Debden (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Underground.svg Debden
Debden Tube Station.jpg
L'entrata della stazione
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore Transport for London
Inaugurazione 1949 (1865 National Rail)
Stato In uso
Linea Central Line
Localizzazione Loughton
Tipologia Stazione di superficie
Interscambio vedi sotto
Flusso passeggeri 2010 Increase2.svg 1.90 milioni[1]
2011 Increase2.svg 2.02 milioni[1]
2012 Increase2.svg 2.12 milioni[1]
2013 Increase2.svg 2.30 milioni[1]
2014 Increase2.svg 2.48 milioni[1]
Mappa di localizzazione: Londra
Debden
Debden
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°38′43.39″N 0°05′01.62″E / 51.645386°N 0.083782°E51.645386; 0.083782

Debden è una stazione della metropolitana di Londra situata a Loughton, nel distretto di Epping Forest in Essex. Si trova sul ramo di Epping della Central line, tra le stazioni di Loughton e di Theydon Bois, nella sesta zona tariffaria della metropolitana londinese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è stata aperta dalla Great Eastern Railway (GER) nell'aprile del 1865 con il nome di Chigwell Road in occasione del prolungamento della linea fino a Epping ed Ongar, ed è stata rinominata Chigwell Lane a dicembre dello stesso anno. Qui è ambientata la ballata vittoriana The Chigwell Stationmaster's Wife, infatti l'odierna stazione di Chigwell è stata aperta solo nel 1903[2][3]. Il servizio è rimasto sospeso tra il 1916 e il 1919 durante le prima guerra mondiale, per passare nel 1923 sotto la London & North Eastern Railway (LNER) e nel 1948 sotto la British Railways. A partire dal 1949 è cominciato il servizio della Central Line e il nome della stazione è cambiato in Debden[4][5]. Nell'aprile del 1966 è stata chiuso lo scalo merci[6]

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Per la stazione passano i bus n. 20, 167, 397, 549 e 677[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Multi-year station entry-and-exit figures (XLS), in London Underground station passenger usage data, Transport for London, 2017. URL consultato il 30 ottobre 2018.
  2. ^ Clive's Underground Line Guides - Central Line, dates
  3. ^ R.V.J. Butt, The Directory of Railway Stations, Yeovil, Patrick Stephens Ltd, 1995.
  4. ^ (EN) Douglas Rose, The London Underground, A Diagrammatic History, 7ª ed., Douglas Rose/Capital Transport, 1999 [1980], ISBN 1-85414-219-4.
  5. ^ R.V.J. Butt, The Directory of Railway Stations, Yeovil, Patrick Stephens Ltd, 1995.
  6. ^ Brian Hardy, How it used to be - freight on The Underground 50 years ago, in Underground News, nº 591, London Underground Railway Society, marzo 2011, pp. 175–183.
  7. ^ (EN) Buses nearby Loughton Underground Station, su tfl.gov.uk. URL consultato il 30 ottobre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Douglas Rose, The London Underground, A Diagrammatic History, 7ª ed., Douglas Rose/Capital Transport, 1999 [1980], ISBN 1-85414-219-4.
  • (EN) J.E. Connor, London's Disused Underground Stations, 2ª ed., Capital Transport, 2006 [1999], ISBN 1-85414-250-X.
  • (EN) John R. Day, John Reed, The Story of London's Underground, 11ª ed., Capital Transport, 2010 [1963], ISBN 978-1-85414-341-9.
  • (EN) Edwin Course, London railways, B. T. Batsford, 1962.
  • (EN) Alan Jackson, London's Termini, Londra, David & Charles, 1984 [1969], ISBN 0-330-02747-6.</ref>.
  • (EN) R Davies e MD Grant, London and its railways, Londra, David & Charles, 1983, ISBN 0-7153-8107-5.
  • (EN) David Maidment, A Privileged Journey: From Enthusiast to Professional Railwayman, Pen and Sword, 2015, ISBN 978-1-473-85949-4.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]