Gymnorhina tibicen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gazza australiana
Magpie.jpg
Gymnorhina tibicen
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Passeri
Superfamiglia Corvoidea
Famiglia Artamidae
Sottofamiglia Cracticinae
Genere Gymnorhina
G. R. Gray, 1840
Specie G. tibicen
Nomenclatura binomiale
Gymnorhina tibicen
(Latham, 1802)
Sinonimi

Cracticus tibicen

Sottospecie
  • G. t. papuana
  • G. t. eylandtensis
  • G. t. terraereginae
  • G. t. tibicen
  • G. t. tyrannica
  • G. t. hypoleuca
  • G. t. telonocua
  • G. t. dorsalis
  • G. t. longirostris

Areale della gazza australiana

La gazza australiana (Gymnorhina tibicen (Latham, 1802)) è una specie di uccello appartenente alla famiglia Artamidae. È l'unica specie nota del genere Gymnorhina.[2]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È un uccello schivo, a dispetto del nome che potrebbe far pensare alla gazza ladra (Pica pica).

Vive in gruppi poco numerosi, costituiti da 3 a 10 esemplari nei quali si trova un maschio dominante che vive in poligamia con diverse femmine.

Sebbene i giovani diventino fertili all'età di un anno, gli individui adulti impediscono loro di riprodursi fino a che non raggiungono l'età di 4 o 5 anni.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Nativo dell'Australia e la Nuova Guinea meridionale ma introdotto anche in Nuova Zelanda e nelle isole Fiji[1], vive nella foresta poco densa, privilegiando gli aberi di eucalipto.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

A questa specie fanno capo 9 sottospecie:[2]

  • Gymnorhina tibicen dorsalis Campbell, 1895
  • Gymnorhina tibicen eylandtensis White, 1922
  • Gymnorhina tibicen hypoleuca (Gould, 1837)
  • Gymnorhina tibicen longirostris Milligan, 1903
  • Gymnorhina tibicen papuana Bangs & Peters, JL, 1926
  • Gymnorhina tibicen telonocua Schodde & Mason, 1999
  • Gymnorhina tibicen terraereginae (Mathews, 1912)
  • Gymnorhina tibicen tibicen (Latham, 1801)
  • Gymnorhina tibicen tyrannica Schodde & Mason, 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Gymnorhina tibicen in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Artamidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 5 novembre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Higgins, Peter Jeffrey, John M. Peter, and S. J. Cowling (eds.), Handbook of Australian, New Zealand and Antarctic Birds. Vol. 7: Boatbill to Starlings, Melbourne, Oxford University Press, 2006, ISBN 978-0-19-553996-7.
  • Jones, Darryl, Magpie Alert: Learning to Live with a Wild Neighbour, University of New South Wales, University of New South Wales Press, 2002, ISBN 0-86840-668-6.
  • Kaplan, Gisela, Australian Magpie: Biology and Behaviour of an Unusual Songbird, Melbourne, Victoria, CSIRO Publishing, 2004, ISBN 0-643-09068-1.


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli