Undicesimo Dottore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'"undicesimo" Dottore
Matt Smith (series 7 filming).jpg
L'Undicesimo Dottore in Gli angeli prendono Manhattan
Universo Doctor Who
Autori
  • Sydney Newman
  • C. E. Webber
  • Donald Wilson
1ª app. in La fine del tempo - Parte II (2010)
Ultima app. in Un respiro profondo (2014)
Interpretato da Matt Smith
Voce italiana Nanni Baldini
Specie Signore del Tempo
Sesso Maschio
Luogo di nascita Gallifrey

L'Undicesimo Dottore è un personaggio immaginario interpretato da Matt Smith nella serie televisiva britannica di fantascienza Doctor Who.

Si tratta dell'undicesima incarnazione del "Dottore", il protagonista della serie prodotta dalla BBC fin dagli anni sessanta.[1] Smith interpretò il personaggio dal 2010 al 2013 in tre stagioni della nuova serie e sette speciali, per un periodo complessivo di circa quattro anni.

Nella numerazione è considerato l'undicesimo, ma in realtà è la dodicesima incarnazione del personaggio, contando il War Doctor, la rigenerazione che si è creata tra l'Ottavo ed il Nono Dottore e della rigenerazione del Decimo Dottore durante la quarta stagione che ha comunque mantenuto lo stesso volto.

Il Dottore è un Signore del tempo alieno ultracentenario originario del pianeta Gallifrey che viaggia nel tempo e nello spazio attraverso il TARDIS, frequentemente accompagnato da vari compagni di viaggio. Se rimane ferito in modo grave, ha la possibilità di rigenerare il proprio corpo; nel processo, cambiano il suo aspetto fisico e la personalità. I suoi principali compagni di viaggio in questa incarnazione sono Amy Pond (Karen Gillan), suo marito Rory Williams (Arthur Darvill), e la misteriosa Clara Oswald (Jenna-Louise Coleman). Inoltre, compare spesso al suo fianco River Song (Alex Kingston), una viaggiatrice del tempo con la quale sembra avere una relazione sentimentale, e fu l'ultimo Dottore ad incontrare Sarah Jane Smith (Elisabeth Sladen) prima della morte dell'attrice che interpretava il personaggio, prendendo parte a due episodi dello spin-off Le avventure di Sarah Jane.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Quinta stagione[modifica | modifica wikitesto]

« Geronimo! »
(Intercalare tipico dell'Undicesimo Dottore)

L'Undicesimo Dottore compare per la prima volta nei minuti finali dello speciale natalizio La fine del tempo quando la sua precedente incarnazione si rigenera in seguito all'esposizione a una grande quantità di radiazioni. La nuova rigenerazione debutta pienamente nel primo episodio della quinta stagione L'undicesima ora, dove incontra Amy Pond e scopre che in casa sua c'è una misteriosa crepa. Molti anni dopo Amy incomincia a viaggiare con Il Dottore alla vigilia del suo matrimonio con Rory Williams. Nell'episodio Il tempo degli angeli, incontra per la seconda volta la misteriosa River Song. Scopre inoltre che le crepe come quella nel muro di Amy stanno cancellando dal tempo e dallo spazio chiunque tocchi la sua luce. Dopo che Amy tenta di sedurre il Dottore, quest'ultimo recluta Rory come compagno da I vampiri di Venezia, nella speranza di riaccendere la fiamma del suo rapporto com Amy, fino a Sangue freddo, dove viene ucciso per proteggere il Dottore e viene cancellato dalla storia dalla crepa. Negli episodi finali La Pandorica si apre e Il Big Bang una forza sconosciuta fa esplodere il TARDIS, causando la fine dell'universo, è stata essa a creare le crepe. Il Dottore si sacrifica entrando nella Pandorica (la quale racchiude l'essenza del vecchio universo) e facendola esplodere contro il TARDIS, il quale è in una fase di stasi in cui continua a esplodere, sacrificandosi. L'universo si riaccende e Amy si sposa con Rory. Grazie a River, Amy riesce a ricordare il Dottore, il quale ritorna, presentandosi al matrimonio dei suoi amici sotto gli occhi degli invitati. Alla fine Amy e Rory decidono di continuare a viaggiare con il Dottore.

Sesta stagione[modifica | modifica wikitesto]

La sesta stagione si apre con l'episodio L'astronauta impossibile dove Amy, Rory e River guardano impotenti l'assassinio di una versione futura del Dottore. Amy, River, Rory e il Dottore (la versione antecedente al suo assassinio) scoprono successivamente che l'America è invasa da degli strani alieni chiamati "Silenti", appartenenti un ordine religioso (il Silenzio) che ha come suo principale obiettivo l'uccisione del Dottore, infatti erano stati loro a manomettere il TARDIS facendolo esplodere. Durante la sesta puntata il Dottore scopre che Amy è un Avatar di carne e che la vera Amy e rinchiusa su un asteroide ad un passo dal parto. Il Dottore e Rory formano un esercito e si dirigono a Demon's Run dove Amy ha appena partorito sua figlia, Melody Pond. Il Dottore e Rory riescono a liberare Amy e finalmente viene rivelata la vera identità di River, quest'ultima infatti è proprio Melody Pond la figlia di Amy e Rory.

Il Dottore riesce a salvare Amy, ma non sua figlia, che rimane prigioniera del Silenzio. Durante l'ottava puntata il Dottore, Amy e Rory scoprono che Mel, la loro amica del cuore, è una giovane River Song che ancora non ha conosciuto il Dottore e che è stata addestrata per uccidere il Signore del Tempo. La giovane River vuole uccidere il Dottore, ma alla fine dell'episodio finisce con l'innamorarsi di lui. Il Dottore continua a viaggiare con i coniugi Pond fino a quando lui stesso deciderà di viaggiare da solo per permettere ad Amy e Rory di vivere la loro vita. Nell'ultimo episodio della sesta stagione Il Dottore è pronto per morire per mano di River, fu proprio lei durante il primo episodio della sesta stagione ad assassinarlo. River non riesce ad ucciderlo e questo causa un'alterazione della linea temporale. Alla fine Il Dottore decide di convincere River a ucciderlo accettando la sua proposta di matrimonio. Il Dottore e River si sposano e lei lo uccide. Alla fine dell'episodio si scopre che in realtà River non ha sparato a suo marito, ma a un Teselecta, un robot con le fattezze del Dottore mentre lui era all'interno del suo avatar miniaturizzato. Negli ultimi istanti dell'episodio Il Dottore scopre che Il Silenzio voleva ucciderlo per non fargli raggiungere i campi di Trenzalore, dove lui è destinato a morire, e per non fargli rispondere alla domanda più antica dell'Universo: Doctor Who? (Dottore chi?).

Settima stagione[modifica | modifica wikitesto]

La settima stagione è divisa in due parti, la prima è dedicata ai Pond. Nel primo episodio il Dottore dovrà risolvere la crisi tra Amy e Rory e conoscerà Oswin, una ragazza convertita in un Dalek, la quale morirà per salvare il Dottore. Nel quinto episodio il Dottore e Amy dovranno affrontare gli Angeli Piangenti per salvare Rory, questo è l'ultimo episodio dei Pond. Rory infatti verrà preso da un angelo che lo confinerà in un altro tempo, Amy deciderà di seguirlo per vivere con lui e, di fatto, dicendo addio al Dottore che in preda al panico troverà comunque il conforto di River. Il Dottore propone a sua moglie di diventare la sua nuova compagna di viaggio, ma lei preferisce rifiutare l'offerta perché, pur essendo sempre a sua disposizione, è consapevole che non sarebbe vantagioso per nessuno dei due se viaggiassero sempre a stretto contatto.

Nell'episodio di Natale tra il quinto e il sesto episodio il Dottore incontra Clara Oswald, una tata molto curiosa, e affronta la Grande Intelligenza che si vuole impadronire del mondo. Il Dottore sconfiggerà la Grande Intelligenza grazie a Madame Vastra e all'aiuto di Clara, ma purtroppo non riuscirà a salvare la ragazza. Il Dottore scoprirà alla fine dell'episodio che Clara è esattamente la stessa persona che durante il primo episodio della stagione fu convertita in un Dalek. Inizia quindi a cercarla, e troverà la vera Clara Oswald nella sesta puntata dove affronta una specie di wi-fi assassino, controllato dalla Grande Intelligenza. Durante la fine dell'episodio il Dottore convince Clara a viaggiare con lui in modo che possa scoprire come sia possibile che sia morta due volte. I due viaggeranno per tutta la settima stagione. Nell'ultimo episodio della settima stagione Madame Vastra e i suoi amici vengono rapiti dalla Grande Intelligenza che vuole portare il Dottore a Trenzalore.

Clara incontrerà River e scoprirà che Trenzalore è il pianeta dove il Dottore morirà. Il Dottore viene informato da Clara e i due partono per andare a Trenzalore a salvare i loro amici. Arrivati a Trenzalore, Clara continua a vedere River e lei gli spiega che ormai è morta e che può farsi vedere solo da lei (la morte di River avviene nella nona puntata della quarta stagione quando il Decimo Dottore salvò la sua memoria in una bancadati). Il Dottore entrerà nel TARDIS, che ormai è diventato la sua tomba e scopre che la Grande Intelligenza vuole entrare nella sua linea temporale per trasformare ogni sua vittoria in una sconfitta. Una volta che la Grande Intelligenza entra nella linea temporale del Dottore quest'ultimo rischia di morire. Clara decide di salvarlo ed entra anch'essa nella linea temporale per annullare ciò che la Grande Intelligenza aveva fatto dividendosi in milioni di diverse "Clara" che vivono in ogni epoca per salvare Il Dottore, infatti le due ragazze che aveva incontrato in precedenza erano le sue eco. Il Dottore è pronto a salvare Clara, ma prima vuole dire addio a River e la saluta per l'ultima volta baciandola. Una volta entrato nella sua linea temporale riesce a salvare Clara ma purtroppo incontra un uomo misterioso, si tratta di un'incarnazione segreta del Dottore, il War Doctor, quella che ha combattuto la Guerra del Tempo, l'Undicesimo Dottore con rabbia si rivolge alla sua precedente incarnazione, rimarcando il fatto che lui non merita di essere un "Dottore".

Speciali 2013[modifica | modifica wikitesto]

Una statua di cera raffigurante l'Undicesimo Dottore insieme al TARDIS.

Nell'episodio del Cinquantenario della serie Il giorno del Dottore il Dottore incontra la sua incarnazione rinnegata (il War Doctor), quella che ha combattuto nella Guerra del Tempo, disconosciuta dalle altre incarnazione per aver cancellato via Gallifrey e gli altri Signori del Tempo, facendo infatti un gesto talmente orribile da non potersi più considerare un Dottore. Inoltre incontra anche la sua precedente incarnazione, il Decimo Dottore. I due Dottori aiuteranno il cosiddetto War Doctor a premere il bottone del Momento, un'arma molto potente che possiede anche una coscienza (interpretata da Rose Tyler compagna del Nono e del Decimo Dottore), infatti è stato con il Momento che il War Doctor pose termine alla Guerra del Tempo. Nel mentre i tre Dottori impediscono agli Zygon di conquistare la Terra. Riusciti nell'impresa, il Decimo e l'Undicesimo Dottore imparano a rispettare il War Doctor, capendo che fece la cosa giusta cancellando via Gallifrey dall'universo, ponendo fine alla guerra. I tre quindi decidono di premere insieme il pulsante del Momento, ma Clara li convince che è uno sbaglio, perché questo non è nello stile del Dottore, dunque le tre incarnazioni capiscono che possono riscrivere a storia. I tre Dottori chiamano tutte le altre nove incarnazioni e insieme congelano Gallifrey in un altro universo senza provocare nessuna vittima. Le due precedenti incarnazioni torneranno a viaggiare dimenticandosi quello che è successo mentre l'Undicesimo Dottore e Clara continueranno a viaggiare.

Centinaia di alieni orbitano intorno ad un pianeta dal qual proviene un messaggio che nessuno è in grado di decifrare, e che è ripetuto continuamente nel tempo e nello spazio. Con l'aiuto di una testa di Cyberman modificata, chiamata Handles ("Maniglie"), che funge da assistente, il Dottore visita due astronavi (una Cyberman e una Dalek, dalle quali deve però fuggire), per avere qualche informazione in più su cosa stia accadendo. Nel frattempo viene contattato da Clara che gli chiede di fingersi suo fidanzato al pranzo di Natale. Arrivato sulla Terra, il Dottore (che ha in previsione di visitare un'altra astronave, il Papal Mainframe) si presenta nudo, ma, vista la reazione di Clara, fa apparire su di sé i suoi vestiti con una particolare tecnologia, che però non ha effetto sui parenti di Clara provocando parecchio imbarazzo.

Ritornato sull'astronave, Handles annuncia di aver capito il nome del pianeta e lo identifica come Gallifrey, un risultato che il Dottore non accetta e che lo fa arrabbiare. Il Dottore e Clara sono invitati a bordo dell'astronave della Chiesa del Mainfraime Papale, una chiesa spaziale guidata da Tasha Lem, la Madre Superiora, una vecchia conoscenza del Dottore. Tasha, poiché è arrivata per prima, ha ordinato di bloccare il pianeta con un campo di forza, affinché nessuno vi atterri. Tasha chiede al Dottore se gli piacerebbe essere il primo a scendere e a cercare di capire l'origine del messaggio. Dopo essere stati teletrasportati sul pianeta, il Dottore e Clara sono attaccati da degli Angeli Piangenti, nascosti sotto la neve in una foresta, ma si salvano utilizzando una chiave, che il Dottore teneva nascosta sotto una parrucca, che fa materializzare il TARDIS intorno a loro. Usando il TARDIS, i due trovano un villaggio chiamato Natale ("Christmas" nella lingua originale), che è circondato da un "campo della verità", che impedisce a chiunque si trovi in città di dire bugie. La fonte del messaggio è velocemente identificata sotto la torre campanaria della città, esso fuoriesce da una crepa, la stessa che venne creata dall'esplosione del TARDIS nella quinta stagione (Il Big Bang). Handles con l'aiuto del Dottore riesce a tradurre il messaggio, la cui lingua è Gallifreyano in una domanda ripetuta all'infinito: Dottore chi? (accennata nel finale della sesta stagione Il matrimonio di River Song).

Il Dottore capisce che i Signori del Tempo stanno usando la crepa per chiedergli aiuto dall'universo tasca nel quale sono rinchiusi (Il giorno del Dottore), e dal quale vogliono uscire. Se il Dottore risponde e pronuncia il suo nome, i Signori del Tempo sapranno che hanno trovato il posto giusto da dove possono passare in modo sicuro. Se ciò comunque accadesse, inizierebbe una nuova Grande Guerra del Tempo, siccome tutti gli alieni si radunerebbero per attaccarli. Avendo anche Tasha ascoltato il messaggio, dice che farà in modo che la Guerra del Tempo non inizi, e che distruggerà il pianeta, nel caso il Dottore riveli il suo nome. Il Dottore per proteggere Clara la inganna, chiedendole di recarsi al TARDIS e di inserire una chiave nella console. Lei lo fa, ma viene trasportata a casa sua contro la sua volontà. Il Dottore invece rimane nel villaggio di Christmas per difenderlo dagli attacchi degli alieni, venendo a creare una situazione di stallo nella quale lui non può andarsene senza far sì che il pianeta e la sua gente vengano uccisi, e non può neanche essere rimosso di lì dai suoi nemici per paura che pronunci il suo nome.

Dopo aver portato Clara a casa, il TARDIS inizia il viaggio di ritorno verso Trenzalore, ma Clara gli si aggrappa e riparte attaccata all'esterno di esso. Per proteggerla dal vortice del tempo, il TARDIS è costretto ad alzare le sue difese, rallentando il viaggio di ritorno. Ritornata a Trenzalore, Clara incontra un Dottore molto invecchiato, che ha trascorso 300 anni nella piccola cittadina. Poco dopo sono portati a bordo dell'astronave del Mainframe Papale — ora chiamata Chiesa del Silenzio. Scopre che Tasha e la sua squadra sono stati uccisi dai Dalek, che li hanno trasformati tutti in loro "burattini". Il Dottore stuzzica Tasha e risveglia in lei l'orgoglio, che le permette di resistere al potere Dalek che è in lei. I due scappano e ritornano al TARDIS, poiché i Dalek stanno radunando un massiccio esercito.

Sul TARDIS Clara si fa promettere dal Dottore che lui non la ingannerà più, ma lui lo fa di nuovo, lasciando Clara a casa da sola e sconcertata. Nel frattempo Trenzalore diventa un autentico campo di battaglia e con il passare dei secoli, la maggior parte dei popoli si ritira o viene sconfitto cosicché solo il Silenzio (che ora combatte al fianco del Dottore) e i Dalek rimangono a combattere.

Lo stesso giorno (dalla prospettiva di Clara), il TARDIS riappare di fronte al suo appartamento; Clara entra ma trova al comando Tasha che la riconduce a Trenzalore. Il Dottore infatti è alla fine della sua vita e ormai vecchissimo sta morendo perché non ha a disposizione altre rigenerazioni, i Dalek conquistano definitivamente la città e chiamano a gran voce il Dottore, che si alza e si dirige sulla cima della torre campanaria.

Clara, che non riesce ad accettare ciò che sta accadendo si avvicina alla crepa ed attraverso essa, implora i Signori del Tempo di salvare il Dottore, ricordando ciò che ha fatto in vita. Il Dottore si prepara a morire, quando la crepa appare luminosa nel cielo. Da essa inizia ad uscire energia rigenerativa che arriva al Dottore; i Signori del Tempo gli hanno appena donato un nuovo ciclo di rigenerazioni.

Il Dottore utilizza l'energia in eccesso che fuoriesce dal suo corpo per distruggere l'astronave Dalek e l'onda d'urto distrugge la città. In seguito, Clara ritrova il Dottore ringiovanito nel TARDIS. Spiega che ciò è solo un "reset" per l'inizio della rigenerazione e che essa sta impiegando un po' più di tempo. Inizia allora un breve monologo su ciò che ognuno è durante la sua vita e in un'allucinazione finale dice addio alla compagna e amica Amy Pond. Si toglie poi il cravattino e lo lascia cadere a terra, pochi secondi prima di salutare con un sorriso Clara e rigenerarsi nel Dodicesimo Dottore. Dopo aver esclamato di aver nuovi reni, il Dottore si rende conto di come il TARDIS stia precipitando. Dopo essere arrivato alla console, chiede a Clara se lei sa come pilotare la macchina, lasciandola allibita.

Ottava stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'Undicesimo Dottore appare anche alla fine del primo episodio dell'ottava stagione. In questa breve apparizione l'Undicesimo Dottore (poco prima di rigenerarsi) chiama Clara e le chiede di aiutarlo ora che ha un nuovo volto e quindi una nuova vita.

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

L'Undicesimo Dottore nell'episodio L'undicesima ora.

L'Undicesimo Dottore trascorre la maggior parte del suo primo episodio da protagonista, L'undicesima ora, indossando i malandati vestiti del precedente Decimo Dottore, portando la Amelia Pond bambina a soprannominarlo "il Dottore stropicciato".

In seguito, i suoi abiti iniziali, scelti nel corso dell'episodio dal guardaroba di un ospedale, consistono in una giacca di tweed beige con delle toppe sui gomiti, papillon, bretelle, camicia bianca, e pantaloni neri. Nelle storie successive, al suo guardaroba si aggiunge un cappotto verde militare. Quando il Dottore perde la sua giacca di tweed originale nella puntata Carne e pietra, la rimpiazza con una giacca marrone che avrebbe indossato fino allo speciale natalizio Canto di Natale. Infine, sembra avere un debole per i fez e le cravatte a farfalla, che definisce "forti" ("cool" nell'originale).

Nel corso di un'intervista a Doctor Who Magazine, lo sceneggiatore Steven Moffat rivelò che in origine il costume dell'Undicesimo Dottore era completamente diverso e che venne modificato poco tempo prima dell'inizio delle riprese. Il "look" inizialmente pensato per il personaggio, avrebbe dovuto essere simile a quello di Jack Sparrow in Pirati dei Caraibi. Tuttavia, Matt Smith non era soddisfatto del costume e chiese un radicale ripensamento. Inoltre, Smith menzionò anche in una intervista del 2012 che il suo Dottore avrebbe dovuto indossare un lungo impermeabile di pelle, ma che l'idea venne scartata "perché faceva troppo Matrix".[2] Il costume poi scelto, in particolare il dettaglio del papillon, si ispirò a quello indossato da Patrick Troughton nella sua interpretazione del Secondo Dottore, essendo Matt Smith un grande fan di Troughton.[3]

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Steven Moffat descrisse l'Undicesimo Dottore come un "vecchio intrappolato nel corpo di un giovane" e Matt Smith lo interpretò come un tizio con "le mani sporche di molto sangue" che affronta continui viaggi in cerca di emozioni forti.[4][5] È un tipo allegro e stravagante, entusiasta di natura, ma facilmente incline alla noia.[6][7] L'Undicesimo Dottore ha inoltre un debole per i bambini e non è capace di rifiutare loro aiuto. Possiede un carattere eccentrico e si dimostra in alcuni casi goffo, particolarmente in fatto di questioni romantiche, unitamente all'abitudine frequente di gesticolare quando si trova in situazioni di tensione. Anche se molto intelligente, l'Undicesimo Dottore spesso si rende conto di essere lento di comprendonio quando non riesce a trovare la soluzione giusta sul momento.

In alcune occasioni si è dimostrato un individuo capriccioso, facile ad improvvisi e violenti scoppi d'ira, in particolare quando sono in pericolo le persone a lui care. Non è incline all'inganno, o alla manipolazione, e non ricorre all'intimidazione anche se provocato. Basta la sua presenza per intimidire gli avversari. Interi eserciti hanno scelto di fuggire piuttosto che affrontarlo, anche se di solito si presenta disarmato e ammette apertamente di non avere un piano.[8][9][10] Nonostante un'apparenza tendenzialmente ottimista, spesso il Dottore mostra di portarsi dietro un forte senso di colpa retaggio di fatti accaduti nel passato.[11][12] Infine, prova un forte senso di sconcerto verso il concetto di mortalità degli esseri umani.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

L'interpretazione del Dottore data da Matt Smith venne accolta con favore dalla critica. Martin Anderson di Shadowlocked definì Smith "il miglior Dottore sin dai tempi di Tom Baker negli anni settanta".[13] La sua prova d'attore in Carne e pietra fu lodata da critici e fan. Nella sua recensione su The Daily Telegraph, Gavin Fuller fece notare come "Matt Smith fosse una delle ragioni principali del rinnovato successo della serie".[14] Kyle Anderson su Nerdist scrisse: "non so cosa ne pensiate voi, ma l'Undicesimo Dottore è il MIO Dottore".[15] Anche Dan Martin del The Guardian definì Smith "il Dottore definitivo".[16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New Doctor actor is youngest ever (UK), BBC News, 4 gennaio 2009. URL consultato il 3 gennaio 2009.
  2. ^ Matt Smith, One Plus One Interview, YouTube.com, 29 giugno 2014
  3. ^ Doctor Who Magazine n. 418, 3 febbraio 2010
  4. ^ Tom Eames, 'Doctor Who' casting: You want to shock people, says Steven Moffat, Digital Spy, 4 agosto 2013. URL consultato il 26 dicembre 2013.
  5. ^ Annaliza Savage, Exclusive: New Time Lord's Take on Doctor Who, Wired, 24 marzo 2010. URL consultato il 26 dicembre 2013.
  6. ^ Richard Curtis (scrittore), Jonny Campbell (regista), Tracie Simpson e Patrick Schweitzer (produttori), Doctor Who: episodio 10, Vincent and the Doctor, BBC, 5 giugno 2010.
  7. ^ Chris Chibnall (scrittore), Douglas Mackinnon (regista), Marcus Wilson (produttore), Doctor Who: episodio 4, The Power of Three, BBC, 22 settembre 2012.
  8. ^ Steven Moffat (scrittore), Adam Smith (regista), Tracie Simpson (produttore), Doctor Who: episodio 1, The Eleventh Hour, BBC, 3 aprile 2010.
  9. ^ Steven Moffat (scrittore), Toby Haynes (regista), Peter Bennett (produttore), Doctor Who: episodio 12, The Pandorica Opens, BBC, 19 giugno 2010.
  10. ^ Steven Moffat (scrittore), Peter Hoar (regista), Marcus Wilson (produttore), Doctor Who: episodio 6, A Good Man Goes to War, BBC, 4 giugno 2011.
  11. ^ Steven Moffat (scrittore), Richard Senior (regista), Marcus Wilson (produttore), Doctor Who: episodio 8, Let's Kill Hitler, BBC, 27 agosto 2011.
  12. ^ Toby Whithouse (scrittore), Saul Metzstein (regista), Marcus Wilson (produttore), Doctor Who: episodio 3, A Town Called Mercy, BBC, 15 settembre 2012.
  13. ^ Doctor Who: Matt Smith the best doctor since Tom Baker, Shadowlocked.
  14. ^ Gavin Fuller, Doctor Who review: Flesh & Stone, in Culture, London, The Daily Telegraph, 30 aprile 2010.
  15. ^ Kyle Anderson, DOCTOR WHO Review: The Time of the Doctor (SPOILERS!), Nerdist, 25 dicembre 2013. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  16. ^ Dan Martin, Doctor Who recap: The Time of the Doctor, The Guardian, 25 dicembre 2013. URL consultato il 4 gennaio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]