Ulmus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Olmo
East Coker elm, 2.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Rosales
Famiglia Ulmaceae
Genere Ulmus
Specie
  • Vedi testo
Rametti con frutti di Ulmus pumila

Ulmus è genere delle Ulmaceae che comprende alberi denominati olmi diffusi naturalmente in Europa, in Asia e in Nordamerica e largamente utilizzati come piante ornamentali e soprattutto nella silvicoltura e nell'arboricoltura da legno.

Possono raggiungere 20-25 m di altezza; le foglie sono decidue, semplici, ovoidali a margine seghettato e con la lamina fortemente asimmetrica. I fiori sono ermafroditi con ovario supero e riuniti in infiorescenze. Il frutto è una samara.

Gli olmi sono stati pesantemente decimati da una malattia detta grafiosi, provocata da un fungo di origine asiatica, giunto in Europa intorno al 1920 e in Nordamerica nel 1928.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Ulmus comprende diverse decine di specie (da 30 a 40) - oltre a numerosi ibridi artificiali (e anche naturali). A causa di questa facilità di ibridazione è spesso difficile delimitare le specie. In Italia sono presenti 4 specie:

  • Ulmus glabra Huds. (=Ulmus montana With.): olmo montano diffuso nei boschi termofili di tutta la penisola
  • Ulmus minor Miller (=Ulmus campestris auct., Ulmus carpinifolia Suckow): olmo campestre, presente in tutte le regioni
  • Ulmus canescens Melville con distribuzione meridionale
  • Ulmus laevis Pallas (=Ulmus effusa Willd.): olmo bianco, olmo ciliato nei boschi umidi dell'Italia settentrionale e centrale

Alcune altre:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica