Classe Renown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Renown
La Repulse in navigazione seguita dalla Renown in una foto degli anni 20
La Repulse in navigazione seguita dalla Renown in una foto degli anni 20
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo Incrociatore da battaglia
Numero unità 2
Proprietario/a Royal Navy
Impostata 1915
Varata 1916
Caratteristiche generali
Dislocamento 26.500 (progetto), 30.100 (massimo)
Lunghezza 242,5 m
Larghezza 31,3 m
Pescaggio 8,94 m
Ponte di volo Piattaforme di lancio sopra le torrette B e Xm
Propulsione 42 caldaie Babcock and Wilcox
Turbine a vapore Brown Curtis
Quattro assi
126.000 Shp
Velocità 30,25 nodi
Autonomia NumeroMiglia mn a nodi NumeroNodi(Numerokm km a Velocità km/h)
Equipaggio 1205
Armamento
Armamento
  • 6 cannoni da 381 mm in torrette binate
  • 15 cannoni da 101,6 mm in torrette trinate
  • 2 cannoni da 76 mm antiaerei singoli
  • 2 tubi lanciasiluri da 533 mm sommersi
Mezzi aerei 4 (fino al 1943)

dati tratti da uboat.net

voci di classi di incrociatori presenti su Wikipedia

La classe Renown è stata una classe di incrociatori da battaglia costruita per la Royal Navy britannica durante la prima guerra mondiale.

Era inizialmente previsto che le due unità fossero le ultime navi della classe Revenge ma le aspettative di una guerra breve fecero sì che la loro costruzione venisse sospesa nella convinzione che non potessero essere completate in tempo. L'Ammiraglio Jackie Fisher, diventato Primo Lord del Mare, fece riprendere la costruzione[1] modificando il progetto e trasformando le unità in incrociatori da battaglia di più facile e rapida costruzione. Eustace Tennyson-D'Eyncourt, Direttore delle costruzioni navali, aveva progettato le navi classe Revenge. Rispetto a queste le Renown ebbero uno scafo più lungo, il numero di torrette venne ridotto da quattro a tre e la corazzatura venne resa più leggera per aumentare la velocità. Come risultato di queste modifiche i lavori procedettero speditamente e le unità entrarono in servizio poco dopo la battaglia dello Jutland del 1916.

Le due navi vennero battezzate Renown e Repulse. Una terza unità, la Resistance, venne cancellata prima dell'inizio dei lavori. Al momento del loro completamento erano le navi da guerra più grandi mai costruite, fino all'ingresso in servizio della Hood. Le navi, per cui era necessaria una continua e costosa manutenzione, vennero soprannominate HMS Refit e HMS Repair.

Entrambe le unità servirono in entrambe le guerre mondiali. La Repulse venne affondata il 10 dicembre 1941 insieme alla nave da battaglia Prince of Wales da un violento attacco aereo giapponese. La Renown, sopravvissuta alla guerra, venne demolita nel 1948.

Navi[modifica | modifica sorgente]

Nome Costruttori Costruttori delle macchine Impostazione Varo Completamento Cost according to
(BNA 1924)[2]
Renown Fairfield, Govan Fairfield
Brown-Curtis Turbine
25 gennaio 1915 4 marzo 1916 20 settembre 1916 £3,111,284
Repulse John Brown, Clydebank John Brown
Brown-Curtis Turbine
25 gennaio 1915 8 gennaio 1916 18 agosto 1916 £2,760,062

Era pratica comune per la Royal Navy non contabilizzare il costo degli armamenti nel costo della costruzione delle unità.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Collins, op. cit., p. 114
  2. ^ Brassey's Naval and Shipping Annual 1924, p 422-424.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Collins-Jane's, Warship of World War II, Glasgow, HarperCollins Publishers, 1996. ISBN 0-00-470872-5.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina