Guarigione dell'orecchio del servo del sommo sacerdote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La guarigione dell'orecchio del servo del sommo sacerdote è uno dei miracoli attribuiti a Gesù.

Secondo il racconto dei vangeli canonici, in occasione dell’arresto di Gesù uno dei suoi discepoli afferrò una spada e ferì uno dei servi del sommo sacerdote, tagliandogli un orecchio. Gesù interruppe l'impeto dell'apostolo e, secondo il Vangelo di Luca, guarì l’orecchio del servo con un semplice tocco di mano.[1] Il Vangelo secondo Matteo[2] e il Vangelo secondo Marco[3] non fanno cenno alla guarigione dell’orecchio e neanche il Vangelo secondo Giovanni[4]. I vangeli sinottici omettono sia il nome dell'aggressore che dell'aggredito, mentre Giovanni identifica il discepolo con Pietro e riporta che il servo del sommo sacerdote si chiamava Malco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lc 22, 51, su laparola.net.
  2. ^ Mt 26, 51, su laparola.net.
  3. ^ Mc 14, 47, su laparola.net.
  4. ^ Gv18, 10-11, su laparola.net.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]