Gran Premio della Liberazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando se stai cercando l'omonima gara femminile, vedi Gran Premio della Liberazione (femminile).
Gran Premio della Liberazione
Sport Cycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
Tipo Gara individuale
Categoria Uomini Under-23, Classe 1.2MU
Federazione Unione Ciclistica Internazionale
Paese Italia Italia
Luogo Roma
Organizzatore Velo Club Primavera Ciclistica
Cadenza Annuale
Apertura aprile
Partecipanti Variabile
Formula Corsa in linea
Sito Internet www.primaveraciclistica.it
Storia
Fondazione 1946
Numero edizioni 69 (al 2013)
Detentore Russia Evgeny Shalunov
Maggiori titoli Italia Antonio Toniolo (2)

Il Gran Premio della Liberazione è una corsa in linea maschile di ciclismo su strada che si disputa annualmente a Roma, in Italia, il 25 aprile. È riservata alla categoria Under-23, e dal 2005 fa parte del calendario dell'UCI Europe Tour come evento di classe 1.2MU.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Disputata per la prima volta nel 1946, fino al 2004 è stata riservata alla categoria "Dilettanti".

La corsa si svolge attorno alle Terme di Caracalla ed ha visto negli anni successi prestigiosi, tra i quali su tutti spicca quello di Gianni Bugno nel 1985. Degne di nota sono anche le vittorie di Claudio Golinelli nel 1983, di Dmitrij Konyšev nel 1987, di Alessandro Bertolini nel 1993 e di Lorenzo Bernucci nel 2000.

È organizzata dal "Velo Club Primavera Ciclistica" del patron Eugenio Bomboni.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato all'edizione 2014.[1]

Anno Vincitore Secondo Terzo
1946 Italia Gustavo Guglielmetti
1947 Italia Spartaco Rosati
1948 Italia Bruno Fossa
1949 Italia Alfio Benfenati
1950 Italia Donato Piazza
1951 Italia Vincenzo Zucconelli
1952 Italia Renzo Maurizi
1953 Italia Nazareno Venturini
1954 Italia Cleto Maule
1955 Italia Giancarlo Ceppi
1956 Italia Aurelio Cestari
1957 Italia Salvatore Morucci
1958 Italia Remo Tamagni
1959 Italia Romeo Venturelli
1960 Italia Aurelio Bianchi
1961 Italia Teodoro Cerbella
1962 Italia Antonio Toniolo
1963 Italia Antonio Toniolo
1964 Italia Carlo Storai
1965 Italia Ferruccio Manza
1966 Cecoslovacchia Jaroslav Kvapil
1967 Italia Carlo Galazzi
1968 Italia Attilio Rota
1969 Italia Pietro Mingardi
1970 Cecoslovacchia Rudolf Labus
1971 Italia Giuseppe De Matteis
1972 URSS Juri Osincev
1973 URSS Ivan Trifonov
1974 Jugoslavia Cvetko Bilic
1975 Italia Palmiro Masciarelli
1976 Regno Unito William Nickson
1977 Regno Unito Bob Downs
1978 Danimarca Henning Jörgensen
1979 Italia Walter Delle Case
1980 Italia Marco Cattaneo
1981 Polonia Ivan Mitchenko
1982 Italia Mauro Longo
1983 Italia Claudio Golinelli
1984 Spagna Jorge Dominguez
1985 Italia Gianni Bugno
1986 Paesi Bassi Mark van Orsouw
1987 URSS Dmitrij Konyšev
1988 Germania Ovest Bernd Groene
1989 Polonia Joachim Halupczok
1990 Germania Uwe Winter
1991 Italia Andrea Solagna
1992 Russia Vassil Davydenko
1993 Italia Alessandro Bertolini
1994 Danimarca Alex Petersen
1995 Italia Paolo Valoti
1996 Italia Davide Casarotto
1997 Italia Cristiano Citton
1998 Italia Roberto Savoldi
1999 Italia Marco Zanotti
2000 Italia Lorenzo Bernucci
2001 Italia Alberto Loddo
2002 Italia Andrea Sanvido
2003 Italia Davide Garbelli
2004 Italia Daniele Colli
2005 Australia Chris Sutton Italia Riccardo Riccò Italia Fabio Sabatini
2006 Australia Matthew Goss Italia Manuel Belletti Italia Cristiano Fumagalli
2007 Italia Manuele Boaro Italia Mauro Finetto Australia Simon Clarke
2008 Italia Andrea Grendene Italia Nicola Galli Italia Marcello Pavarin
2009 Italia Sacha Modolo Australia Michael Matthews Italia Francesco Lasca
2010 Slovenia Jan Tratnik Australia Michael Matthews Italia Edoardo Costanzi
2011 Italia Matteo Trentin Australia Michael Hepburn Italia Sonny Colbrelli
2012 Italia Enrico Barbin Italia Andrea Fedi Italia Davide Villella
2013 Bielorussia Ilia Koševoy Australia Adam Phelan Italia Alberto Bettiol
2014 Russia Evgeny Shalunov Italia Simone Consonni Italia Liam Bertazzo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G.P Liberazione (Ita) - Cat.1.2, memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 25 aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo