Cowboy in Africa (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cowboy in Africa
Titolo originale Africa: Texas Style
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Regno Unito
Anno 1967
Durata 109 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere avventura, western
Regia Andrew Marton
Sceneggiatura Andy White
Produttore Andrew Marton
Produttore esecutivo Ivan Tors
Casa di produzione Ivan Tors Films, Vantors Films
Fotografia Paul Beeson
Montaggio Henry Richardson
Effetti speciali Nobby Clark
Musiche Malcolm Arnold
Scenografia Maurice Fowler
Trucco Betty Glasow, Eleanor Jones
Interpreti e personaggi

Cowboy in Africa (Africa: Texas Style) è un film del 1967 diretto da Andrew Marton.

È un film d'avventura a sfondo western (ma è ambientato in Africa) statunitense e britannico con Hugh O'Brian, John Mills e Nigel Green. È incentrato sulle vicende di due cowboy americani assunti da un inglese allevatore perché sorveglino la sua proprietà in Kenya.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film, diretto da Andrew Marton su una sceneggiatura di Andy White,[2] fu prodotto dallo stesso Marton per la Ivan Tors Films e la Vantors Films[3] e girato in Kenya e in altre location dell'Africa orientale.[4] Ivan Tors è accreditato come produttore esecutivo.[2]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu distribuito con il titolo Africa: Texas Style negli Stati Uniti dal maggio del 1967[5] al cinema dalla Paramount Pictures e per l'home video dalla Worldvision Enterprises.[3]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[5]

  • in Francia il 25 ottobre 1967 (Cow-boys dans la brousse)
  • in Austria nel dicembre del 1967 (Gefährliche Abenteuer)
  • in Germania Ovest il 19 dicembre 1967 (Gefährliche Abenteuer)
  • in Finlandia il 24 maggio 1968 (Cowboy Afrikassa)
  • in Svezia l'11 dicembre 1968
  • nel Regno Unito (Africa: Texas Style)
  • in Danimarca (Cowboy i Afrika)
  • in Spagna (Dos tejanos en la selva)
  • in Grecia (Enas cow boy stin Afriki)
  • in Brasile (Jim. Um Cowboy na África)
  • in Italia (Cowboy in Africa)

Promozione[modifica | modifica sorgente]

La tagline è: "The cowboy who came to tame a bucking bronco called Africa!".[6]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Secondo il Morandini il film presenta "eccellenti esterni africani (Kenya), qualche bella sequenza spettacolare, ma una sceneggiatura fiacca e tirata via".[7] Secondo Leonard Maltin il film è "una pellicola non certo di grande interesse". Si segnala il cameo di Hayley Mills.[8]

Serie televisiva[modifica | modifica sorgente]

Il film generò una serie televisiva con protagonista Chuck Connors, Cowboy in Africa, trasmessa sulla ABC dal 1967 al 1968.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Cowboy in Africa - AllRovi. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  2. ^ a b Cowboy in Africa - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  3. ^ a b Cowboy in Africa - IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  4. ^ Cowboy in Africa - IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  5. ^ a b Cowboy in Africa - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  6. ^ (EN) Cowboy in Africa - IMDb - Tagline. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  7. ^ Cowboy in Africa - MYmovies. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  8. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009, Dalai editore, 2008, p. 501. ISBN 8860181631. URL consultato il 17 dicembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema