Simonetta Sommaruga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simonetta Sommaruga
Simonetta Sommaruga (2007).jpg

Presidente della Svizzera
In carica
Inizio mandato 1º gennaio 2015
Predecessore Didier Burkhalter

Vicepresidente della Svizzera
Durata mandato 1º gennaio 2014 –
31 dicembre 2014
Presidente Didier Burkhalter
Predecessore Didier Burkhalter
Successore Johann Schneider-Ammann

Consigliere federale della Svizzera
In carica
Inizio mandato 1º gennaio 2009
Predecessore Moritz Leuenberger

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Svizzero
Alma mater Università di Friburgo

Simonetta Sommaruga (Zugo, 14 maggio 1960) è una politica svizzera.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Simonetta Sommaruga cresce con due fratelli e una sorella a Sins nel Canton Argovia. Frequenta il liceo di Immensee nel Canton Zugo dove ottiene la maturità. In seguito segue una formazione per diventare pianista a Lucerna, in California e a Roma. Dal 1988 al 1991 studia lettere all'Università di Friburgo senza peraltro ottenere un diploma[1].

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Alla base della sua carriera politica si trova il suo mandato di direttrice della Stiftung für Konsumentenschutz (Fondazione per la protezione dei consumatori) che ricopre dal 1993 al 1999. È in seguito nominata presidente della medesima fondazione e dell'Opera svizzera di aiuto alla cooperazione Swissaid dal 2003.

Deputata al Gran Consiglio del Canton Berna per il Partito socialista (PS) dal 1981 al 1990 è in seguito consigliera comunale a Köniz (dal gennaio 1998 al dicembre 2005)[2]. Nel 1999, è eletta al Consiglio nazionale. Nel 2003, è eletta al Consiglio degli Stati per il Canton Berna.

L'11 agosto 2010 annuncia la sua candidatura al Consiglio federale per succedere al collega di partito Moritz Leuenberger[3]. Il gruppo parlamentare socialista la nomina candidata ufficiale insieme a Jacqueline Fehr[4]. Il 22 settembre 2010 viene eletta al quarto turno[5]. Il 27 settembre 2010 le viene assegnato il Dipartimento federale di giustizia e polizia[6].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sommaruga è sposata con lo scrittore Lukas Hartmann e vive a Spiegel[2], quartiere di Berna.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.munzinger.de/search/portrait/simonetta+sommaruga/0/28398.html Munzinger, Wissen, das zählt: Simonetta Sommaruga
  2. ^ a b Dipartimento federale di giustizia e polizia. La consigliera federale Simonetta Sommaruga
  3. ^ Servizio Simonetta Sommaruga candidata, RSI Telegiornale, 11 agosto 2010
  4. ^ « Élection au Conseil fédéral : le groupe socialiste propose les candidatures de Simonetta Sommaruga et Jacqueline Fehr », Parti socialiste suisse, 3 settembre 2010
  5. ^ Parlamento svizzero. Dimissioni consiglieri federali Moritz Leuenberger e Hans-Rudolf Merz - Elezione dei successori.
  6. ^ Yves Petignat, "La grande rocade", Le Temps, 27 settembre 2010

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Consigliere federale Successore Flag of Switzerland (Pantone).svg
Moritz Leuenberger 2010 - in carica
Predecessore Vicepresidente della Svizzera Successore Flag of Switzerland (Pantone).svg
Didier Burkhalter 2014 - in carica
Controllo di autorità VIAF: 37983439 · LCCN: no2006034173 · GND: 128902302