Scincidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scincidi
Apothekerskink01.jpg
Scincus scincus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Infraordine Scincomorpha
Famiglia Scincidae
Gray, 1825
Sottofamiglie

Gli Scincidi (Scincidae Gray, 1825) sono una famiglia di sauri, diffusi nei cinque continenti, in una ampia varietà di habitat.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende sauri di taglia da piccola a media: la specie di maggiori dimensioni, lo scinco arboricolo delle isole Solomon (Corucia zebrata), può raggiungere i 72 cm di lunghezza[2].
La gran parte delle specie hanno testa piccola, collo tozzo e corpo allungato, con arti piccoli o ridotti a vestigia.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte delle specie è vivipara, ma alcune, come ad esempio Ablepharus kitaibelii e Plestiodon lagunensis, sono ovipare.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia ha una distribuzione pressoché ubiquitaria, essendo presente in America, Europa, Africa, Asia e Oceania. L'area con la maggiore biodiversità è rappresentata dall'Africa subsahariana.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Scincidi una delle più grandi famiglie di rettili viventi comprendendo oltre 1500 specie.[1]
In passato venivano riconosciute 4 sottofamiglie: Aconthinae, Feylilinae, Lygosominae e Scincinae [3].
Studi filogenetici del 2003 hanno evidenziato che tali raggruppamenti erano in larga parte polifiletici (con l'eccezione della sottofamiglia Aconthinae che si è confermata monofiletica) [4].

Attualente vengono riconosciute 7 sottofamiglie, comprendenti i seguenti generi:[1]

Alcune specie[modifica | modifica wikitesto]

Specie presenti in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Scincidae in The Reptile Database. URL consultato il 13 luglio 2014.
  2. ^ Solomon Island skink in Australian Reptile Park. URL consultato il 14 luglio 2014.
  3. ^ Greer A.E. A subfamilial classification of scincid lizards. Bulletin of the Museum of Comparative Zoology 1970; 139: 151-183.
  4. ^ Whiting A.S., Bauer A.M., and Sites J.W.J. Phylogenetic relationships and limb loss in southern African scincine lizards (Squamata: Scincidae). Molecular Phylogenetics and Evolution 2003; 29: 582-598.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili