Oxford Circus (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Underground.svg Oxford Circus
Oxford Circus stn Bakerloo building.jpg
Edificio di ingresso alla Bakerloo Line
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore Transport for London
Inaugurazione 1900
Stato In uso
Linea Bakerloo line flag box.svg
Central line flag box.png
Victoria line flag box.png
Localizzazione Oxford Circus
Tipologia Stazione sotterranea
Interscambio vedi sotto
Flusso passeggeri 2012 Increase2.svg 80.55 milioni
2011 Increase2.svg 85.25 milioni
2012 Increase2.svg 98.51 milioni
2015 Decrease2.svg 92.36 milioni[1]
Mappa di localizzazione: Londra
Oxford Circus
Oxford Circus
Metropolitane del mondo
Coordinate: 51°30′55″N 0°08′30″W / 51.515278°N 0.141667°W51.515278; -0.141667


Oxford Circus è una stazione della metropolitana di Londra, all'incrocio tra le linee Central, la Victoria e Bakerloo.

È la terza stazione per volume di traffico dell'intera rete e la più utilizzata tra quelle prive di connessione alla National Rail.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il percorso originario della Central line, tra Shepherd's Bush e Cornhill (Bank) via Oxford Circus

Central line[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni 1890, la Central London Railway (CLR) presentò al Parlamento un progetto di legge ad iniziativa personale per la costruzione di una ferrovia sotterranea tra Shepherd's Bush e Cornhill (l'odierna Bank); questi progetti vennero accettati dal Parlamento il 5 agosto 1891.

La CLR ingaggiò gli ingegneri James Henry Greathead, Sir John Fowler, e Sir Benjamin Baker per la progettazione della linea. L'inaugurazione ufficiale della CLR (oggi nota come Central line), presenziata dal principe di Galles, avvenne il 27 luglio 1900, per poi essere aperta al pubblico tre giorni dopo, il 30 luglio. La stazione di Oxford Circus venne aperta come parte della prima sezione della linea, quella tra Shepherd's Bush e Bank; nel 1935—40 fu inoltre interessata da un intervento di ampliamento della banchina, nell'ambito del New Works Programme.

Bakerloo e Victoria line[modifica | modifica wikitesto]

Il percorso originario della Bakerloo line, tra Baker Street e Waterloo via Oxford Circus

Nel 1900 venne autorizzata la progettazione di un'altra linea, interamente sotterranea, tra Marylebone ed Elephant & Castle via Baker Street and Waterloo. La costruzione delle infrastrutture ebbe inizio nell'agosto 1898 sotto la direzione di Sir Benjamin Baker, W.R. Galbraith e R.F. Church; anche Oxford Circus venne coinvolta dalla BS&WR (l'odierna Bakerloo line), e le banchine della nuova linea vennero inaugurate il 10 marzo 1906.

Un'altra linea, infine, ha segnato la storia della stazione di Oxford Circus: si tratta della Victoria line, che ha iniziato a servire lo scalo a partire dal 7 marzo 1969.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Sovraffollamento sulla banchina della Central line.

La CLR e la BSWR avevano fabbricati viaggiatori e trombe dell'ascensore distinti.[2] I due edifici della stazione, che oggi continuano ad esistere sotto forma di uscite, insistono sui due lati differenti di Argyll Street, a sud di Oxford Street, appena a est del circus stesso. In origine, le stazioni erano completamente separate, ma per favorire l'interscambio tra le linee venne ben presto costruito un interscambio a livello delle banchine; a lato, i due fabbricati sono rispettivamente due squisiti esempi dello stile architettonico di Harry Bell Measures (CLR) e Leslie Green (BS&WR), e sono protetti in quanto monumenti classificati di grado II dal 20 luglio 2011.[3]

Il sovraffollamento interessò la stazione sin dal XX secolo, e vi furono diversi provvedimenti mirati ad ovviare questo problema. Il primo di questi interventi si data nel 1912, quando la stazione venne per gran parte ricostruita, con la costruzione di una nuova biglietteria per entrambe le linee e l'introduzione delle scale mobili in luogo degli ascensori. Ciò, tuttavia, non bastò per decongestionare la stazione, sicché vi furono ulteriori interventi nel 1928, con la costruzione di nuove scale mobili per le banchine della Bakerloo, e nel 1942, con la reintroduzione degli ascensori.[2]

La stazione, infine, fu chiusa tra il 31 agosto e il 20 novembre 1939 per facilitare il proseguimento dei progetti per il controllo delle inondazioni, attuati in vista della seconda guerra mondiale; malgrado l'accesso alla stazione fosse negato, questa era ancora utilizzata per l'interscambio tra le linee Bakerloo e Central.[4]

Per gestire i nuovi flussi di passeggeri provenienti dalla costruenda Victoria line, si provvide alla costruzione di una nuova biglietteria, direttamente al di sotto dell'incrocio stradale. Per l'edificazione della struttura, il traffico veicolare venne deviato per cinque anni (dall'agosto 1963 al 1968) su una struttura temporanea creata per assicurare la continuità del corpo stradale tra Regent Street e Oxford Street sugli scavi, comunemente soprannominata «l'ombrello» (umbrella).[2]

Si trova nella Travelcard Zone 1.

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Nelle vicinanze della stazione effettuano fermata numerose linee urbane automobilistiche, gestite da London Buses.[5][6]

  • Fermata autobus Fermata autobus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ London Underground Multi-year Station Entry-and-exit Figures (XLS), su tfl.gov.uk, Transport for London, giugno 2015. URL consultato il 25 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  2. ^ a b c Horne Mike, The Story of a Station — Oxford Circus (PDF), su metadyne.co.uk. URL consultato il 12 luglio 2015 (archiviato il 12 luglio 2015).
  3. ^ 16 London Underground Stations Listed at Grade II, su english-heritage.org.uk, English Heritage. URL consultato il 28 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2014).
  4. ^ Clive Feather, Bakerloo line, su Clive's Underground Line Guides. URL consultato il 10 luglio 2015 (archiviato il 10 luglio 2015).
  5. ^ Buses from Oxford Circus (PDF), su tfl.gov.uk, Transport for London, 26 ottobre 2014. URL consultato il 22 febbraio 2015 (archiviato il 10 luglio 2015).
  6. ^ Night buses from Oxford Circus (PDF), su tfl.gov.uk, Transport for London, 26 ottobre 2014. URL consultato il 22 febbraio 2015 (archiviato il 10 luglio 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Capolinea Fermata precedente Bakerloo line flag box.svg Fermata successiva Capolinea
Harrow and Wealdstone TriangleArrow-Left.svg Regent's Park Pfeil links.svg Oxford Circus Pfeil rechts.svg Piccadilly Circus TriangleArrow-Right.svg Elephant & Castle
Capolinea Fermata precedente Central line flag box.svg Fermata successiva Capolinea
Ealing Broadway/West Ruislip TriangleArrow-Left.svg Bond Street Pfeil links.svg Oxford Circus Pfeil rechts.svg Tottenham Court Road TriangleArrow-Right.svg Epping/Woodford
Capolinea Fermata precedente Victoria line flag box.svg Fermata successiva Capolinea
Brixton TriangleArrow-Left.svg Green Park Pfeil links.svg Oxford Circus Pfeil rechts.svg Warren Street TriangleArrow-Right.svg Walthamstow Central