Classi O e P (cacciatorpediniere)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classi O e P
La Oribi nel 1946
La Oribi nel 1946
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo Cacciatorpediniere
Numero unità 16
Proprietario/a Naval Ensign of the United Kingdom.svg Royal Navy
Naval Ensign of Pakistan.svg Marina militare del Pakistan
Flag of Turkey.svg Türk Deniz Kuvvetleri
Caratteristiche generali
Lunghezza 105 m
Larghezza 11 m
Pescaggio 2,7 m
Propulsione Due caldaie Admiralty a tubi d'acqua
Turbine a vapore con riduttori Parsons
Due assi
40.000 Shp
Velocità 36,75 nodi
Autonomia 3.850 mn a 20 nodi

[senza fonte]

voci di classi di cacciatorpediniere presenti su Wikipedia

Le classi O e P sono state due gruppi di cacciatorpediniere della Royal Navy britannica. Ordinate nel 1939, furono le prime unità del War Emergency Programme (Programma di emergenza di guerra) varato per fornire alla marina militare le unità moderne necessarie per il secondo conflitto mondiale allora agli inizi. Le due classi furono quindi note anche come Prima e Seconda Flottiglia di Emergenza. Servirono come scorte ai convogli durante la guerra, venendo poi convertite in fregate veloci di seconda classe con compiti antisom negli anni cinquanta.

Progetto[modifica | modifica sorgente]

Lo scafo delle classi O e P è basato su quello della precedente classe J, ma con modifiche per contrastare la cattiva qualità delle manovre tipiche della classe J. Le unità erano anche equipaggiate con un sistema di controllo fuoco Fuze Keeping Clock HA.

Classe O[modifica | modifica sorgente]

Le navi della classe O vennero prodotte in due serie da quattro imbarcazioni. Il primo gruppo era dotato di un cannone da 4.7 pollici, con affusti che ne permettevano l'elevazione fino ad un massimo di 40 gradi. Di conseguenza vennero dotate anche di un cannone da 4 pollici antiaereo al posto di un gruppo di tubi lanciasiluri. La seconda serie di produzione era invece armata con cannoni da 4 pollici (100 mm) con affusti che ne permettevano un'elevazione maggiore, poteva operare come posamine ed era riconoscibile dallo scivolo per le mine a poppa. Quando utilizzate per questo scopo, le unità dovevano sbarcare il pezzo Y, i siluri e le cariche di profondità. In base al progetto l'armamento antiaereo consisteva in un impianto quadruplo di cannoni "Pom Pom da 40 mm e da due mitragliatrici quadruple da 12,7 mm della Vickers. Quando queste ultime si dimostrarono obsolete, vennero sostituite con le mitragliere da 20 mm della Oerlikon, fino ad un massimo di sei pezzi.

Classe P[modifica | modifica sorgente]

La classe P era una copia della classe O, dotata interamente di cannoni da 4 pollici equipaggiati con un nuovo tipo di scudo frontale. Inoltre le unità di questa classe non vennero private di un impianto lanciasiluri per fare spazio all'armamento antiaereo.

Navi[modifica | modifica sorgente]

Classe O[modifica | modifica sorgente]

Tutte le navi di questa classe sopravvissero alla guerra. Cinque unità parteciparono alla battaglia del mare di Barents, nella quale la Onslow venne gravemente danneggiata. Dopo lo scontro le navi vennero modificate con l'installazione di alberi più alti a traliccio.

* = capoflottiglia
† = Attrezzate come posamine

Classe P[modifica | modifica sorgente]

Le unità della classe servirono principalmente nel Mediterraneo, dove quattro di esse vennero perse in azione.

  • Pakenham * (ex-Onslow), costruita nei cantieri Hawthorn Leslie & Company di Hebburn, danneggiata in uno scontro con le torpediniere Cassiopea e Cigno della Regia Marina al largo di Marsala il 16 aprile 1943. Silurata e affondata dalla Paladin. (Vedi battaglia del convoglio Cigno).
  • Paladin, costruita nei cantieri John Brown, convertita in fregata Type 16 nel 1954, venduta per essere demolita nel 1962.
  • Panther, costruita nei cantieri Fairfield, affondata da aerei tedeschi nello stretto di Scarpanto il 9 ottobre 1943.
  • Partridge, costruita nei cantieri Fairfield, silurata e affondata dal sommergibile tedesco U-565 al largo di Orano il 18 dicembre 1942.
  • Pathfinder (ex-Onslaught), costruita nei cantieri Hawthorn Leslie, danneggiata da aerei giapponesi al largo dell'isola di Ramtree l'11 febbraio 1945, mai riparata ed usata come bersaglio per aerei. Venduta per essere demolita nel 1948.
  • Penn, costruita nei cantieri Vickers Armstrongs di Walker, venduta per essere demolita nel 1949.
  • Petard (ex-Persistent), costruita nei cantieri Vickers Armstrongs, convertita in fregata Type 16, venduta per essere demolita nel 1967.
  • Porcupine, costruita nei cantieri Vickers Armstrongs, silurata dall'U-602 il 9 dicembre 1942 e spezzatasi in due. Mai riparata e venduta per essere demolita nel 1947.

* = capoflottiglia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]