Chiesina Uzzanese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesina Uzzanese
comune
Chiesina Uzzanese – Stemma Chiesina Uzzanese – Bandiera
Chiesina Uzzanese – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Pistoia-Stemma.png Pistoia
Amministrazione
Sindaco Marco Borgioli (centrodestra) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 43°50′00″N 10°43′00″E / 43.833333°N 10.716667°E43.833333; 10.716667 (Chiesina Uzzanese)Coordinate: 43°50′00″N 10°43′00″E / 43.833333°N 10.716667°E43.833333; 10.716667 (Chiesina Uzzanese)
Altitudine 20 m s.l.m.
Superficie 7,2 km²
Abitanti 4 472[1] (30-06-2011)
Densità 621,11 ab./km²
Frazioni Capanna, Chiesanuova, Molin Nuovo
Comuni confinanti Altopascio (LU), Buggiano, Fucecchio (FI), Montecarlo (LU), Pescia, Ponte Buggianese, Uzzano
Altre informazioni
Cod. postale 51013
Prefisso 0572
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 047022
Cod. catastale C631
Targa PT
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona D, 1 695 GG[2]
Diffus. atmosf. media
Nome abitanti chiesinesi
Patrono Madonna della neve
Giorno festivo 5 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Chiesina Uzzanese
Posizione del comune di Chiesina Uzzanese all'interno della provincia di Pistoia
Posizione del comune di Chiesina Uzzanese all'interno della provincia di Pistoia
Sito istituzionale

Chiesina Uzzanese è un comune italiano di 4.472 abitanti della provincia di Pistoia in Toscana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune si trova nella parte orientale della Piana di Lucca, al limite occidentale della Valdinievole di cui è il comune più piccolo, a nord del Padule di Fucecchio.
Il comune è composto dal centro abitato principale e da tre frazioni: Chiesanuova, Molin Nuovo (entrambe nella parte nord del territorio comunale) e Capanna (collocato a sud dell'abitato principale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Chiesina Uzzanese ottiene l'autonomia dal Comune di Uzzano nel 1963. L'autonomia di Chiesina Uzzanese fu raggiunta grazie alla volontà della popolazione che diede vita ad un apposito comitato finalizzato proprio alla nascita del Comune autonomo

Si hanno notizie sull'agglomerato urbano già nel basso medioevo quando, grazie all'attraversamento della via francigena, la presenza di un ricovero per i pellegrini, uno xenodochio, segnala il paese alle cronache del tempo. I resti dello xenodochio sono ancora oggi visibili nella piazza centrale dell'abitato di Chiesina Uzzanese.

L'economia del paese si fonda sulla pesca praticata nella zona paludosa da cui è circondato.

Successivamente alla bonifica delle zone acquitrinose il paese si amplia fino a raggiungere una buona dimensione nel XIX secolo.

Negli ultimi mesi del secondo conflitto mondiale, dal maggio 1944 a tutto il 1944 a Chiesina Uzzanese fu attivo un comitato di liberazione, promosso da tre chiesinesi, che si adoperò, senza finalità politiche, per creare un'organizzazione segreta antifascista ed antinazista e rimarrà attivo anche dopo la liberazione del paese, il 3 settembre 1944.

Sempre nell'estate 1944 si costituì un comitato di alimentazione, allo scopo di assicurare le forniture alimentari minime per gli abitanti.

Da sottolineare che nella relazione prodotta dai Comitati il Comune è chiamato "Chiesina Valdinievole (Uzzanese-Prov. Pistoia) e non comune di Uzzano[3].

Con il XX secolo la zona si caratterizza per la coltivazione dei fiori, caratteristica che la rende famosa ancora oggi grazie al commercio florovivaistico con il vicino mercato dei fiori di Pescia. A partire dagli anni '90 del XX secolo la floricoltura è stata colpita da una pesante crisi che ha comportato la chiusura di numerose aziende. A partire dagli inizi del XXI secolo Chiesina Uzzanese ha quindi smesso di avere le caratteristiche proprie di un comune agricolo.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • La Chiesa di Santa Maria della Neve (Chiesina Uzzanese) fu realizzata nel 1848 (come testimonia un'iscrizione presente sul lato occidentale dell'edificio. La Chiesa attuale è stata edificata a partire da un edificio più antico e di dimensioni più ridotte. Sulla facciata in pietra con timpano triangolare s'imposta il portale d'ingresso seicentesco.
  • I resti del mulino della frazione di Molin Nuovo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 442 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Persone legate a Chiesina Uzzanese[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1963 1964 Ugo Guerrero Comm. pref.
1964 1970 Gino Lorenzi (PSI) PSI-PCI Sindaco
1970 1975 Felice Vannini (PSI) PSI-PCI Sindaco
1975 1978 Spartaco Fabbri (PSI) PSI-PCI Sindaco
1978 1980 Marco Cortesi (PCI) PCI-PSI Sindaco
1980 1995 Marco Cortesi(PCI/PDS) PCI/PDS Sindaco
1995 1999 Osvaldo Arbi (PDS) PDS Sindaco
1999 2004 Osvaldo Arbi (DS) DS-PPI-PRC-Verdi Sindaco
2004 2009 Giovanni Giannini (DS/PD) PD (DS-DL)-PRC-PdCI-SDI Sindaco
2009 in carica Marco Borgioli (PDL) PDL-Lega Nord-UDC Sindaco

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2011.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Comitato Liberazione Nazionale (clandestino) e Comitato di Alimentazione di Chiesina Valdinievole (Uzzanese-Prov. Pistoia) - Ed. I.S.R.Pt, anno 2007
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana