Purificazione del Tempio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cacciata dei venditori dal Tempio, opera di Carl Heinrich Bloch, 1872 circa.

La cosiddetta purificazione del Tempio (oppure cacciata dei venditori dal Tempio) è un episodio della vita di Gesù narrato dai vangeli canonici (Mc 11, 15-19; Mt 21, 12-17; Lc 19, 45-48; Gv 2, 12-25).

A differenza dei vangeli sinottici, il Vangelo secondo Giovanni pone l'episodio all'inizio del ministero di Gesù, durante il suo primo viaggio a Gerusalemme. Per alcuni studiosi, la purificazione del Tempio si sarebbe manifestata due volte in situazioni differenti. La discrepanza, però, è solo una conseguenza di una molto più ampia diversità fra la cronologia giovannea e quella sinottica. Per Giovanni gli eventi della missione pubblica di Gesù si sviluppano lungo tre anni (sono tre le pasque citate nel suo vangelo), mentre i sinottici comprimono tutti i fatti di loro interesse entro un solo anno, forse per semplicità didattica.[senza fonte]

La cacciata dei mercanti dal tempio era stata effettuata una prima volta da Neemia (cap. 13). Gesù, quindi, propone il ritorno all'antica purezza religiosa.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN205068957 · GND: (DE4184688-6
Gesù Portale Gesù: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Gesù