Marble Arch (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Underground.svg Marble Arch
Marble Arch stn entrance.JPG
Ingresso della stazione
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore TfL
Inaugurazione 1900
Stato In uso
Linea Central line flag box.png
Localizzazione Westminster
Tipologia Stazione sotterranea
Dintorni Marble Arch
Oxford Street
Flusso passeggeri Green Arrow Up.svg 16'300 milioni (2008)
Green Arrow Up.svg 16'619 milioni (2009)
Green Arrow Up.svg 17'790 milioni (2010)
Note Ristrutturata negli anni ottanta
Mappa di localizzazione: Londra
Marble Arch
Marble Arch
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°30′48″N 0°09′30″W / 51.513333°N 0.158333°W51.513333; -0.158333

Marble Arch è una stazione della metropolitana di Londra facente parte del complesso noto come London Underground o, più familiarmente, tube, termine che si riferisce alle gallerie sotterranee della metro. Ls stazione si trova sulla Central line fra la stazione di Bond Street e quella di Lancaster Gate, ed è inclusa nell'area della Travelcard Zone 1.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione fu inaugurata il 30 luglio 1900[1] dalla Central London Railway (in sigla CLR), oggi la Central line.

Come tutte le altre stazioni originali della metropolitana gestite dalla CLR, anche quella di Marble Arch era munita di ascensori per scendere fino alle piattaforme sottostanti. La stazione è stata ristrutturata nei primi anni trenta del Novecento per dare spazio alle scale mobili. Dopo questo provvedimento, l'edificio originale, progettato dall'architetto Harry Bell Measures e situato all'angolo di Quebec Street e Oxford Street, venne chiuso e rimpiazzato da una biglietteria sotterranea situata più a ovest. La nuova sistemazione fu inaugurata il 15 agosto 1932[1]. L'edificio originale venne in seguito demolito.

Le piattaforme, originariamente decorate con piastrelle bianche, vennero ristrutturate nel 1985 con pannelli di vetro smaltato, disegnati dall'artista Annabel Grey[2].

La stazione oggi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Marble Arch prende il nome dall'omonimo monumento nei pressi, situato all'estremità occidentale di Oxford Street.

È stata modernizzata nel 2010, con nuove rifiniture in tutte le aree della stazione, tranne che per la conservazione di diversi pannelli decorativi smaltati sulle piattaforme.

A ovest della stazione si trova un binario morto che permette a treni provenienti da Epping, Hainault e Woodford di terminare la corsa a Marble Arch. Non è di utilizzo comune, ma viene conservato per le emergenze e in occasione di lavori di manutenzione sulla rete.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 settembre 2017 una persona è rimasta uccisa dopo essere stata urtata da un treno alla stazione di Marble Arch[3].

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita delle seguenti linee di autobus:

  • Buses roundel.svg: 2, 10, 13, 16, 30, 36, 74, 94, 98, 137, 148, 159, 189, 274, 390, 414 e 436.[4]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • The Mysterious Planet, una serie di episodi della ventitreesima stagione dello sceneggiato televisivo Doctor Who, utilizza Marble Arch come elemento importante della trama.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Clive's Underground Line Guides - Central Line, Dates, su davros.org. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  2. ^ David Lawrence, Underground Architecture, Capital Transport, 1994.
  3. ^ (EN) Patrick Grafton-Green, Marble Arch: Person killed after being hit by Tube train in central London, in The Evening Standard, 25 settembre 2017. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  4. ^ (EN) Transport for London - Buses, su tfl.gov.uk. URL consultato il 4 ottobre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]