L'uomo della pioggia (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'uomo della pioggia
L'uomo della pioggia.png
Danny DeVito, Matt Damon e Jon Voight in una scena del film
Titolo originale The Rainmaker
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1997
Durata 135 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, thriller
Regia Francis Ford Coppola
Soggetto John Grisham (romanzo)
Sceneggiatura Francis Ford Coppola
Produttore Michael Douglas, Fred Fuchs, Steven Reuther
Fotografia John Toll
Montaggio Melissa Kent, Barry Malkin
Musiche Elmer Bernstein
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'uomo della pioggia (The Rainmaker) è un film del 1997 diretto da Francis Ford Coppola, tratto dal libro omonimo di John Grisham.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Appena laureatosi in giurisprudenza, Rudy Baylor si scontra subito con la realtà dei fatti. Il bisogno di lavorare lo porta a cercare clienti e casi legali ovunque sia possibile, ma ciò significa frequentare tipi di dubbia fama per sbarcare il lunario mentre, allo stesso tempo, vuole combattere le ingiustizie di un sistema che favorisce i ricchi e i potenti. Rudy viene assunto da Bruiser Stone, avvocato legato alla criminalità.

Qui conosce Deck Shifflet, praticante che non ha mai superato l'esame di abilitazione all'albo degli avvocati ma che conosce tutti i retroscena del sistema. Grazie al professore del corso di "Diritto della terza età", entra in contatto con Dot Black, una donna il cui figlio sta morendo di leucemia e al quale l'assicurazione non vuole riconoscere alcuna indennità per le cure. Rudy, che sta già seguendo il caso in prima persona, convinto da Deck e impaurito dalle indagini che lo FBI sta svolgendo in merito agli affari di Bruiser, lascia lo studio non appena superato l'esame di abilitazione e comincia a seguire il caso avvalendosi dell'aiuto del solo Deck.

Una volta aperto il proprio studio, i due decidono di andare a fondo in quello che è l'unico caso che hanno per le mani. Si tratta di sfidare la Great Benefit, una delle più grandi società d'assicurazione americane, rappresentata dal famoso avvocato Leo F. Drummond. Mentre in ospedale conosce e comincia a proteggere Kelly Riker, una ragazza vittima delle violenze del marito, Rudy va avanti e, aiutato dalla comprensione dal giudice Tyrone Kipler, porta in tribunale la compagnia. L'abilità di Drummond farebbe pensare a un facile dibattimento, nel quale dovrebbero inevitabilmente prevalere le ragioni del più forte, ma grazie alla capacità di Rudy di scovare ogni minimo indizio, individuare e raccogliere le prove, il processo si trasforma in un'agonia per la società di assicurazioni.

La giuria condanna la Great Benefit, ma la multa è così pesante (50 milioni di dollari, cinque volte la richiesta iniziale) e gli amministratori così corrotti, che questi ultimi preferiscono trafugare il denaro della compagnia nascondendolo all'estero e fare fallire la società.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema