Keith Olsen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Keith Olsen (Sioux Falls, ...) è un produttore discografico statunitense, vincitore del Grammy. È famoso per aver lavorato con artisti quali Rick Springfield, Fleetwood Mac, Ozzy Osbourne, Grateful Dead, Whitesnake, Scorpions, Pat Benatar, Heart, Santana, Foreigner, Emerson, Lake & Palmer e Joe Walsh.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Olsen è nato a Sioux Falls, South Dakota ed è andato a scuola a Minneapolis, dove sviluppò interesse vero la musica musica classica, leggera, e jazz.[1] Fece esperienza lavorando come produttore in uno studio di registrazione nella zona di Minneapolis, e suonando come bassista in una band folk-jazz.[2] Successivamente suonò il basso come membro dei Music Machine, con cui ottenne discreto successo.[1] In questo periodo cominciò a collaborare con Curt Boettcher,[1] produttore degli Association, e soprattutto con Brian Wilson dei Beach Boys, che insegnò ad Olsen di "immaginare tutto ciò che riguarda una produzione come se stesse ascoltando la canzone per la prima volta."[3]

Prime produzioni[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi trasferito a Los Angeles, Olsen divenne determinante nel lanciare le carriere del duo Lindsey Buckingham e Stevie Nicks. Li aiutò a ottenere un contratto discografico, produsse il loro primo album, Buckingham Nicks, e li lasciò vivere nella propria casa, impiegando anche Stevie Nicks come governante per un po' di tempo.[3] Dopo averli presentati a Mick Fleetwood, andò a produrre l'eponimo album dei Fleetwood Mac del 1975, che raggiunse il primo posto nelle classifiche statunitensi.

Successo[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni '70, '80 e '90, Olsen si costruì un'ottima reputazione come produttore. Ad oggi, la sua discografia comprende più di 39 album certificati dischi d'oro, 24 album certificati dischi di platino, e 14 album certificati multi-platino. Olsen ha prodotto in prima persona un totale di più di 100 album. Oltre ai Fleetwood Mac, tra gli artisti con cui Olsen ha lavorato figurano i Grateful Dead (per cui produsse l'album Terrapin Station nel 1977), Bob Weir, Eddie Money, Emerson, Lake & Palmer, Rick Springfield (produsse il primo singolo di Springfield al numero uno, Jessie's Girl), REO Speedwagon, Pat Benatar, Heart, Joe Walsh, Starship, Santana, Kim Carnes, Jethro Tull, The Babys, Ozzy Osbourne (per cui produsse l'album No Rest for the Wicked nel 1988), Scorpions, Bad Company, Europe, 38 Special, Russ Ballard, Sammy Hagar, Whitesnake, Foreigner, Sheena Easton, Steve Perry, Journey, Loverboy, e Lou Gramm. È stato inoltre coinvolto nella lavorazione di diverse colonne sonore cinematografiche, tra cui i film Footloose, Crazy for You, Tron, Flashdance e Top Gun.[3]

Altre occupazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996, ridusse drasticamente il suo impegno come produttore per dedicarsi a sviluppare sistemi musicali surround per conto dell'etichetta discografica Kore Group,[1] prendendo in licenza master esistenti, remixandoli per il sistema surround, e ripubblicandoli. Come capo del consiglio di amministrazione del dipartimento di produzione globale della Mackie Designs, assemblò un team di esperti per lavorare alla linea di prodotti digitale dell'impresa.[2][3]

Presente[modifica | modifica wikitesto]

Olsen produce attualmente alcuni album all'anno per il Pogologo Productions Group ed è membro della National Academy of Recording Arts and Sciences (NARAS).[2]

Nel 2011 ha prodotto l'ultimo album dei Warrant, Rockaholic.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Bruce Rovi Corporation, Keith Olsen biography, Allmusic. URL consultato il 15 dicembre 2014.
  2. ^ a b c (EN) Profile, Keith Olsen's Pogologo Productions Group. URL consultato il 15 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2013).
  3. ^ a b c d (EN) Lesley A. The Penguin Biographies, Keith Olsen, Fleetwood Mac.net. URL consultato il 15 dicembre 2014.