John Mills (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior attore non protagonista 1971

Sir Lewis Ernest Watts "John" Mills (North Elmham, 22 febbraio 1908Denham, 23 aprile 2005) è stato un attore britannico, premio Oscar al miglior attore non protagonista nel 1971 per La figlia di Ryan.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Educato alla Norwich School High School for Boys, Mills si appassionò fin da giovane alla recitazione, incoraggiato dalla madre, Edith Mills Baker, ex amministratrice dell'Haymarket Theatre[1]. Il padre, Lewis Mills, era invece un insegnante di matematica. Trasferitosi a Londra, entrò in una compagnia di giro, facendo il suo debutto teatrale nel 1929 al London Hippodrome nella pièce The Five O'Clock Girl, e fu notato dal celebre commediografo Noël Coward[1].

Dopo aver recitato nella pièce di Coward Cavalcade, si affermò definitivamente come interprete e iniziò a ricevere proposte anche per il grande schermo[1]. La sua prima apparizione cinematografica risale al 1932 nella pellicola The Midshipmaid, ma il suo primo ruolo di una certa rilevanza fu nel film Addio, Mr. Chips! (1939), versione cinematografica dell'omonimo romanzo di James Hilton.

Durante gli anni quaranta, Mills fu un idolo delle platee cinematografiche inglesi, grazie a una serie di ruoli da militare e di personaggi dal carattere fermo e risoluto, ma anche capaci di sensibilità e umanità[1]. In tale veste interpretò diversi film, anche di propaganda bellica, tra i quali sono da ricordare Eroi del mare (1942) di David Lean e Ritorno (1944) di Sidney Gilliat[1]. Notevole fu la sua interpretazione del giovane Pip nel film Grandi speranze (1946), sempre per la regia di David Lean, pellicola che ottenne grande accoglienza e consenso[1].

Passato progressivamente fin dagli anni sessanta a ruoli di caratterista[2], all'apice della carriera, vinse il premio Oscar al miglior attore non protagonista interpretando l'infelice scemo del villaggio nel film La figlia di Ryan (1970) di David Lean, personaggio assai lontano dai suoi registri abituali. Nel 1979 interpretò il ruolo del professor Bernard Quatermass, nel quarto episodio televisivo della saga creata da Nigel Kneale, Quatermass Conclusion - La Terra esplode, successivamente distribuito anche al cinema in un condensato dal titolo The Quatermass Conclusion (1979).

Capostipite di una famiglia di artisti[1], padre delle attrici Hayley Mills e Juliet Mills, e nonno di Crispian Mills, cantante e chitarrista dei Kula Shaker, nell'ultima parte della sua vita John Mills fu afflitto da gravi problemi alla vista, ma continuò a lavorare, concentrandosi su personaggi afflitti dalla cecità[2]. Tra le sue ultime apparizioni vanno ricordate quelle nel ruolo dell'anziano maestro di scuola in una versione teatrale di Addio Mr. Chips (1982), di Lewis Serrocold nel film Assassinio allo specchio (1985), e quella in Cats (1998), versione filmata del celebre musical omonimo di Andrew Lloyd Webber. Partecipò anche al doppiaggio del film d'animazione Quando soffia il vento (1986) e al film Who's That Girl, insieme a Madonna.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

BAFTA[modifica | modifica wikitesto]

Festival del cinema di Venezia[modifica | modifica wikitesto]

Festival internazionale del cinema di San Sebastián[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, Vol. II, pag. 357
  2. ^ a b Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2002, pag. 781

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior attore non protagonista Successore
Gig Young
per Non si uccidono così anche i cavalli?
1971
per La figlia di Ryan
Ben Johnson
per L'ultimo spettacolo
Controllo di autoritàVIAF (EN17408236 · ISNI (EN0000 0001 2277 0450 · LCCN (ENn80112427 · GND (DE119218682 · BNE (ESXX1507823 (data) · BNF (FRcb13897536w (data) · J9U (ENHE987007299124305171 · CONOR.SI (SL49384035 · WorldCat Identities (ENlccn-n80112427