Still of the Night

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film omonimo, vedi Una lama nel buio.
Still of the Night
Still of the Night.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Whitesnake
Tipo album Singolo
Pubblicazione 9 marzo 1987 Stati Uniti
21 marzo 1987 Regno Unito
Durata 6:36
Album di provenienza Whitesnake
Genere Hard rock
Heavy metal
Blues rock
Etichetta EMI
Geffen
Produttore Mike Stone & Keith Olsen
Registrazione 1986
Formati 7", 12", CD, MC
Whitesnake - cronologia
Singolo precedente
(1984)
Singolo successivo
(1987)

Still of the Night è una canzone del gruppo musicale britannico Whitesnake. È stata estratta come singolo di lancio dall'album di maggior successo del gruppo, Whitesnake del 1987. Ha raggiunto la posizione numero 79 della Billboard Hot 100 e la numero 18 della Mainstream Rock Songs negli Stati Uniti,[1] mentre ha raggiunto la posizione numero 16 della UK Singles Chart nel Regno Unito.[2]

Nel 2009 è stata inserita alla posizione numero 27 nella classifica delle "100 più grandi canzoni hard rock" stilata da VH1.[3]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è stata scritta dal cantante David Coverdale assieme al chitarrista John Sykes, ed è una delle composizioni più famose degli Whitesnake. Il pezzo combina le influenze blues originarie della band con un nuovo sound più aggressivo e distorto, facendone una potente composizione hard rock. David Coverdale ha spiegato la genesi della canzone in un'intervista:[4]

« Quando morì mia madre, andai a prendere della roba a casa sua e trovai alcune vecchie cassette demo. Una di queste era una canzone che avevo registrato con Ritchie Blackmore in cui era presente l'idea base di quello che sarebbe diventato Still of the Night. Era totalmente irriconoscibile [...] La diedi allora a Sykesy mentre eravamo nel sud della Francia, e lui vi inserì incredibili parti di chitarra. John odiava il blues per cui dovetti operare all'interno di questi parametri. La resi un blues elettrico, ma il modo in cui lui la eseguì fu favoloso per quei tempi e relativamente unico per le canzoni. C'erano un sacco di persone che facevano questa roba varia, ma senza avere la qualità di quelle canzoni. »

La canzone presenta una lunga parte centrale che ricorda vagamente quella di Whole Lotta Love dei Led Zeppelin. John Sykes ha così parlato della sezione centrale:[4]

« Sì, ed è stata in realtà la prima parte che ho scritto per questa canzone... la sezione centrale. Venne tutto composto su chitarra nella cucina di mia madre. Rimase in quel modo fino a quando mesi e mesi dopo scrissi il resto e ottenni fondamentalmente i riff e l'accordo per i versi. »

La canzone è stata quasi sempre suonata nei bis dei concerti degli Whitesnake e nelle esibizioni da solista di John Sykes.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

È stato girato un video musicale per Still of the Night in cui compare la futura moglie di David Coverdale, l'attrice Tawny Kitaen. Il video è risultato il più richiesto su MTV nella sua prima settimana di messa in onda.[5]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

I Whitesnake si sono rifiutati di concedere la licenza per l'uso di Still of the Night nel videogioco musicale Rock Revolution; nel videogioco è stata per cui inserita solamente una cover della canzone originale. La versione degli Whitesnake è successivamente apparsa come contenuto scaricabile per Rock Band nel 2012. La canzone appare anche nella colonna sonora del videogioco Brütal Legend.

La cantante finlandese Tarja Turunen, ex voce della band symphonic metal Nightwish, ha registrato una cover di Still of the Night come traccia bonus per il suo album What Lies Beneath nel 2010.

Il gruppo musicale statunitense Halestorm ha inciso una cover del brano per il suo Reanimate 3.0: The CoVeRs eP nel 2017.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di David Coverdale e John Sykes, eccetto dove indicato.

  1. Still of the Night – 6:36
  2. Here I Go Again – 4:34 (Coverdale, Bernie Marsden)
  3. You're Gonna Break My Heart Again – 4:11

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1987) Posizione
massima
Irlanda[6] 23
Regno Unito[2] 16
Stati Uniti[1] 79
Stati Uniti (mainstream rock)[1] 18

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Allmusic (Whitesnake charts and awards) Billboard singles, All Media Network.
  2. ^ a b (EN) Chart Archive – Whitesnake – Still of the Night, Chart Stats.
  3. ^ (EN) Vh1 Top 100 Hard Rock Songs, music.spreadit.org. URL consultato il 30 dicembre 2014.
  4. ^ a b (EN) Still Of The Night – Progress Is Derivative, destroyerofharmony.com, 18 dicembre 2013. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  5. ^ Come riportato nella 20th Anniversary Edition di Whitesnake
  6. ^ (EN) Irish Singles Chart, database, Irish Recorded Music Association.