Twixt (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twixt
Twixt(film).JPG
Una scena del film
Titolo originale Twixt
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2011
Durata 90 min
Colore colore e B/N
Audio sonoro
Genere orrore, thriller
Regia Francis Ford Coppola
Soggetto Francis Ford Coppola
Sceneggiatura Francis Ford Coppola
Produttore Francis Ford Coppola
Produttore esecutivo Anahid Nazarian, Fred Roos
Casa di produzione American Zoetrope
Distribuzione (Italia) Movies Inspired
Fotografia Mihai Malaimare Jr.
Montaggio Kevin Bailey, Glen Scantlebury, Robert Schafer
Musiche Dan Deacon, Osvaldo Golijov
Scenografia Jimmy DiMarcellis
Costumi Marjorie Bowers
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Twixt è un film del 2011 scritto, diretto e prodotto da Francis Ford Coppola.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Hall Baltimore è uno scrittore di romanzi horror la cui carriera è in declino. Durante il tour promozionale di un suo libro giunge a Swann Valley, una piccola cittadina della California, e qui lo sceriffo locale, Bobby LaGrange, gli racconta di una serie di omicidi che da anni si perpetrano in quel luogo, che potrebbe essere del materiale perfetto per uno dei suoi romanzi. Sulle prime, Hall non è interessato e si dimostra riottoso, ma lo sceriffo riesce a convincerlo a seguirlo nell'obitorio del dipartimento di polizia locale, per mostrargli una cosa singolare. Ivi, lo sceriffo mostra allo scrittore il cadavere di una ragazza non identificata, uccisa con un paletto di legno conficcato nel cuore, spiegandogli che si tratta dello stesso modus operandi del serial killer menzionato in precedenza, e propone ad Hall di scrivere un libro insieme su questa vicenda.

Pur non essendone particolarmente entusiasta, Hall accetta e inizia a svolgere delle indagini a riguardo, ed esamina le varie aree della città. Tra queste, scopre che in un piccolo albergo, il Chickering Hotel, da anni in disuso ha persino alloggiato Edgar Allan Poe in persona, nel 1843. Verso la sera, dopo una discussione avuta tramite Skype con la moglie, Hall esce per fare una passeggiata e si addentra in un bosco. Tra gli alberi, Hall scorge lo spettro una ragazzina in abiti stravaganti, che si rivolge al uomo e si presenta come V. Tra i due avviene un dialogo, nel quale V spiega di essere una sua grandissima ammiratrice e di volergli raccontare la sua storia, ma quando i due giungono presso il Chickering Hotel, che adesso appare aperto e in perfette condizioni, la ragazzina si blocca, visibilmente turbata, e scompare. Hall, che si è perso, prosegue verso l'albergo, dove lo accolgono una signora e il suo strampalato collega, che gli narrano diversi fatti riguardanti la città, tra i quali il fatto che sotto il suolo della hall del albergo si trova la fossa comune di dodici bambini.

Dopo che la donna viene ferita da V nel tentativo di catturarla, Hall lascia l'albergo e al rintoccare del orologio della città, scorge i fantasmi di diversi bambini che escono dal albergo per andare a giocare. Tra i bambini appare un uomo di mezza età, che turbato dalla vista di V esorta i bambini a tornare al albergo, quindi V fa cenno ad Hall di seguirlo. Viene condotto presso un ponte di legno, sul quale Hall, in procinto di inciampare, viene soccorso dal fantasma dello stesso Edgar Allan Poe, che lo accompagna fuori dal bosco.

Hall si risveglia nel suo alloggio, in seguito a una video chiamata inviatale dalla moglie, che intende vendere un vecchio libro d'epoca caro ad Hall contro il suo volere, per far fronte alle loro problematiche economiche, e si convince che la sera precedente ha bevuto troppo e fatto uno strano sogno, quindi torna presso i resti fatiscenti del Chickering Hotel, per svolgere ulteriori indagini in merito, dove trova effettivamente il pavimento murato sotto il quale la donna asseriva fossero seppelliti i bambini. Dopo un breve colloquio con Bobby, nel quale l'uomo suggerisce il titolo del loro libro, Hall contatta il suo editore e gli propone la nuova storia, intitolata Le esecuzioni del vampiro, riuscendo a convincerlo a versargli un anticipo pecuniario, quindi, sotto effetto di sedativi, Hall cade nuovamente in trance e inizia un nuovo sogno, nel quale incontra nuovamente il fantasma di Edgar, che gli suggerisce alcune idee narrative per la sua storia, poi, lo conduce al vecchio albergo in un flashback del 1955, quando la struttura veniva usata da un prete, padre Alan Floyd, come una sorta di orfanotrofio. Egli si curava maniacalmente dei bambini tanto che, convinto che una comunità di goth situata ai margini del lago della città fossero dei vampiri, imponeva loro di cospargersi di aglio e di aconito, e di non lasciare mai il luogo. Inoltre, l'uomo aveva evidenti propensioni alla pedofilia.

Al suo risveglio, Hall si reca al dipartimento di polizia, dove insieme a Bobby, il suo subalterno, l'agente Arbus e un ragazzino di nome PJ, giocano con una tavola di Ouija. I risultati della tavola indirizzano Hall verso Flamingo, un uomo a capo della comunità goth, e Hall si reca ivi insieme ad Arbus, per parlargli. Il ragazzo, comunica al uomo le sue perplessità per la scomparsa di un ragazzino, ma poco prima che possa dire altro, Bobby arriva sul luogo, contrariato per il fatto che Hall abbia agito a sua insaputa, e arresta Flamingo accusandolo del omicidio della ragazzina. Mosso da un'idea improvvisa, Hall si reca alla insolita torre dell'orologio della città, composta da quadranti recanti ognuno un orario diverso, che si dice sia abitata da una presenza demoniaca e la esplora, ma al rintocco del orologio, Hall comincia ad avere visioni di Vicky, la sua defunta figlia, che lo supplica incessantemente di aiutarlo e precipita dalla torre, perdendo i sensi.

Si ritrova nuovamente nel sogno, sempre atteso da Edgar. Hall a quel punto gli chiede di raccontargli tutta la storia, e il fantasma a malincuore acconsente e prosegue la storia da lui narrata in precedenza, tornando al flashback, in cui la più grande degli orfani, una ragazzina di nome Virginia, si accorge che la limonata preparata da padre Floyd è drogata con una strana sostanza, e dissuade i bambini dal berla. Il prete stizzito la zittisce e forza i bambini a berla, quindi Virginia si avventa sul prete, che si divincola e ultima il suo lavoro, quindi, dopo aver drogato i bambini, onde evitare che essi cadessero vittime dei presunti vampiri, li sgozza uno ad uno. Virginia, nel frattempo cerca di scappare via dal suo aggressore, e Flamingo, come se avvertito da un presagio, sale a bordo della propria moto, e salva Virginia da Padre Floyd, e la accoglie nella sua comunità. Il prete, convinto che Virginia sia diventata un vampiro, si mette sulle sue tracce, la cattura e la mura viva, per poi impiccarsi. In quel momento Edgar rivela che Virginia era la cugina della sua defunta moglie, la quale aveva ispirato moltissimi dei suoi romanzi.

Hall si risveglia nuovamente nel suo alloggio, esortato da Bobby, che vuole metà della quota del anticipo del editore, tuttavia, Hall spiega che potrà incassare solo a romanzo compiuto, quindi Bobby da di matto e lo colpsce, facendogli perdere i sensi. Ancora una volta, Hall è nel sogno, nel quale il fantasma di padre Floyd, che farfuglia discordi misogini, dettati da Hall, mentre compone un testo per il suo romanzo, quando al improvviso Virginia riemerge dalla cripta nella quale era stata murata, e colpisce a morte padre Floyd. Edgar prosegue il suo racconto, mettendo Hall di fronte a un bivio, terminare la storia in quel istante e uscirne integro, oppure oltrepassare un punto di non ritorno. Poi Edgar gli mostra un altro flashback, in cui si osserva il giorno in cui sua figlia Vicky morì, annegando dopo aver perso i sensi cadendo dalla barca sulla quale era a bordo insieme all'amica. Hall, in lacrime, confessa il proprio dispiacere per essere stato troppo incauto a lasciare la figlia sola, e decide di andare avanti con la propria vita.

Hall si risveglia, e si precipita al dipartimento di polizia, dove trova Bobby e Arbus brutalmente assassinati, poi si dirige al obitorio, dove da giorni, giace il cadavere della ragazzina impalata. Hall si fa coraggio, e finalmente, osserva il viso della vittima, che è proprio V. Avendo l'impressione che la figlia Vicky lo supplicasse, Hall estrae il paletto dal torace di V, che riprende i sensi, rivelando di fatto che lei è davvero una vampira, e si avventa su Hall.

Tempo dopo, Hall consegna il suo manoscritto, ricevendo grandi elogi dal suo editore. Segue infine l'epilogo della vicenda, in cui viene rivelato che il libro di Hall ha successo e il suo matrimonio si salva, il caso della morte di Bobby viene archiviato come un caso di omicidio-suicidio, e collegato a casi di omicidio sempre avvenuti mediante impalamento, e di Falmingo si perdono le tracce.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival l'11 settembre 2011[1] ed è stato proiettato il 3 dicembre 2011 alla chiusura del Torino Film Festival.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ tiff.net - 2011 Films - Twixt
  2. ^ TFF

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema