Moira Orfei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moira Orfei nel film Signore & signori (1966) di Pietro Germi

Moira Orfei, nome d'arte di Miranda Orfei (Codroipo, 21 dicembre 1931[1]Brescia, 15 novembre 2015[2]), è stata una circense e attrice italiana.

Considerata la regina dell'arte circense italiana, era anche un popolare personaggio televisivo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Miranda "Moira" Orfei è nata a Codroipo, in provincia di Udine, da una famiglia di remote origini sinti, dedita all'arte circense da diverse generazioni: il padre Riccardo Orfei (1908-1942), era conosciuto come Clown Bigolon (dalla prestanza fisica ed altezza imponenti, 1,90 m per 120 kg), la madre si chiamava Violetta Arata. Dei fratelli, Paolo (1933) era giocoliere e acrobata di gran successo, mentre Mauro (1941), abile acrobata alle biciclette.

Si è esibita come cavallerizza già all'età di 6 anni ed è diventata insieme alle giovani cugine Liana Orfei e Graziella Orfei una delle principali attrazioni. Con il tempo Moira è diventata il simbolo stesso del circo in Italia, portando con la forza e l'aiuto della famiglia il circo Orfei ad essere conosciuto ed apprezzato anche nel mondo. Il Circo di Moira Orfei vero e proprio è stato fondato nel 1960 e Moira ne ha calcato le scene come cavallerizza, trapezista, acrobata, domatrice di elefanti e addestratrice di colombe. La sua immagine kitsch, specchio della sua personalità eccentrica ed esuberante, le fu consigliata da Dino De Laurentiis, che le suggerì anche di cambiare nome[3]. Inizialmente infatti doveva essere semplicemente Mora per via della sua carnagione e soprattutto degli occhi scuri e della chioma corvina, ma venne aggiunta una i per farlo diventare più esotico.

Da allora il volto di Moira è diventato come un'effigie dalle caratteristiche immutate: trucco pesante con occhi cerchiati dall'eyeliner, rossetto brillante, un neo accentuato sopra il labbro, capelli raccolti a mo' di turbante. Tappezzando di cartelloni con la sua foto le città nelle quali si ferma il suo circo, è diventata uno dei volti più riconosciuti in Italia. Accanto ai trionfi sulla pedana del circo ha coltivato negli anni anche una seconda passione, nata quasi per caso, come attrice cinematografica, arrivando a interpretare una quarantina di film, dai peplum alle commedie (fra le quali molte di genere poliziottesco) ai film di autori più impegnati, come Pietro Germi in Signore & signori[1]. Fu lo stesso Germi a dirle una volta che se avesse studiato recitazione avrebbe potuto essere brava come Sophia Loren, sottolineando il naturale talento recitativo di Moira.

Moira Orfei in piazza San Pietro con gli animali del circo per la benedizione del Papa nel 1986.

In genere il cinema le ha proposto ruoli simili al personaggio di sé stessa, domatrice di elefanti nella vita, di uomini e di pubblico sullo schermo, come l'assillante moglie di Christian De Sica nel film Vacanze di Natale '90, che sbraitava in dialetto marchigiano contro l'inetto marito. Fra i numerosi film si possono anche ricordare Casanova '70, accanto a Marcello Mastroianni, Totò e Cleopatra e Il monaco di Monza a fianco del celebre comico napoletano, Straziami, ma di baci saziami con Nino Manfredi e Profumo di donna con l'eclettico Vittorio Gassman, entrambi di Dino Risi. La sua ultima apparizione sul grande schermo è del 2003 quando interpreta brevemente se stessa nel film Natale in India, dove nelle scene iniziali due acrobati (i Fichi d'India) falliscono un numero, per poi introdurre il loro numero nel finale della pellicola.

Nel 2001 è vittima di un grave incidente stradale, dal quale esce viva, ma con una gamba e otto coste rotte.

In televisione era famosa per la sua schiettezza e per l'esuberanza del suo personaggio. Nel 2002 ha partecipato come ospite fissa, assieme allo stilista Renato Balestra e all'attrice Silvana Pampanini, a Domenica In, con Mara Venier[4]. Il 4 agosto 2006 Moira Orfei è stata colta da un ictus cerebrale durante uno spettacolo a Marina di Gioiosa Jonica. Dopo una lunga convalescenza l'artista è tornata in pista in occasione dello show natalizio al Magic World di Licola, vicino a Napoli, nel dicembre 2007.

In seguito ha continuato ad occuparsi personalmente del suo circo, pur non esibendosi più come attrazione, ma limitandosi a sfilare salutando il pubblico durante gli spettacoli. Sposata con Walter Nones, impresario circense ed ex domatore, che oltre ad aver portato al successo il Circo Moira Orfei, ha prodotto per l'Italia numerosi spettacoli itineranti come Holiday on Ice, Il circo di Mosca sul ghiaccio, Il circo di Mosca, Il circo cinese e l'Armata Rossa, da lui ha avuto due figli, Stefano e Lara. Essi l'hanno resa quattro volte nonna: Lara dato alla luce Moira junior, Walter junior e Alexander, mentre Stefano dall'unione con Brigitta Boccoli l'ha resa nonna di Manfredi.

Il 15 novembre 2015[5], un mese prima di compiere 84 anni, è stata rinvenuta morta dai propri familiari all'interno della sua casa mobile a Brescia dove si trovava con il suo circo[2]. Le esequie si sono tenute il 18 novembre alle 15 nel duomo di San Donà di Piave.[6] La salma è stata poi cremata e le ceneri sepolte nella tomba di famiglia, nel cimitero comunale. Il marito Walter Nones è invece morto il 26 settembre 2016 nella sua casa di San Donà di Piave.[7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Moira Orfei in un'edizione del Radiocorriere TV del 1975

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974 Moira incise il 45 giri Noi Zingari.

Premi e onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2002 le viene assegnato a Verona il "Premio Giulietta alla donna e alla carriera"
  • Nel 2004 le viene assegnato durante il Friendly Versilia il premio personaggio gay dell'anno.[8]
  • Il 21 aprile 2012 è insignita, insieme al marito, del titolo di "Ambasciatori nel mondo della Camera Regionale della Moda Calabria".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Moira Orfei, in Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata
  2. ^ a b Elena Masuelli, È morta Moira Orfei, regina del circo: “Sotto il trucco sono solo una brava signora”, La Stampa, 15 novembre 2015. URL consultato il 15 novembre 2015.
  3. ^ Una biografia online
  4. ^ Moira Orfei: "Ve lo do io il Reality Circus"!
  5. ^ Moira Orfei morta: la "regina" del Circo italiano scomparsa a 83 anni, su Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 16 novembre 2015.
  6. ^ Giovanni Cagnassi, L'addio a Moira Orfei: la regina del circo trainata dai cavalli, su la Nuova Venezia, 18 novembre 2015. URL consultato il 18 novembre 2015.
  7. ^ E' morto Walter Nones, era il marito di Moira Orfei - Cronaca - Il Mattino di Padova, in Il Mattino di Padova, 26 settembre 2016. URL consultato il 31 maggio 2017.
  8. ^ Friendly Torre del Lago | Michela Simoncini - @comunicami

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN76515681 · SBN: IT\ICCU\URBV\240071 · ISNI: (EN0000 0000 5939 9467 · BNF: (FRcb14039222c (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie