White City (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la stazione fantasma sulla Metropolitan Line denominata White City fra il 1947 e il 1959, vedi Wood Lane (metropolitana di Londra Metropolitan Line).
Underground.svg White City
White City stn entrance2.JPG
Ingresso della stazione di White City
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore TFL
Inaugurazione 1947
Stato in uso
Linea Central line flag box.png
Localizzazione Shepherd's Bush, Hammersmith e Fulham
Tipologia Stazione di superficie
Interscambio Wood Lane
Mappa di localizzazione: Londra
White City
White City
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°30′43.56″N 0°13′28.56″W / 51.5121°N 0.2246°W51.5121; -0.2246

White City è una stazione della metropolitana di Londra situata sulla Central line fra le stazioni di Shepherd's Bush e East Acton. Si trova nella Travelcard Zone 2.

La stazione non va confusa con la stazione di Wood Lane sulla Hammersmith & City Line situata a breve distanza, che fu rinominata White City dal 1947 fino alla sua chiusura, avvenuta nel 1959.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione fu aperta il 23 novembre 1947[1] per sostituire la stazione di Wood Lane, chiusa definitivamente il giorno precedente. La sua costruzione era iniziata nel 1938 e avrebbe dovuto essere completata nel 1940, ma lo scoppio della guerra ne ritardò l'apertura.

Durante il Festival of Britain del 1951, la stazione vinse un premio proposto dal Council of Architecture per edifici che apportassero un contributo al miglioramento del paesaggio urbano o rurale. Una placca commemorativa di questo riconoscimento si trova sul muro esterno della stazione a sinistra dell'ingresso principale.[2]

La stazione oggi[modifica | modifica wikitesto]

Una caratteristica interessante della stazione è che la linea corre sulla mano destra anziché sulla convenzionale (per la maggior parte delle linee ferroviarie nel mondo e sul resto della rete della metropolitana) mano sinistra. Questa sistemazione è una conseguenza storica dell'inversione dei binari nei tunnel costruiti per la stazione abbandonata di Wood Lane quando fu aperta nel 1908 come terminal della Central London Railway (l'odierna Central Line). I due binari ritornano al normale allineamento per mezzo di un sovrapassaggio in superficie situato all'incirca a metà fra White City e la stazione di East Acton.[3]

Roundel sulla piattaforma della stazione di White City.

La stazione ha tre binari. Il binario centrale ha piattaforme su entrambi i lati, potendo quindi operare con treni che corrono in entrambe le direzioni. Un binario di scambio fra le linee poco a nord della stazione permette ai treni provenienti dal centro di Londra di fare inversione e ritornare in direzione est. I treni fuori servizio diretti al deposito sotterraneo di White City poco a sud della stazione utilizzano un analogo binario posto tra i due binari principali.

La stazione ha ricevuto un certificato di merito nell'edizione 2009 dei National Railway Heritage Awards per la ristrutturazione, avvenuta nel 2008, che ha preservato le caratteristiche storiche e architettoniche dell'edificio.[4]

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

La vicina stazione di Wood Lane sulla Hammersmith & City line e Circle Line permette l'interscambio fra le due linee.

White City si trova nei pressi del centro commerciale Westfield, del centro di produzione radiotelevisiva della BBC e dello stadio di Loftus Road, sede della squadra di calcio dei Queens Park Rangers.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Clive's Underground Line Guides - Central Line, Dates, su davros.org. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  2. ^ (EN) A London Inheritance - The Exhibition Of Architecture, su alondoninheritance.com. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) Tubeprune - The Central Line at White City, su trainweb.org. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  4. ^ (EN) Transport for London - Heritage award for Maida Vale Tube station, su tfl.gov.uk. URL consultato il 2 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]