Alessandro Bertolini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Bertolini
Alessandro Bertolini.jpg
Alessandro Bertolini al Giro d'Italia 2010
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 2012
Carriera
Squadre di club
1993-1995 Carrera Jeans Carrera Jeans
1996 Brescialat Brescialat
1997 MG Maglificio MG Maglificio
1998 Cofidis Cofidis
1999 Mobilvetta Design Mobilvetta Design
2000-2004 Alessio Alessio
2005 Domina Vacanze Domina Vacanze
2006 Selle Italia Selle Italia
2007-2009 Serr. Diquigiovanni Serr. Diquigiovanni
2010-2012 Androni Giocattoli Androni Giocattoli
Nazionale
2007 Template:NAz
 

Alessandro Bertolini (Rovereto, 27 luglio 1971) è un ex ciclista su strada e pistard italiano, professionista dal 1993 al 2012. Nella sua lunga carriera da professionista ha vinto 23 corse su strada.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Trentino, cominciò a gareggiare in bicicletta nel 1982 su spinta del padre.[1] Tra i successi che ottenne nelle categorie giovanili vi fu la medaglia di bronzo al Campionato del Mondo allievi del 1988. Da dilettante fu campione italiano nel 1992 e l'anno seguente fu preceduto solo da Simoni e Colombo. Vinse inoltre il Gran Premio Palio del Recioto nel 1992 e nel 1993, l'Astico-Brenta e la Coppa Fiera di Mercatale entrambe nel 1993.

Il suo esordio tra i professionisti avvenne alla Milano-Torino nell'ottobre 1993, con la maglia della Carrera-Tassoni dove militò per tre anni senza grandi successi. Nel 1996 passò alla Brescialat, con cui ottenne la prima vittoria in carriera, la tappa di Elgoibar alla Euskal Bizikleta. Negli anni successivi corse con la MG-Technogym, la Cofidis e la Mobilvetta, con cui si aggiudicò alcune corse. Nei cinque anni alla Alessio, dal 2000 al 2004, vinse cinque gare tra cui il Giro del Piemonte, la prima di una serie di classiche italiane conquistate.

Dopo un anno alla Domina Vacanze e la vittoria alla Coppa Sabatini, nel 2006 si spostò alla Selle Italia-Diquigiovanni. Il suo anno migliore fu il 2007, con sei successi ed i trionfi nella Coppa Italia e nell'UCI Europe Tour con 633 punti, 171 più del secondo classificato Luca Mazzanti. Le buone prestazioni della stagione gli fecero guadagnare, a 36 anni, la maglia azzurra della nazionale: il CT Franco Ballerini lo convocò infatti per il Campionato mondiale di Stoccarda. Qui fu prezioso gregario di Paolo Bettini, che conquistò la seconda maglia iridata.

Nel 2008 continuano le vittorie, con il primo successo in una tappa del Giro d'Italia e il bis al Giro dell'Appennino. Nel 2009 ha concluso al quinto posto il Campionato italiano, mentre l'anno dopo si è laureato campione nazionale nel derny.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Trofeo Gianfranco Bianchin
Giro del Belvedere
  • 1996 (Brescialat, due vittorie)
1ª tappa Bicicletta Basca (Elgoibar)
3ª tappa Trofeo dello Stretto (Brolo)
  • 1997 (MG Maglificio-Technogym, due vittorie)
2ª tappa Giro di Sardegna (Oristano)
Parigi-Bruxelles
  • 1999 (Mobilvetta Design-Northwave, una vittoria)
Schynberg Rundfahrt
  • 2000 (Alessio, due vittorie)
8ª tappa Corsa della Pace (Usti Laba)
3ª tappa Giro d'Austria (Sankt Johann Alpendorf)
  • 2001 (Alessio, una vittoria)
Circuito de Getxo
  • 2003 (Alessio, una vittoria)
Giro del Piemonte
  • 2004 (Alessio-Bianchi, due vittorie)
3ª tappa Giro della Provincia di Lucca (Castelvecchio)
Classifica generale Giro della Provincia di Lucca
  • 2005 (Domina Vacanze, una vittoria)
Coppa Sabatini
  • 2006 (Selle Italia-Diquigiovanni, due vittorie)
4ª tappa Circuit de la Sarthe (Le Mans)
Coppa Agostoni
  • 2007 (Serramenti Diquigiovanni-Androni, cinque vittorie)
Giro dell'Appennino
Coppa Agostoni
1ª tappa Settimana Internazionale di Coppi e Bartali (Riccione > Riccione)
Giro del Veneto
Coppa Placci
  • 2008 (Serramenti Diquigiovanni-Androni, due vittorie)
11ª tappa Giro d'Italia (Cesena)
Giro dell'Appennino
  • 2010 (Androni Giocattoli, una vittoria)
3ª tappa Giro del Trentino (Fiera di Primiero > Trento)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 (MG-Tecnogym)
Cronosquadre Hofbrau Cup
Classifica scalatori Vuelta a Burgos
  • 2007 (Diquigiovanni-Androni)
Classifica generale Trittico Lombardo
Classifica generale Coppa Italia
Classifica generale UCI Europe Tour
Gran Premio Fontaneto-Coppa Guffanti (gara derny)
Gran Premio Profed Italiana (gara derny)

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionato italiano, Derny

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1995: ritirato (8ª tappa)
2002: 83º
2004: 53º
2006: ritirato (7ª tappa)
2008: 89º
2009: 92º
2010: 115º
1994: ritirato (12ª tappa)
1995: ritirato (10ª tappa)
1996: ritirato (16ª tappa)
2003: 146º
2004: non partito (17ª tappa)
2005: 113º
1998: 83º
2000: 110º
2003: 112º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1994: 142º
1998: 53º
2008: 11º
2009: 62º
2011: 19º
1994: 57º
1995: 52º
1998: ritirato
2003: ritirato
1997: 54º
1998: 83º
2004: 37º
1997: 10º
2000: 11º
2001: ritirato
2002: ritirato
2003: 23º
2004: ritirato
2005: 47º
2006: ritirato
2007: 36º
2010: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Stoccarda 2007 - In linea Elite: 62º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Gialanella, Chi si rivede Bertolini in La Gazzetta dello Sport, 28 marzo 1997. URL consultato il 07-01-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]