Marisa Tomei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marisa Tomei (New York, 4 dicembre 1964) è un'attrice statunitense di origine italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nata in una famiglia benestante di origini italiane (toscane e siciliane): il padre Gary A. Tomei è un avvocato mentre la madre Patricia Bianchi, messinese, è un'insegnante d'inglese. La famiglia si è trasferita a Manhattan dopo la nascita del figlio minore, Adam. Qui Marisa unisce agli studi scolastici (inizialmente alla Boston University e poi alla New York University) quelli artistici (danza, teatro e recitazione). Notata da alcuni dirigenti televisivi, nel 1983 prende parte alla soap opera Così gira il mondo.

Il suo esordio nel mondo del cinema avviene nel 1984 con Flamingo Kid, in cui pronuncia una sola battuta ("Sei ubriaco!") che comunque basta per farla entrare nella sitcom Tutti al college (1987, serie trasmessa in Italia col titolo Denise). Torna sul grande schermo nel 1991 con Zandalee per poi offrire una prova memorabile in Mio cugino Vincenzo, film del 1992 che le vale l'Oscar come migliore attrice non protagonista. Riceverà poi altre due candidature per l'ambita statuetta, nel 2001 con In the Bedroom e nel 2009 con The Wrestler.

Nel 1993, sempre per la sua interpretazione di Mona Lisa Vito in Mio cugino Vincenzo, vince il premio MTV come Migliore Performance Rivelazione.

Successivamente lavora molto a teatro, anche nelle commedie Off-Broadway, e per tre anni risiede a Greenwich Village. Torna al cinema con un ruolo da protagonista nel 1993 con Qualcuno da amare, subito seguito da Cronisti d'assalto di Ron Howard (1994) e nel romantico Only You - Amore a Prima Vista dello stesso anno. Dopo il film di denuncia Benvenuti a Sarajevo (1997, sull'ignavia dell'ONU durante la crisi jugoslava) si mette in luce con due ruoli sostanzialmente comici in L'altra faccia di Beverly Hills (1998) ed in What Women Want - Quello che le donne vogliono (2000).

Nel 2003 è protagonista della tragedia teatrale Salomè e doppiatrice di qualche puntata de I Simpson, senza comunque interrompere la sua carriera ad Hollywood.

Nel 2007 recita per Sidney Lumet in Onora il padre e la madre, ruolo che le frutta la sua prima candidatura agli Independent Spirit Awards.

Per molti anni, soprattutto dall'uscita del film Mio cugino Vincenzo fino alla fine degli anni novanta, è spesso impiegata dai registi come caratterista, per via del suo marcato accento newyorkese.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2008 è legata all'attore Logan Marshall Green, con cui si è ufficialmente fidanzata nel 2012[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Marisa Tomei al Tribeca Film Festival per la prima di War, Inc. (2008)

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jennifer Pearson, It's love! Marisa Tomei, 48, to walk down the aisle for the first time with toyboy beau Logan Marshall Green, 36, Daily Mail, 25 gennaio 2013. URL consultato il 4 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Mercedes Ruehl
per La leggenda del re pescatore
1993
per Mio cugino Vincenzo
Anna Paquin
per Lezioni di piano

Controllo di autorità VIAF: 85635043 LCCN: n96020595