Football Champ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Football Champ
Football champ 00.jpg
Carneficina in atto tra Olanda e Brasile
Titolo originale Hat Trick Hero
Sviluppo Taito
Pubblicazione Taito
Serie Football Champ
Data di pubblicazione 1990
Genere Calcio
Modalità di gioco Singolo giocatore, doppio
Piattaforma Arcade, Amiga, Atari ST, Commodore 64, Super Nintendo, Playstation 2
Periferiche di input Joystick, Joypad

Football Champ, conosciuto in Giappone come Hat Trick Hero (ハットトリックヒーロー?), è un videogioco di calcio pubblicato nel 1990 dalla Taito.

Il gioco ha riscosso molto successo nelle sale giochi europee soprattutto per la sua spettacolarità, dove passaggi millimetrici, acrobazie e colpi scorretti sono alla base di ogni azione del gioco. Proprio questa sua caratteristica ha creato una sorta di cliche nei videogiochi arcade di calcio degli anni '90, quando molti videogiocatori si appassionarono proprio a questa tipologìa di giochi del calcio contraddistinta da una mancanza di realismo a favore di clamorose giocate al limite del possibile; Hat Trick Hero ha potuto così proseguire con una serie di seguito sempre molto gettonati e, da parte di altre softwarehouse, si sono visti giochi agli antipodi del calcio reale, come Premier Soccer della Konami del 1993.

Nel 1992 venne realizzato un ulteriore porting solo per il mercato europeo, Euro Champ '92, probabile omaggio al Campionato Europeo svoltosi quell'anno in Svezia e tra i pochissimi videogiochi arcade di calcio a presentare solamente nazionali del vecchio continente.

Nel 2005 è stata presentata la versione per PlayStation 2 nella raccolta Taito Memories Vol.2.

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

La giocabilità è abbastanza semplice ed intuitiva; si utilizzano due pulsanti, uno per tirare o per passare basso e veloce ed uno per passare la palla lunga ed alta; appena la palla arriva a contatto con un giocatore è già possibile calciare la palla di prima con un'acrobazia, ed effettuare quindi le famose combo di rovesciate o tuffi di testa, che data la scarsa intelligenza artificiale dei portieri sono utilissime per segnare. In fase di non possesso palla è possibile intervenire in scivolata (tecnica non sanzionabile dall'arbitro ma può essere evitata dall'avversario con una bicicletta) oppure commettere un intervento scorretto quale lo sferrare un pugno, afferrare l'avversario per la maglietta oppure effettuare una ginocchiata in salto: se l'arbitro in quel momento è visibile e non è a terra (cade ad ogni contatto con i giocatori) questo fermerà il gioco fischiando il fallo e ammonendo il giocatore; il giocatore viene espulso dal campo di gioco al terzo cartellino giallo della partita (indifferentemente se lo stesso calciatore ne abbia già presi 2). Peculiarità del gioco è la possibilità di effettuare i c.d. "Super Shot" e "Hyper shot". Il primo colpo può essere messo a segno ogni due partite, quando mancano allo scadere circa 30 secondi (e si è in situazione di parità o svantaggio), passando la palla al capitano della squadra con un lancio lungo. Il secondo è molto più raro e non è chiaro quando si può manifestare. Il Super Shot va a segno nell'80% circa dei casi, colpendo il portiere e trascinandolo in porta. L'Hyper Shot è praticamente un gol fatto, in quanto il portiere non ha possibilità di fermare il pallone (una specie di palla di fuoco), venendo scaraventato oltre il limite del campo.

È tra i primi videogiochi arcade di calcio a presentare dati personali per ogni singolo calciatore delle due squadre: in questo caso il numero di maglia e l'energia del giocatore che si controlla, visualizzate nell'angolo in alto dello schermo.

È possibile scegliere una nazionale tra otto (la differenza tra le tre versioni sta proprio nelle nazionali selezionabili e nel numero: infatti in Euro Champ '92 le squadre opzionabili sono ben dodici) e quindi affrontare successivamente le rimanenti squadre; una volta scelta la squadra si dovrà scegliere uno tra quattro giocatori di quella squadra al quale assegnare un maggior potenziale a livello di tiro e corsa.

Squadre selezionabili[modifica | modifica sorgente]

  • Football Champ

Francia Francia

Spagna Spagna

Inghilterra Inghilterra

Argentina Argentina

Brasile Brasile

Germania Germania

Paesi Bassi Olanda

Italia Italia

  • Hat Trick Hero

Giappone Giappone

Stati Uniti USA

Inghilterra Inghilterra

Argentina Argentina

Brasile Brasile

Germania Germania

Paesi Bassi Olanda

Italia Italia

  • Euro Champ '92

Francia Francia

Spagna Spagna

Inghilterra Inghilterra

Germania Germania

Paesi Bassi Olanda

Italia Italia

Cecoslovacchia Cecoslovacchia

Belgio Belgio

Russia Russia

Svezia Svezia

Irlanda Irlanda

Danimarca Danimarca

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Tecniche per segnare[modifica | modifica sorgente]

  • La tecnica più nota per segnare è quella di decentrarsi all'altezza della metà campo sulla fascia destra, effettuare un passaggio alto e lungo verso l'ala destra che, di prima, crossa in area con un'acrobazia; l'attaccante in area effettua il tap-in anch'esso con un'acrobazia.
  • Un'altra tecnica utile è quella di crossare in prossimità della linea di fondo sulla fascia destra, trovando il punto giusto il portiere avversario uscirà a vuoto, lasciando l'attaccante solo sulla riga di porta.

Conversioni domestiche[modifica | modifica sorgente]

Nel 1991 venne realizzata da parte della Domark su licenza Taito una conversione del gioco per Commodore 64 con il nome Euro Football Champ, anticipando quindi di un anno il progetto arcade Euro Champ '92 con sole nazionali europee. Tuttavia il gioco conserva ben poche caratteristiche dell'originale, con la tipica visuale a volo d'uccello che ha caratterizzato molti videogiochi di calcio per Commodore 64 e l'assenza di molte altre feature, tra queste la possibilità di selezionare il capitano della squadra. Una pessima sensibilità dei controlli e un'enorme facilità nel realizzare da parte del giocatore hanno contribuito a relegare il gioco tra i "dimenticabili", con la rivista specializzata ZZap! che valutò il gioco con una votazione pari a 45%. [1]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Tipico dei videogiochi di calcio degli anni '80 e dei primi anni '90 è il fatto di non utilizzare divise di riserva e trame sulle stesse, e quindi anche in Football Champ si cerca di attribuire colori univoci alle divise delle varie nazionali cercando di evitare sovrapposizioni: il gioco è molto fedele in questo fatta eccezione per la Germania (che comunque ha la divisa verde, storica divisa di riserva) e la Francia (che veste una curiosa divisa rosa, cosa proposta anche in altri videogiochi del calcio).
  • Nei vari sequel del gioco se si entra nella lista dei primi 10 record di punteggio e ci si firma "SEX" automaticamente il gioco cambia la firma in "AAA".
  • Ogni giocatore della propria squadra è identificato dal proprio numero di maglia, evidenziato nella parte alta dello schermo quando è in possesso della palla; se uno dei giocatori realizza una tripletta appare la scritta "Hat Trick", termine inglese che indica proprio la tripletta.
  • Il gioco presenta diverse fotografie digitalizzate: quella presente sullo sfondo del menu di selezione della squadra raffigura lo stadio Marcantonio Bentegodi di Verona, stadio utilizzato quell'anno per il campionato mondiale, mentre nella schermata riassuntiva di fine partita può apparire una fotografia che raffigura un esultante Marco Tardelli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]