Comando carabinieri per la tutela del patrimonio culturale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comando carabinieri tutela patrimonio culturale
Scud Tutela Culturale.gif
Descrizione generale
Attiva 3 maggio 1969
Nazione Italia Italia
Servizio Ministro per i Beni e le Attività Culturali
Ruolo Indagine e repressione dei reati riguardanti il patrimonio culturale
Attività di controllo
Sede Roma
Sito internet http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/MenuServizio/TutelaCulturale/
Parte di
Comandanti
Comandante attuale Generale di Brigata Mariano Ignazio Mossa

[senza fonte]

Voci su gendarmerie presenti su Wikipedia
Piazza Sant'Ignazio a Roma, sede della Comando carabinieri per la tutela del patrimonio culturale.

Il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale venne fondato il 3 maggio del 1969 con la denominazione "Comando Carabinieri Ministero Pubblica Istruzione - Nucleo Tutela Patrimonio Artistico" allo scopo di tutelare il patrimonio culturale ed artistico dell'Italia.

Dipende direttamente dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Struttura ed organizzazione[modifica | modifica sorgente]

Il Comando, nella forma attuale, ai cui vertici vi è un generale di brigata, si compone di una struttura centrale e di una struttura periferica. Ha sede a Roma, in piazza Sant'Ignazio, 152. Il comandante attuale è il generale di brigata Mariano Mossa.

La struttura centrale si articola in un ufficio comando e un reparto operativo, mentre la struttura periferica si compone di dodici "nuclei" e di una "sezione" ed è coordinata dal Vice Comandante del Comando Tutela Patrimonio Culturale.

I nuclei sono dislocati presso le città di:

Uno dei fiori all'occhiello del reparto è senza dubbio la "Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti", in cui è possibile stilare una sorta di documento d'identità (Object-ID) delle opere trafugate o di quelle ancora regolarmente in possesso, al fine di accelerare le pratiche in caso di furto della stessa.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra