I Jefferson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Jefferson
The Jeffersons Sanford Hemsley Evans 1974.jpg
Isabel Sanford, Sherman Hemsley e Mike Evans
Titolo originale The Jeffersons
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1975-1985
Formato serie TV
Genere Sitcom
Stagioni 11
Episodi 253
Durata 25 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio mono
Crediti
Ideatore Don Nicholl, Michael Ross e Bernie West
Regia Bob Lally
Oz Scott
Jack Shea
Tony Singletary
Arlando Smith
Soggetto Norman Lear
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche Jeff Barry
Ja'net Dubois
Produttore David Duclon
Ron Leavitt
Michael G. Moye
Jerry Perzigian
Donald L. Seigel
Jack Shea
Jay Moriarity
Mike Mulligan
Don Nicholl
Michael Ross
George Sunga
Bernie West
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 18 gennaio 1975
Al 2 luglio 1985
Rete televisiva CBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 2 dicenmbre 1975
Al 2001
Rete televisiva Canale 5
Opere audiovisive correlate
Originaria Arcibaldo
Spin-off Checking In
Altre Maude (Una signora in gamba)
Gloria
704 Hauser
Good Times

I Jefferson (The Jeffersons) è una sit-com, prodotta negli USA dal 1975 al 1985. Fu il secondo dei 4 spin-off della serie tv Arcibaldo (All in the Family), dopo Maude e prima di Archie Bunker's Place (che in Italia continuò a chiamarsi Arcibaldo) e 704 Hauser. La serie ebbe a sua volta uno spin-off (chiuso dopo solo 4 puntate), Checking In, incentrato sulla figura della domestica Florence che lascia casa Jefferson per gestire il St. Frederick Hotel a Manhattan.

La serie venne ideata dal prolifico autore e produttore televisivo Norman Lear. A differenza di altri suoi show, il telefilm aveva connotati politici più smorzati nei toni, evolvendo presto in una più tradizionale sitcom a sfondo comico. Tuttavia, alcuni episodi della serie contengono riferimenti a tematiche e problematiche importanti come il razzismo, il suicidio, l'analfabetismo e la diffusione incontrollata delle armi. Inoltre, spesso viene usata la parola "negro" ("nigger"), specialmente durante le prime stagioni.

La serie I Jefferson si è conclusa dopo 11 stagioni e 253 episodi. Lo show terminò bruscamente e tra le polemiche quando la dirigenza della CBS cancellò la serie a causa del calo degli ascolti dopo l'undicesima stagione senza un preciso finale, come invece accade nella maggior parte delle sitcom. Il cast non venne informato dell'improvvisa chiusura del programma (che negli Stati Uniti avvenne il 25 giugno 1985, con l'episodio Red Robins), e l'attore Sherman Hemsley dichiarò che apprese della cancellazione dello show solo leggendolo sul giornale[1].

In Italia è stata trasmessa da Canale 5 dal 20 febbraio 1984 al 22 maggio 1987, tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 19,00; in seguito le repliche sono state trasmesse su Rete 4, sul canale Fox Retro e su K2, CanalOne, Frisbee e Cielo.

Trama[modifica | modifica sorgente]

George e Louise in Arcibaldo

George e Louise Jefferson sono una coppia nera, lui imprenditore lei casalinga. Apparsi inizialmente nella serie televisiva Arcibaldo, dove vivevano in un piccolo appartamento nel Queens (a fianco dei Bunker, protagonisti della sitcom), iniziarono ad arricchirsi nel settore delle lavanderie, arrivando ad aprirne ben cinque. Salutati gli odiati vicini (perlomeno da George), I Jefferson si dirigono verso Manhattan.

Stabilitisi in un elegante appartamento dell'Upper East Side di Manhattan, questa famiglia nera rappresenta, con situazioni più o meno esilaranti, il punto d'incontro tra due differenti stili di vita e due mondi culturali: quello povero di Harlem, dal quale proviene e da cui è riuscita a tirarsi fuori, e quello attuale. Il filo conduttore della serie è quindi il tema dell'inserimento di una famiglia di colore nel tessuto sociale dell'alta borghesia, composta per la stragrande maggioranza da bianchi, lasciando allo spettatore, dietro le risate, le analisi sulle differenze dei valori che si contrappongono.

La serie verte anche delle relazioni con la domestica scansafatiche Florence, i vicini Willis (odiati da George per il loro matrimonio interraziale), il bizzarro vicino Henry Bentley, il pidocchioso portiere Ralph ed in generale con i vari clienti e compagni d'affari di George. La serie benché sia a sfondo comico, tratta spesso di tematiche quali il razzismo, il suicidio, l'analfabetismo e la diffusione incontrollata delle armi

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi de I Jefferson.
Attore Ruolo Doppiatore Numero di Episodi Periodo di Attività
Sherman Hemsley George Jefferson Enzo Garinei 253[2] 1975-1985
Isabel Sanford Louise Jefferson Isa Di Marzio 252[2] 1975-1985
Mike Evans Lionel Jefferson (ST. 1,6-8,11) Federico Danti 35[2] 1975, 1979-1982, 1985
Roxie Roker Helen Willis Graziella Porta 189[2] 1975-1985
Franklin Cover Thomas "Tom" Willis Silverio Pisu 183[2] 1975-1985
Zara Cully Olivia "Mamma" Jefferson Grazia Migneco 34[2] 1975-1977
Berlinda Tolbert Jenni Willis Elisabetta Cesone 65[2] 1975-1985
Paul Benedict Harry Bentley Pietro Ubaldi 141[2] 1975-1982, 1983-1985
Marla Gibbs Florence Johnston Lisa Mazzotti 206[2] 1975-1985
Damon Evans Lionel Jefferson (ST. 2-4) Federico Danti 33[2] 1975-1978
Jay Hammer Allan Willis 8[2] 1978-1979
Ned Vertimer Ralph Hart Antonello Governale 50[2] 1975-1985

Lionel e Jenny[modifica | modifica sorgente]

Lionel (Damon Evans) e Jenni

Mike Evans ("Lionel") abbandonò lo show dopo la prima stagione; al suo posto venne scritturato Damon Evans (nessuna parentela), che interpretò il ruolo di Lionel fino alla quarta stagione.

Mike Evans e la Tolbert ritornarono nel cast nel 1980, e il personaggio della Tolbert, Jenny, venne reinserito nella serie come incinta di una figlia di nome Jessica. Tuttavia, Mike Evans apparve soltanto per un'altra stagione, insieme alla Tolbert, per poi scomparire nuovamente.

I personaggi di Lionel e Jenny furono eliminati dalla serie con la motivazione dell'insorgere tra i due di "problemi coniugali", e la storia del loro rapporto venne sviluppata in un episodio speciale in due parti nell'ottava stagione. L'ottava stagione dei Jefferson fu la prima sitcom di colore in svariati anni (sin dai tempi di Sanford and Son) a raggiungere negli Stati Uniti la terza posizione in classifica tra le trasmissioni più seguite dell'anno. Nel 1982 Evans riapparve a sorpresa nella serie in un episodio della nona stagione, per poi fare le sue ultime due apparizioni durante due puntate dell'undicesima e ultima stagione del telefilm. Berlinda Tolbert divenne ospite speciale abituale per tutto il resto della serie.

Principali guest-star nel corso della serie[modifica | modifica sorgente]

Sammy Davis jr. appare nel ruolo di se stesso nell'episodio 10x12

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 13 1975 2 dicembre 1975
Seconda stagione 24 1975-1976 20 maggio 1976
Terza stagione 24 1976-1977 30 gennaio 1979
Quarta stagione 26 1977-1978 6 gennaio 1980
Quinta stagione 24 1978-1979 4 settembre 1980
Sesta stagione 24 1979-1980 31 marzo 1982
Settima stagione 20 1980-1981 3 maggio 1987
Ottava stagione 25 1981-1982 1988
Nona stagione 27 1982-1983 1999
Decima stagione 22 1983-1984 2000
Undicesima stagione 24 1984-1985 2001

Sigla[modifica | modifica sorgente]

Ja'net Dubois (della sitcom Good Times) e Jeff Barry sono gli autori della sigla del telefilm, la celebre Movin' On Up, cantata dalla stessa Dubois con l'accompagnamento di un coro gospel.

Movin' On Up ebbe un ritorno di notorietà durante gli anni novanta e duemila grazie alla sua inclusione in spot televisivi e ad altri riferimenti vari: per esempio, viene omaggiata nella canzone del rapper Nelly Batter Up (che vede la partecipazione di Hemsley nei panni di un telecronista di baseball che nel video "balla" con le movenze di George Jefferson) e in Gettin' Jiggy Wit It di Will Smith, dove una strofa del testo recita: «Now they give it to me nice and easy/Since I moved up like George and Weezie».

La canzone è stata anche inserita nel film del 2006 Garfield 2. In questo caso, il brano venne cantato da Bill Murray (che doppia Garfield nella versione originale della pellicola). Nel 2008 il brano è stato citato nel film Tropic Thunder.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Zara Cully non poté recitare nei primi 17 episodi della terza stagione a causa di una grave forma di polmonite; tornò per alcuni episodi, prima di morire nei primi mesi della quarta stagione. Gli scrittori decisero di far morire anche il personaggio di Mamma Jefferson piuttosto che inserire un'attrice diversa. Nessun episodio speciale è stato incentrato sulla sua morte, ma viene fatto un breve riferimento nel secondo episodio della quinta stagione.
  • Roxie Roker, interprete di Helen Willis, era la madre del noto cantante rock Lenny Kravitz.
  • Isabel Sanford (Louise) era di ben 21 anni più anziana di Sherman Hemsley (George). Al cinema era stata la domestica di colore in Indovina chi viene a cena? (1967).
  • In uno degli episodi si scopre che il padre della protagonista Louise, Harold "Harry" Mills, creduto morto, in realtà fa il giornalaio a Manhattan e fugge in California quando Louise ha due anni.
  • In un episodio, probabilmente con "dialogo improvvisato", si discute se Babbo natale sia "nero" o "bianco": questa avviene tra il "capofamiglia" ed il vicino "bianco".
  • La versione italiana del telefilm è "postdatata" rispetto a quella originale statunitense. La prima serie del telefilm è stata infatti girata nel 1975, tuttavia nell'episodio 1x07 Lionel afferma "siamo nel 1981". Nell'omonimo episodio americano, Lionel invece dichiara che si trovavano negli anni '70. Nella versione italiana dell'episodio 1x08 Louise menziona il presidente Reagan, mentre nell'episodio originale parla del Presidente Ford, a quell'epoca in carica.
  • Nel 1985, Sherman Hemsley e Isabel Sanford hanno fatto un'apparizione sempre nel ruolo dei Jefferson nello show Grand Hotel in onda su Canale 5. Erano ospiti dell'hotel e sono apparsi per due volte durante lo spettacolo per un totale di circa cinque minuti. Anche in questo caso sono stati doppiati dai doppiatori originali della serie regolare, Enzo Garinei e Isa Di Marzio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Biography Channel Interview - Dicembre 2008
  2. ^ a b c d e f g h i j k l http://movieplayer.it/serietv/i-jefferson_1349/cast/

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione