Iain Glen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iain Glen

Iain Glen (Edimburgo, 24 giugno 1961) è un attore scozzese cinematografico e teatrale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Edimburgo, in Scozia, ha studiato alla Royal Academy of Dramatic Art, dove ha vinto la Medaglia d'Oro Bancroft.

Dal 1993 al 2004 è stato sposato con l'attrice Susannah Harker, dalla quale ha avuto un figlio, Finlay (1994). Dal 2005 ha una relazione con l'attrice Charlotte Emmerson e da lei ha avuto due figlie: Mary (2007) e Juliet (2012).

Il 20 agosto 2009 è stato annunciato che Iain avrebbe interpretato ser Jorah Mormont nella serie televisiva Il Trono di Spade del canale televisivo HBO, basata sulla saga di romanzi fantasy Cronache del ghiaccio e del fuoco, scritta da George R. R. Martin[1]. Ha recitato anche in alcuni musical, tra cui Martin Guerre, per cui è stato candidato al Laurence Olivier Award al miglior attore in un musical.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • The Crucible (2006)
  • Enrico V (1995) (Evening Standard - Nomination come "Miglior Attore")
  • Hedda Gabler (2005)
  • Il gabbiano
  • Un tram che si chiama Desiderio (2002)
  • The Blue Room (1998) (Nomination al premio Olivier come "Miglior Attore", Broadway Drama League Award - "Miglior Attore")
  • Martin Guerre (1996–1997) (Nomination al premio Olivier come "Migliore Attore in un Musical")
  • Here
  • Macbeth (1993) (Premio Mayfest come "Miglior Attore")
  • Re Lear
  • Coriolano
  • She Stoops to Conquer
  • Amleto (Bristol Old Vic, 1991) (Premio Ian Charleson)
  • Hapgood
  • The Man Who Had All the Luck (Bristol Old Vic, 1990)
  • Road
  • Edward II
  • The Recruiting Officer
  • Scenes of a Marriage (2008)
  • Wallenstein (2009, Minerva Theatre, Chichester) - protagonista
  • Ghosts (debutto da regista)

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ HBO appoints subjects to 'Thrones' - The Hollywood Reporter

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66675578 · LCCN: (ENnr2001000120 · ISNI: (EN0000 0001 2102 0236 · GND: (DE129548448 · BNF: (FRcb14181875w (data) · NLA: (EN42223726