums of 2000s: Love and Theft
  2. ^ #2 'Love and Theft' Bob Dylan, Newsweek, 11 dicembre 2009. URL consultato il 27 dicembre 2009.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock