Tom Baker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il calciatore gallese, vedi Thomas George Baker.
Tom Baker nel 2010

Tom Baker, all'anagrafe Thomas Stewart Baker (Liverpool, 20 gennaio 1934), è un attore inglese, principalmente noto per aver interpretato il Quarto Dottore, dal 1974 al 1981, nella longeva serie televisiva di fantascienza Doctor Who.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre Thomas era un marinaio (raramente a casa) così che Tom venne educato principalmente dalla madre, fervente cattolica. Lasciata la scuola a 15 anni entrò in convento e vi rimase per sei anni, dopodiché si imbarcò su una nave mercantile. Nello stesso periodo cominciò a recitare per hobby fino ad ottenere nel 1971 la parte di Rasputin nel film Nicola e Alessandra (Nicholas and Alexandra).

Doctor Who[modifica | modifica wikitesto]

Tom Baker nei panni del Quarto Dottore

Nel 1974, Baker subentra a Jon Pertwee nel ruolo di Quarto Dottore nella serie Doctor Who, grazie soprattutto alla sua partecipazione al film Il viaggio fantastico di Sinbad. Essendosi presentato alla conferenza stampa vestito con vecchi abiti di scena (che gli erano stati dati per sostituire il suo modesto vestiario, dato che all'epoca lavorava ancora principalmente come muratore), gli fu affibbiato dalla stampa il nomignolo di "Boiler Suit Tom".

Ben presto riesce a fare suo il ruolo, caratterizzandolo grazie a una notevole eccentricità sia nell'abbigliamento (famosa la lunga sciarpa colorata e il cappello dall'ampia tesa) che nel parlare. Per molti fan è stato la miglior incarnazione di sempre del Dottore[senza fonte]. Di certo è stato l'attore che ha ricoperto il ruolo per maggior tempo: sette stagioni dal 1974 al 1981, di cui due (la dodicesima e la tredicesima) sono state le uniche della serie classica a essere state trasmesse in Italia.

È stato l'unico attore della serie classica di Doctor Who a partecipare allo speciale dei 50 anni della serie, andato in onda il 23 novembre 2013.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981 ha sposato l'attrice Lalla Ward, co-protagonista per due anni in Doctor Who, in cui interpretava la compagna di viaggio del Dottore Romana. Il matrimonio è naufragato però dopo soli sedici mesi. Nel 1987 si è risposato con Sue Jerrard e attualmente vive in Francia.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1977 - Doctor Who and the Pescatons
  • 1977 - Jules Verne Journey To the Centre tf the Earth
  • 1982 - Serafina The Story of a Whale (con Joanna Lumley e David Bellamy)
  • 1984 - Gremlins
  • 2000 - The Boy Who Kicked Pigs
  • 2010 - Doctor Who: Demon Quest: The Relics Of Time
  • 2010 - Doctor Who: Demon Quest: The Demon Of Paris
  • 2010 - Doctor Who: Demon Quest: A Shard Of Ice
  • 2010 - Doctor Who: Demon Quest: Sepulchre
  • 2010 - Doctor Who: Demon Quest (The Complete Series)
  • 2010 - Doctor Who: Demon Quest: Starfall
  • 2009 - Doctor Who: The Hornet's Nest 4: A Sting in the Tale
  • 2010 - Doctor Who: The Hornet's Nest (The Complete Series)
  • 2011 - Doctor Who: Serpent Crest: Tsar Wars
  • 2011 - Doctor Who: Serpent Crest: The Broken Crown
  • 2011 - Doctor Who: Serpent Crest: Aladdin Time
  • 2011 - Doctor Who: Serpent Crest
  • 2011 - Doctor Who: Serpent Crest: Survivors In Space
  • 2011 - Doctor Who: Serpent Crest: The Hexford Invasion
  • 2014 - Tom Baker Interviewed by Nicholas Briggs - Tom Baker at 80

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - AA.VV. June 2007 Edition
  • 2009 - AA.VV. NJX@NY$!#2 (A Macabre Terpsichore Of Audio Non Sequiturs)
  • 2012 - AA.VV. Juno Plus Podcast 29

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42131377 · ISNI (EN0000 0001 0780 2573 · LCCN (ENn80079384 · BNF (FRcb138910780 (data)