Iain Glen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iain Glen

Iain Glen (Edimburgo, 24 giugno 1961) è un attore scozzese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Edimburgo, in Scozia, ha studiato alla Royal Academy of Dramatic Art, dove ha vinto la Medaglia d'Oro Bancroft[1].

Dal 1993 al 2004 è stato sposato con l'attrice Susannah Harker, dalla quale ha avuto un figlio, Finlay (1994)[1]. Dal 2005 ha una relazione con l'attrice Charlotte Emmerson e da lei ha avuto due figlie: Mary (2007) e Juliet (2012)[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver recitato in teatro, la sua prima vocazione, interpretando soprattutto Shakespeare, passa alla televisione e successivamente al cinema[1]. Il successo arriva nel 1990 per il suo ruolo in Un giorno nella vita di David Hayman, per cui ottiene il premio Orso d'argento per il miglior attore al Festival di Berlino[3].

Torna successivamente a teatro, nell'adattamento di Martin Guerre e in The Blue Room con Nicole Kidman, per i quali viene nominato per il Laurence Olivier Award al miglior attore in un musical nel 1997[4] e il Laurence Olivier Award al miglior attore nel 1999[5].

Nel 2001 interpreta il ruolo di Manfred Powell nel film Lara Croft: Tomb Raider a fianco di Angelina Jolie[6]. Interpreta il Dr. Isaacs in Resident Evil: Apocalypse (2004), Resident Evil: Extinction (2007) e Resident Evil: The Final Chapter (2016)[7][8].

Il 20 agosto 2009 è stato annunciato che Iain avrebbe interpretato ser Jorah Mormont nella serie televisiva Il Trono di Spade del canale televisivo HBO, basata sulla saga di romanzi fantasy Cronache del ghiaccio e del fuoco, scritta da George R. R. Martin[9][10].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • The Crucible (2006)
  • Enrico V (1995) (Evening Standard - Nomination come "Miglior Attore")
  • Hedda Gabler (2005)
  • Il gabbiano
  • Un tram che si chiama Desiderio (2002)
  • The Blue Room (1998) (Nomination al premio Olivier come "Miglior Attore", Broadway Drama League Award - "Miglior Attore")
  • Martin Guerre (1996–1997) (Nomination al premio Olivier come "Migliore Attore in un Musical")
  • Here
  • Macbeth (1993) (Premio Mayfest come "Miglior Attore")
  • Re Lear
  • Coriolano
  • She Stoops to Conquer
  • Amleto (Bristol Old Vic, 1991) (Premio Ian Charleson)
  • Hapgood
  • The Man Who Had All the Luck (Bristol Old Vic, 1990)
  • Road
  • Edward II
  • The Recruiting Officer
  • Scenes of a Marriage (2008)
  • Wallenstein (2009, Minerva Theatre, Chichester) - protagonista
  • Ghosts (debutto da regista)

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c IAIN GLEN BIOGRAFIA FOTO FILM | Settemuse.it, su www.settemuse.it. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  2. ^ (EN) JAN MOIR: How Lady Mary's ex fell for a VERY fiery blonde, in Mail Online. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) | Berlinale | Archive | Annual Archives | 1990 | Prize Winners, su www.berlinale.de. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  4. ^ (EN) Olivier Winners 1997, su www.olivierawards.com. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  5. ^ (EN) Olivier Winners 1999, su www.olivierawards.com. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  6. ^ (EN) Spence D, Iain Glen Talks Tomb Raider, su IGN, 30 maggio 2001. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  7. ^ (EN) GAME OF THRONES Star Iain Glen Returns for RESIDENT EVIL: THE FINAL CHAPTER | Nerdist, in Nerdist, 19 settembre 2015. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  8. ^ Resident Evil 6 svela il cast completo e la sinossi di The Final Chapter!, in FlopTV. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  9. ^ (EN) HBO: Game of Thrones: Cast & Crew, su HBO. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  10. ^ Game of Thrones 5: Iain Glen e l'indole combattiva di Jorah, in Everyeye.it. URL consultato il 20 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66675578 · LCCN: (ENnr2001000120 · ISNI: (EN0000 0001 2102 0236 · GND: (DE129548448 · BNF: (FRcb14181875w (data) · NLA: (EN42223726