La vita ricomincia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La vita ricomincia
La vita ricomincia 2.jpg
Alida Valli, Eduardo De Filippo e Fosco Giachetti
Titolo originale La vita ricomincia
Paese di produzione Italia
Anno 1945
Durata 84 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Mario Mattoli
Sceneggiatura Aldo De Benedetti, Mario Mattoli, Steno
Produttore Baldassarre Negroni
Casa di produzione Excelsa Film
Distribuzione (Italia) Minerva
Fotografia Ubaldo Arata
Montaggio Fernando Tropea
Musiche Ezio Carabella
Scenografia Gastone Medin
Interpreti e personaggi

La vita ricomincia è un film drammatico del 1945 diretto da Mario Mattoli con interpreti principali Fosco Giachetti e Alida Valli.

È la sesta ed ultima pellicola facente parte della serie I film che parlano al vostro cuore tutti diretti da Mario Mattòli.

Una copia è stata restaurata e ristampata dalla Cineteca Nazionale e dal Laboratorio Immagine Donna con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Paolo Martini è un chimico che, partito per la guerra nel 1940 e con alcuni anni sulle spalle di prigionia nei campi inglesi dell'India, ritorna finalmente in Italia, dove a Roma ritrova la moglie Patrizia e il figlio Sandrino. C'è anche un simpatico vicino, un professore di filosofia saggio commentatore di amare vicende passate e presenti nell'Italia dei primi anni del Dopoguerra. In casa quindi la normalità sembra così riprendere lentamente il proprio corso. Uno strano comportamento della moglie però non convince e il colpo di scena è dietro l'angolo: Patrizia viene arrestata con l'accusa di omicidio. La vittima è un oscuro personaggio facoltoso e potente. La verità viene presto a galla. negli anni più bui della guerra, Patrizia si era prostituita con questo uomo per salvare il figlio gravemente malato. Ora l'uomo, rivedendola con il marito, coglie l'occasione di riprendere la relazione sotto minaccia di raccontare tutto. Si giunge così all’incontro segreto dei due che si conclude con la morte dell’uomo, ucciso dalla Martini nel tentativo di difendersi. La situazione familiare crolla; il reduce cerca comunque di aiutare la moglie che infatti viene assolta. A quel punto però vorrebbe lasciarla, essendo incapace di superare il tradimento subito. Sarà allora il commosso discorso dell’amico professore a convincerlo che è tempo di perdonare, comprendere e “ricostruire” l’edificio gravemente “lesionato” dei propri affetti familiari. L’uomo capisce e la pellicola termina con il gruppo a tavola che cerca di “ricominciare a vivere”.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Film molto venduto all'estero, consentì la chiamata di Alida Valli ad Hollywood.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema