Trouble (Whitesnake)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trouble
Artista Whitesnake
Tipo album Studio
Pubblicazione ottobre 1978
Durata 38:20
Dischi 1
Tracce 10
Genere Hard rock
Blues rock
Etichetta EMI
Produttore Martin Birch
Registrazione estate 1978 – Central Recorders Studio, Londra
Formati LP, CD, MC
Whitesnake - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1979)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 3/5 stelle

Trouble è il primo album in studio della rock band britannica Whitesnake, pubblicato nell'ottobre del 1978 dalla EMI.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Le registrazioni dell'album si svolsero durante l'estate del 1978 al Central Recorders Studio di Londra. Il disco venne completato in soli dieci giorni con il produttore Martin Birch.

Il cantante David Coverdale ha dichiarato che una delle motivazioni per cui l'album venne chiamato Trouble era dovuta alla nascita della sua prima figlia durante le registrazioni del disco.[2]

L'album è stato rimasterizzato nel 2006 con l'aggiunta di quattro tracce bonus provenienti dall'EP di debutto del gruppo, Snakebite.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Take Me with You – 4:45 (David Coverdale, Micky Moody)
  2. Love to Keep You Warm – 3:44 (Coverdale)
  3. Lie Down (A Modern Love Song) – 3:14 (Coverdale, Moody)
  4. Day Tripper (cover dei The Beatles) – 3:47 (Lennon-McCartney)
  5. Nighthawk (Vampire Blues) – 3:39 (Coverdale, Bernie Marsden)
  6. The Time Is Right for Love – 3:26 (Coverdale, Moody, Marsden)
  7. Trouble – 4:48 (Coverdale, Marsden)
  8. Belgian Tom's Hat Trick – 3:26 (Moody)
  9. Free Flight – 4:06 (Coverdale, Marsden)
  10. Don't Mess with Me – 3:25 (Coverdale, Moody, Marsden, Neil Murray, Jon Lord, Dave Dowle)
Tracce bonus nella ristampa del 2006
  1. Come On – 3:32 (Coverdale, Marsden)
  2. Bloody Mary – 3:21 (Coverdale)
  3. Steal Away – 4:19 (Coverdale, Moody, Marsden, Murray, Pete Solley, Dowle)
  4. Ain't No Love in the Heart of the City (Michael Price, Dan Walsh)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Eduardo Rivadavia, Trouble, su AllMusic, All Media Network. URL consultato l'8 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) David Coverdale Interview 2003, YouTube, 6 marzo 1999. URL consultato il 12 gennaio 2012.