Lancaster Gate (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Underground.svg Lancaster Gate
Lancaster Gate stn entrance.JPG
Ingresso della stazione di Lancaster Gate
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore TfL
Inaugurazione 1900
Stato in uso
Linea Central line flag box.png
Localizzazione Westminster
Tipologia Stazione sotterranea
Dintorni Kensington Gardens, Hyde Park
Mappa di localizzazione: Londra
Lancaster Gate
Lancaster Gate
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°30′42.3″N 0°10′31.7″W / 51.51175°N 0.175472°W51.51175; -0.175472

Lancaster Gate è una stazione della metropolitana di Londra situata nella zona di Bayswater, nella Città di Westminster. È collocata sulla Central Line fra le stazioni di Marble Arch e Queensway. Si trova nella Travelcard Zone 1.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Treno alla stazione di Lancaster Gate nel tunnel in direzione ovest.
Roundel sulla piattaforma di Lancaster Gate.

Lancaster Gate fu aperta il 30 luglio 1900[1] dalla Central London Railway (CLR), oggi la Central Line.

Malgrado il nome, la stazione è più vicina all'ingresso di Marlborough Gate di Hyde Park e dei Kensington Gardens. L'ingresso di Lancaster Gate si trova in effetti circa 300 metri a est rispetto alla stazione.

L'edificio originale della stazione era un tipico esemplare del lavoro svolto dall'architetto Harry Bell Measures per le stazioni della CLR. Fu demolito nel 1968 e un nuovo edificio di superficie fu incorporato in una nuova costruzione, originariamente progettata come palazzo da adibire a uffici ma ben presto convertita in un albergo, il Royal Lancaster Hotel. Nel 2004-2005 la facciata dell'albergo venne rinnovata con un rivestimento in pietra bianca; i proprietari avevano ottenuto l'autorizzazione a includere la facciata della stazione nel rifacimento, ma questo progetto non si concretizzò.

La stazione rimase chiusa dal 2 luglio al 13 novembre 2006[1] per lavori di ristrutturazione e manutenzione degli ascensori. I problemi cronici di affidabilità degli ascensori erano considerati dalla Transport for London un pericolo per la sicurezza e un inconveniente per i passeggeri. Il traffico nella stazione è cresciuto nel corso degli anni e di conseguenza la zona della biglietteria, piuttosto piccola, è spesso affollata, particolarmente nei fine settimana.[2]

La stazione è stata chiusa il 4 gennaio 2017 per la sostituzione completa dei due ascensori, vecchi di quasi trent'anni. La data di riapertura era prevista per il luglio 2017. La TfL aveva considerato la possibilità di tenere la stazione aperta sostituendo un ascensore per volta, ma tale opzione è stata scartata per via delle lunghe code previste e anche per l'impossibilità, in caso di malfunzionamento dell'unico ascensore in esercizio, di portare tempestivi soccorsi in caso di incidenti o emrgenze mediche.[3]

La stazione è stata riaperta il 26 giugno 2017. Oltre agli ascensori, sono stati sostituiti i tornelli di ingresso ed è stata rifatta la decorazione di alcune parti della stazione.[4]

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Lancaster Gate si trova a circa 600 metri a piedi dalla stazione di Paddington, permettendo (sebbene tale possibilità non sia evidenziata sulla mappa della metropolitana di Londra) le connessioni con le linee ferroviarie per il sud-ovest dell'Inghilterra e con lo Heathrow Express per l'Aeroporto di Heathrow. Paddington è inoltre una stazione della metropolitana delle linee Circle, District, Hammersmith & City e Bakerloo.

La stazione è servita delle seguenti linee di autobus:

  • Buses roundel.svg: 46, 94, 148, 274, 390 e la linea notturna N207.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Clive's Underground Line Guides - Central Line, Dates, su davros.org. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  2. ^ (EN) Modernisation and lift refurbishment for Lancaster Gate, su tfl.gov.uk, 20 giugno 2006. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) Lancaster Gate station given a lift, su tfl.gov.uk, 23 dicembre 2016. URL consultato l'11 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2017).
  4. ^ (EN) Upgraded stations now open for travel, su tfl.gov.uk, 27 giugno 2017. URL consultato il 19 settembre 2017.
  5. ^ (EN) Transport for London - Buses, su tfl.gov.uk. URL consultato l'11 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]